Il giro di Wayne per l'Italia sulla KTM SMT – Terza parte

Il giro di Wayne per l'Italia sulla KTM SMT – Terza parte

Tour europeo sulla KTM 890 SMT – Parte terza
Da San Gimignano a Mattighofen

Con Wayne Vickers

Vedi la prima parte | Vedi la seconda parte | Guarda la recensione della KTM 890 SMT qui (link)


Giorno 8
San Gimignano – Castellina – Greve – Firenze – Santa Lucia –
Passare Raticosa – Monzono – Pianoro – Verona
Collegamento alla mappa (~400 km, 6,5 ore)

Ho fatto la chiamata in ritardo per aggiungere un'altra ora circa al percorso della giornata percorrendo altre strade secondarie toscane. Alcuni compiti durante la notte mi hanno dato l'opportunità di correre su alcune piste della Mille Miglia. Non era un'occasione che volevo perdere.

Che bella chiamata si è rivelata. Quasi zero traffico, strade fantastiche ed è stato molto divertente. A un certo punto mi stavo chiedendo ad alta voce perché non ci fosse più traffico prima di rendermi conto che era un lunedì mattina e probabilmente la gente del posto stava lavorando… guadagno mio.

Firenze. Sicuramente ad un certo punto sapevano come costruire una chiesa.

Non posso fare a meno di immaginare giocatori del calibro di Moss e Fangio che si fanno strada attraverso quelle stesse curve nelle classiche macchine dei tempi passati. Che spettacolo deve essere stato.

Da lì mi sono trasferita a Firenze, e nonostante sia una città meravigliosa, come Como, non riuscivo davvero ad andarmene abbastanza in fretta. Gruppi turistici. Molti gruppi di turisti. Sì, la cattedrale è fantastica. Così come linee e viaggiatori odiosi.

Firenze-Duomo
Firenze-Duomo. Sono rimasta sorpresa di trovare un angolo dove non c'erano mille turisti!

Ho avuto la mia unica conversazione durante il viaggio con la polizia locale quando sono andato a parcheggiare l'auto in un posto dove non avrei dovuto essere – penso che si sia tradotto in una zona di carico. Abbiamo riso entrambi e poi mi ha fatto tornare dove potevo parcheggiare la macchina… fair play.

Verona-Ponte Pietra
Verona-Ponte Pietra. Molto bello. E meno turistica di Firenze. Tuttavia, non sono riuscito a trovare Juliet. Ho guardato.

Poi mi sono diretto verso un'altra strada secondaria a nord di Firenze dove mi sono ritrovato sul Passo della Raticosa. Con un sacco di bici sopra insieme a un pezzo di metallo lucido Lamborghini. Poi Google Maps mi ha fatto girare intorno alcune volte e ho quasi finito la benzina prima della successiva sosta per il rifornimento.

Sono entrato in servo dopo essere stato a scarica zero negli ultimi 10 km. E metti circa 15,5 litri per riempire il serbatoio da 16 litri. Quindi deve averlo tagliato molto presto.

READ  La gente del posto prende Gridiron in Italia | Notizie, sport, lavoro
Stadio di Verona
L'Arena di Verona è proprio la cosa giusta.

A parte aver raccolto alcune api ad un certo punto e aver taggato il collo un paio di volte, la corsa verso Verona è stata abbastanza tranquilla, ma Verona è stata inaspettatamente bella. Anche molto meno affollato di Firenze. Il mio consiglio: salta Firenze, vai a Verona. Prendi un gelato (non ho ancora scelto un tema qui), passeggia e goditelo.

C'è molto da vedere, incluso lo splendido Colosseo. Difficile fare una brutta foto al Ponte Pietra che attraversa il fiume Adige. Per noi australiani è difficile capire che fa così da quasi 2000 anni…. Molto prima che Will decidesse di scrivere della relazione del vecchio Romeo con Giulietta da queste parti.

Verona
Verona. Torneremo di sicuro.

Nono giorno
Verona – Riva del Garda – Castel Tirolo – Innsbruck
Mappa (~350 km, sei ore)

Il mio ultimo giorno in Italia mi ha visto dirigermi quasi a nord, con la prima tappa nella piccola cittadina di Riva del Garda, all'estremità settentrionale del Lago di Garda.

Riva del Garda
Riva del Garda. Proprio sulla punta settentrionale del Lago di Garda.

Conosciuto semplicemente come Riva, questo posto è una bella passeggiata in città e ha una vista fantastica. Il paesaggio sta già cominciando a cambiare, poiché le colline toscane vengono lasciate alle spalle e il paesaggio inizia a salire ogni ora che ci si sposta verso nord.

Riva del Garda
Riva del Garda C'erano ancora caffè e cornetti.

Curiosità: la vicina Torbole è uno dei punti caldi d'Europa per il kitesurf e il windsurf grazie al suo affidabile andamento del vento giornaliero. Quindi, se questo è ciò che ti piace… includilo nel tuo itinerario. C'era anche una graziosa zona del porto per la mia sosta mattutina.

Poi ho fatto un viaggio senza uscita a Castel Tirolo. Il percorso era per la maggior parte abbastanza buono, ma Google mi ha fatto andare avanti e indietro cercando di portarmi sui sentieri escursionistici per l'ultimo miglio fino al castello. Quindi alla fine ho tirato indietro lo spillo, ho fatto marcia indietro e mi sono diretto a Innsbruck.

Molveno
Molveno era bellissimo, così come il percorso di entrata e di uscita…

È stato molto facile navigare da lì mentre tornavo in Austria e poi a Innsbruck per la notte. Piuttosto la città. Ho amato Innsbruck, un posto che descriverei un po' come Vienna ma con una sua personalità. Molti colori e alcuni strani stili architettonici.

READ  L'Italia guida la Polonia nell'oro della pallavolo maschile
Insbruck
Insbruck! Come Vienna ma con il personaggio alzato fino agli undici.

Particolarmente memorabili sono la fila di edifici colorati lungo il fiume a San Nicola e il tetto dorato nel centro storico. Innsbruck è famosa per lo sci e ha già ospitato cinque volte le Olimpiadi invernali. Questo spiega il salto con gli sci che può essere visto dall'interno della città.

Insbruck
Innsbruck in una cartolina.

Giorno 10
Innsbruck-Zell am See-Hallstatt
Collegamento alla mappa (~250 km, quattro ore)

Gli dei del tempo hanno iniziato a mostrare i muscoli durante la notte con un violento temporale intorno all'ora di cena che ha portato ad uno spettacolo di fulmini al mattino. Avevo una finestra di due ore per cercare di stare fuori dalla tempesta mentre aspettavo che finisse la pioggia. sfida accettata.

Hallstatt
Hallstatt. Ce l'ho fatta senza bagnarmi.

Per dimostrare ancora una volta le potenzialità della moto, ho fatto un giro di tre ore senza alcun problema, dopo aver percorso più di 3.000 chilometri negli ultimi nove giorni.

Hallstatt
Le residenze di Hallstatt hanno una splendida vista sull'acqua.

Quindi sì. SMT coprirà bene il terreno. Sono arrivato a Hallstatt con abbastanza tempo per trovare un posto in riva al lago per catturare alcuni riflessi di “fine corsa” sulla mia GoPro, e poi trovare la mia sistemazione per la notte, poco prima che iniziasse a piovere. successo.


Giorno 11
Hallstatt – St. Gilgen – Matthijofen
Collegamento alla mappa (~100 km, 2 ore)

E così, “Bluey” (come chiamavo SMT) e io eravamo l'ultimo giorno. Con un ritorno a Mattighofen e un giro al KTM Motohall prima di restituire la moto.

Il radar sembrava un po' sfocato, ma se avessi preso i tempi giusti, pensavo che avrei potuto schivare ancora una volta la pioggia per la prima ora e poi arrivare a Mattighoffen asciutto.

Muthaul KTM
Valeva la pena visitare il Motohall di KTM

NO. Appena ho fatto il giro della montagna, sono stato accolto positivamente. Beh, era pesante ma solo una breve doccia, mi sarei asciugato abbastanza velocemente se fossi stato fortunato da qui.

Poi abbiamo girato intorno alla montagna successiva e siamo corsi di nuovo nello stesso bagno! Ah! Bagnato. A. IL. Culo. Devi ridere però. Ho fatto un giro impeccabile fino alle ultime due ore.

Quando sono arrivato al Motohall per un caffè e qualcosa da mangiare, ero quasi disidratato. Chiamiamolo “bagnato”.

READ  La diretta Europa League è stata aggiunta alla promozione DAZN italianaN
KTM Muthul
KTM Motohall, alcune prestazioni davvero interessanti

Che struttura fantastica. Il motohall è stato un modo fantastico e molto conveniente per concludere il viaggio. Mi hanno fatto fare il giro, segnalandomi le bici che erano di particolare interesse. Ovviamente ho dovuto fotografare alcune delle moto dei campioni e le loro esibizioni.

La sala della Dakar in particolare è assolutamente meravigliosa, mostra un periodo di dominio assoluto e riporta alla mente ricordi di alcuni grandi piloti e gare. Una breve sosta al negozio per prendere un'altra copertura KTM e poi è il momento di mettersi in viaggio e riportare indietro l'890 SMT.

KTM Muthul
La sala KTM Motohall Dakar è stata un punto culminante. Ci sono un sacco di vittorie su quel muro. Dominio assoluto.

Per quanto riguarda il viaggio, è stato un viaggio molto audace fin dall’inizio. Ogni sera una città diversa. Le giornate variano principalmente dalle cinque alle sette ore in sella.

Se lo rifacessi probabilmente restringerei un po’ l’area e mi concentrerei sulla parte alta delle Alpi, dall’Austria alla Svizzera e ritorno. Le strade e i paesaggi sono ad un altro livello. Sceglierò due località in cui basarmi per qualche giorno ciascuna. Puoi fare un corso completo in sei o otto giorni.

KTM Muthul
KTM Motohall ha una vasta collezione di bici premium.

KTM890SMT? Che macchina. Ho fatto tutto quello che gli ho chiesto e anche di più. Sono chiaramente abbastanza comodi da affrontare i grandi giorni, uno dopo l'altro. E anche molta abilità nei tornanti. Più che sufficiente per coprire i bei bordi Michelin e lasciare linee nere qua e là… È stato divertente vedere le mie linee mentre tornavo attraverso la Svizzera il giorno successivo. Che macchina che ispira fiducia.

Sulla strada, questo motore è meno spaventoso di quanto non lo sia nell'Adventure R fuoristrada, il che dice qualcosa, quindi puoi davvero entrarci se ne hai voglia. Ottime buone maniere stradali. Abbastanza intelligente da far sembrare alcune delle giostre più grandi come petroliere. E freni. L'anteriore in particolare permette di frenare una scia molto profonda fin quasi in vetta. Molta pratica su quei tornanti.

KTM Muthul
KTM Motohall ha questo piccolo gioiello. La prima motocicletta al mondo.

Come ho detto nella recensione completa, è un degno successore dell'originale. Sono felice che sia tornato.

Adesso è meglio iniziare con il video…


Giorni di esposizione dalle quattro alle sette:
Da San Gimignano a Mattighofen


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *