Un alto funzionario della difesa statunitense ha affermato che l’aviazione ucraina ha aggiunto circa 20 velivoli operativi in ​​più dopo un afflusso di pezzi di ricambio

Sebbene il funzionario non abbia specificato quale paese ha fornito le parti dell’aeromobile, il funzionario ha affermato mercoledì che gli Stati Uniti e altri paesi hanno lavorato per “fornire loro le parti di cui hanno bisogno per farli volare”.

Tuttavia, l’afflusso di pezzi di ricambio ha consentito all’Ucraina di espandere la sua flotta di aerei militari operativi La continua invasione russa. Il funzionario ha detto che il paese ha più aerei ora rispetto a tre settimane fa.

Il giorno prima, l’addetto stampa del Pentagono John Kirby ha detto che l’Ucraina ha ricevuto ulteriori aerei da combattimento da aggiungere al suo numero.

Ma mercoledì, un alto funzionario della difesa ha ritrattato, dicendo che l’Ucraina non aveva ricevuto più aerei, ma in realtà aveva ricevuto parti di aeromobili per rendere operativi più velivoli esistenti.

Tuttavia, il funzionario ha lasciato intendere che almeno un paese sta valutando l’invio di più aerei in Ucraina.

“Ho appreso che un’offerta fatta da un altro Paese è già stata effettuata”, ha detto il funzionario. “Quello spettacolo non era finito, quindi ero molto più avanti di dove erano davvero le cose”. Non si sa quale paese abbia fatto un’offerta del genere.

Gli Stati Uniti si sono impegnati a inviare 16 elicotteri Mi-17 in Ucraina, ma l’amministrazione ha rifiutato di partecipare al trasferimento di MiG-29 da un altro paese all’Ucraina attraverso gli Stati Uniti.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto ripetutamente ad altri paesi di acquisire i caccia MiG-29 Fulcrum dell’era sovietica, che i piloti ucraini sanno già come pilotare.

Zelensky ha chiesto ad altri paesi dell’Europa orientale con cellule di quarta generazione di inviarli in Ucraina, ma nessun paese ha ancora accettato.

READ  L'uragano Larry ha previsto di portare "onde pericolose per la vita che interrompono le condizioni attuali" sulla costa orientale

Mercoledì, l’account ufficiale dell’aviazione ucraina su Twitter affermava: “L’Ucraina non ha ricevuto nuovi aerei dai partner! Con l’aiuto del governo degli Stati Uniti, KpsZSU ha ricevuto pezzi di ricambio e componenti per il ripristino e la riparazione della flotta di aeromobili in Iraq. Le forze armate, che permetteranno di mettere in servizio più equipaggiamenti”.

L’aviazione ucraina faceva parte della sua rete di difesa aerea, che comprende anche missili terra-aria S-300 e missili antiaerei portatili. La combinazione di piattaforme ha impedito alla Russia di stabilire la supremazia aerea sull’Ucraina e di controllare i cieli.

Nonostante il costante bombardamento di missili e artiglieria russi, nonché gli attacchi alle basi militari, l’aviazione ucraina è rimasta sostanzialmente intatta, sebbene abbia subito alcune perdite.

All’inizio di marzo, a circa due settimane dall’inizio della guerra, l’ufficiale della difesa ha affermato che l’Ucraina aveva 56 aerei da combattimento, che costituiscono circa l’80% dei suoi caccia ad ala fissa. Ma il funzionario ha detto che gli ucraini non hanno usato molto i loro aerei, tagliando solo da 5 a 10 missioni al giorno.

Un altro funzionario della difesa ha affermato che finora, con più aerei operativi, l’aviazione ucraina effettua ancora un numero molto limitato di sortite giornaliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.