L’India si sta preparando per il secondo forte ciclone in 10 giorni

La costa orientale dell’India è in allerta in vista di un grave ciclone che si sta preparando nel Golfo del Bengala, pochi giorni dopo che una potente tempesta ha colpito la costa occidentale del paese e ucciso almeno 140 persone.

Il dipartimento meteorologico indiano ha affermato che l’uragano Yas dovrebbe atterrare mercoledì e potrebbe contenere venti fino a 165 chilometri all’ora. Ha aggiunto che la tempesta dovrebbe colpire gli stati del Bengala occidentale e dell’Odisha nell’est del paese.

Squadre di soccorso in caso di calamità sono già state dispiegate nei due stati per potenziali operazioni di salvataggio e recupero e le aree costiere sono state evacuate. L’aeronautica e la marina indiana hanno dichiarato di aver tenuto alcuni elicotteri e navi pronti a svolgere i lavori di soccorso.

Yas sarà la seconda tempesta a colpire l’India in dieci giorni dopo che il ciclone Taktay ha ucciso almeno 140 persone negli stati occidentali la scorsa settimana. Quasi 70 vittime furono a bordo di una barca vuota nella tempesta che affondò al largo della costa di Mumbai.

Le imponenti tempeste arrivano mentre l’India è alle prese con un’ondata devastante di coronavirus, complicando gli sforzi per affrontare entrambi.

Nel vicino Bangladesh, le autorità hanno richiesto a tutti i pescherecci e pescherecci sul Golfo del Bengala settentrionale e in acque profonde di avvicinarsi alla costa prima di Yas.

Il ciclone Taukta, che ha colpito la costa occidentale dell’India all’inizio di questo mese, ha ucciso almeno 140 persone. (Rafiq Maqbool / Associated Press)

Il bollettino meteorologico emesso dal dipartimento meteorologico statale di Dhaka afferma che le navi dovrebbero lasciare i porti marittimi di Chatgram, Mongla, Cox’s Bazar e Baira.

Gli scienziati affermano che i tornado in India stanno diventando più frequenti e il cambiamento dei modelli climatici li sta rendendo più intensi.

READ  'Ho lasciato piangere i miei genitori': L'amato gatto scoperto avvelenato a morte

Lo scorso maggio, quasi 100 persone sono state uccise nel ciclone Amfan, la tempesta più forte che ha colpito l’India orientale in più di un decennio. I villaggi sono stati rasi al suolo, le fattorie sono state distrutte e milioni sono rimasti senza elettricità nell’India orientale e nel Bangladesh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *