Le inondazioni uccidono 29 persone nel nord della Cina mentre si avvicina una nuova tempesta | notizie sull’alluvione

Le inondazioni uccidono 29 persone nel nord della Cina mentre si avvicina una nuova tempesta |  notizie sull’alluvione

16 persone sono morte a causa delle gravi inondazioni causate dai resti del tifone Doxuri, che ha devastato la Cina settentrionale.

Le gravi inondazioni nella provincia di Hebei, nel nord della Cina, causate dai resti di un tifone, hanno ucciso almeno 29 persone e causato perdite economiche per miliardi di dollari.

Venerdì, i media statali hanno riferito che le squadre di soccorso stavano ancora cercando 16 persone disperse nella tempesta, che ha causato la pioggia più pesante dall’inizio delle registrazioni 140 anni fa.

Secondo la New China News Agency (Xinhua), si prevede che la ricostruzione della regione richiederà due anni. Il media statale China News Service ha affermato che le stime iniziali hanno mostrato che le sue perdite economiche dirette ammontano a 13,2 miliardi di dollari (95,8 miliardi di yuan).

Le stime iniziali annunciate hanno mostrato che 3,9 milioni di residenti, ovvero circa il 5% della popolazione della contea, sono stati colpiti dalle inondazioni e più di 40.000 case sono crollate.

155.500 abitazioni e strutture che fornivano elettricità e comunicazioni sono state gravemente danneggiate. Centinaia di migliaia di ettari di raccolti sono stati distrutti nella provincia.

Più di 1,75 milioni di residenti sono stati trasferiti.

I cavi elettrici danneggiati e altre strutture sono in fase di riparazione. Secondo la Xinhua News Agency, il governo si è impegnato a garantire che i residenti colpiti possano tornare alle loro case o trovarne una nuova prima dell’inverno.

I media statali cinesi hanno elogiato gli sforzi del governo per mitigare i danni delle inondazioni, con una copertura incentrata sui racconti di mutuo soccorso e funzionari altruisti che lavorano instancabilmente agli sforzi di salvataggio.

READ  Hilaria Baldwin rilascia il biglietto per le vacanze in famiglia "Totally Imperfect" per il 2021

Ma una settimana dopo che le acque si sono gonfiate per la prima volta, alcuni abitanti di Hebei hanno affermato di non aver ricevuto abbastanza avvertimenti dalle autorità su quando potrebbero verificarsi le inondazioni.

Le strade in alcune parti di Hebei, che confina con la capitale Pechino, sono rimaste coperte di fango venerdì mentre i residenti si affrettavano a recuperare oggetti impregnati d’acqua e ripulire le case danneggiate.

Il diluvio è arrivato dopo settimane di caldo storico, con gli scienziati che affermano che tali eventi meteorologici estremi sono stati esacerbati dal cambiamento climatico.

Gravi inondazioni nella provincia di Hebei, nel nord della Cina, causate dai resti del tifone Doxuri questo mese, hanno ucciso almeno 29 persone. [File: Ng Han Guan/AP]

Sono attese di nuovo forti piogge durante il fine settimana mentre la depressione tropicale Khanun – un ex tifone – si avvicina alla Cina.

Xinhua ha affermato che i livelli di preparazione alle emergenze sono in atto in tutto il nord della Cina, con passaggi fluviali chiave attentamente monitorati.

Ma il maltempo non si limita al nord della Cina.

Venerdì, la leadership del paese per il controllo delle inondazioni e dei soccorsi contro la siccità ha affermato che durante il fine settimana sono probabili forti piogge nelle province sud-occidentali di Sichuan e Yunnan e nelle province nord-occidentali di Gansu e Qinghai.

Almeno sette persone sono morte in un’alluvione improvvisa a sud-ovest di Chengdu, capitale del Sichuan, questa settimana, dopo che un certo numero di turisti è stato spazzato via da un’inaspettata marea nel fiume Longxi.

Xinhua ha detto che cinque persone sono state uccise a Gansu quando sono state spazzate via da torrenti di montagna dopo un temporale giovedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *