Le foto ridisegnate rivelano fino a che punto Alan Shepard ha colpito una pallina da golf sulla superficie della luna

Ingrandire / Questa immagine è composta da sei immagini prese dal modulo lunare dell’Apollo 14, ottimizzate e unite in un unico panorama per mostrare la scena dell’atterraggio, insieme al luogo in cui Alan Shepard ha colpito due palline da golf. Ciascuno degli zaini PLSS (Life Support Backpacks) dell’astronauta può essere visto anche sulla sinistra.

Questa settimana cinquant’anni fa, un astronauta della NASA Alan B. Shepard Jr. Ha fatto la storia dello spazio quando è subentrato Qualche oscillazione da golf Sulla superficie della luna durante La missione Apollo 14, Ho colpito due palline da golf sulla superficie della luna. Gli appassionati di spazio hanno dibattuto per decenni fino a che punto ha viaggiato la seconda palla. Ci sembra Adesso hai una rispostaGrazie agli sforzi dello specialista della fotografia Andy Saunders, che ha migliorato digitalmente le immagini d’archivio di quell’incarico e le ha utilizzate per stimare i punti di comfort finali delle palline da golf.

Saunders, che stava lavorando con la United States Golf Association (USGA) per commemorare lo storico risultato di Shepherd, Pubblicizza Le sue scoperte sull’argomento Twitter. Saunders ha concluso che la prima pallina da golf a colpire Shepard andava a circa 24 yard, mentre la seconda pallina da golf tagliava 40 yard.

L’affetto di Shepherd per il dolce caldo è stato occasionalmente dimostrato durante la sua carriera navale di successo prima della NASA, in particolare quando era un pilota collaudatore alla Naval Air Station per il fiume Patuxent nel Maryland. Era sull’orlo di una corte marziale perché Anello del ponte di Chesapeake Bay Durante un volo di prova, ma fortunatamente sono intervenuti i suoi superiori. Quando il presidente Dwight D. Eisenhower fondò la NASA nel 1959, Shepard fu scelto come uno dei sette astronauti Mercury. (Gli altri erano Scott Carpenter, Gordon Cooper, John Glenn, Joss Grissom, Wally Shira e Dick Slayton.)

Shepherd ha sconfitto una feroce competizione scelta per la prima missione con equipaggio americano nello spazio. L’astronauta russo Yuri Gagarin divenne famoso come il primo uomo a raggiungere lo spazio il 25 aprile 1961, grazie ai ripetuti rinvii della missione Mercury della NASA, ma Shepard non era molto indietro. Ha fatto il suo volo nello spazio un mese dopo, il 5 maggio. Purtroppo, è stato interrotto dopo la diagnosi della malattia di Ménière, che ha provocato un aumento anormale del volume del fluido nell’orecchio interno.

READ  Scienziati argentini hanno scoperto particelle di micro-RNA nel virus SARS-CoV-2 - Télam

Quattro anni dopo, l’intervento chirurgico ha corretto il problema e a Sheppard è stato concesso il volo. Ha perso a malapena l’appuntamento con le celebrità La missione Apollo 13– “Il fallimento di maggior successo” per la NASA e il soggetto del film premio Oscar del 1995, Apollo 13 (Uno dei miei preferiti di tutti i tempi). Invece, Shepherd ha comandato la missione Apollo 14, iniziata il 31 gennaio 1971, ed è atterrata sulla luna il 5 febbraio.

alla luna!

L’idea di un gioco di golf realizzato da Shepherd è nata nel 1970 Visita il comico Bob Hope Alla sede della NASA a Houston. Appassionato di golf, Hope ha scherzato sul colpire una pallina da golf sulla luna e Shepherd ha pensato che sarebbe stato un modo eccellente per comunicare la differenza nella forza di gravità alle persone che guardano sulla Terra. Quindi ha pagato un professionista di nome Jack Harden al River Oaks Country Club di Houston per adattare la testa di ferro Wilson’s Stuff 6 in modo che potesse essere attaccata a un campionatore pieghevole in alluminio e teflon. Una volta che la divisione Servizi tecnici della NASA ha aggiunto alcuni tocchi finali, Shepard ha praticato uno swing di golf su un campo a Houston mentre indossava una tuta spaziale da 200 libbre per prepararsi.

I resoconti più popolari descrivono Shepherd come “sfuggire” due palline e una mazza da golf alla navicella spaziale, ma secondo Successivamente intervista con Shepherd, Quello Questo non era il caso. L’astronauta ha implementato l’idea dopo l’allora amministratore della NASA Bob Gilroth, che all’inizio era contrario ma si è ritirato una volta che Shepherd ha elaborato i dettagli. Shepherd ha anche assicurato a Gilroth che la missione si sarebbe svolta solo dopo che tutte le missioni di esplorazione ufficiali fossero state completate e solo se la missione fosse terminata senza ostacoli.

READ  Il cerchio che scegli ti dirà prima chi sei

Il 6 febbraio Shepherd ha portato la mazza e due palle. La sua tuta spaziale era troppo ingombrante per poter usare entrambe le mani, quindi fece oscillare la bacchetta improvvisata solo con la mano destra. Dopo due swing che erano “più sporchi di una palla”, ha toccato la palla nel suo terzo swing e l’ha “colpita” in un cratere vicino. (“A me sembrava un pezzo, Al”, ha scherzato il pilota dell’Apollo 13 Fred Hayes mentre lo guardava da Mission Control.)

Ma Shepard è riuscito al quarto tentativo. Ha inviato la palla e ha volato fuori dalla telecamera e ha annunciato che aveva percorso “miglia, miglia e miglia”. Come previsto, l’impressionante volo di 30 secondi ha mostrato esattamente la differenza di gravità tra la Terra e la Luna. Per non essere escluso, il compagno di squadra Edgar Mitchell ha usato un’asta di Solar Wind Experiment come una lancia, che è atterrata vicino alla prima pallina da golf. Una volta tornato sulla Terra, Shepard ha donato il suo club temporaneo a Museo USGA È stata eseguita una riproduzione che ora viene visualizzata in Smithsonian.

La posizione della prima palla che Shepherd ha colpito era nota da tempo: si trova nel cratere di un vulcano vicino all’albero di Mitchell, a circa 24 metri da dove si trovava Shepherd quando ha preso il suo swing. La ri-padronanza delle fotografie d’archivio di Saunders gli ha permesso di localizzare la seconda palla che è andata più lontano, così come una delle squadre nel suolo lunare.

“Puoi accedere alle immagini di Apollo in linea di altissima qualità”, lo storico di Apollo e il video editor W. David Woods ha detto ad Ars. “Questi scatti sono stati girati a 55 mm, negativi e trasparenza, per 55 mm per lato. Le scansioni che hanno su di essi e disponibili online sono 11.000 pixel. Quindi sono immagini enormi e enormi in cui puoi davvero immergerti, se esperienza di elaborazione delle immagini. “.

Trucchi fotografici

Saunders ha questa esperienza. Si basava su scansioni recenti ad alta risoluzione per il film Flight originale e utilizzava anche una tecnologia nota come sub-fill, tra le altre cose.

READ  L'unica eclissi solare totale del 2020 è avvenuta questa settimana. Ecco come visualizzarlo da qualsiasi luogo.

“Alcune cose sono state girate con pellicola da 16 mm”, ha detto Woods. “Ogni singola immagine è molto piccola e granulosa. Ma se la impili sull’altra, annulli la grana, annulli il rumore e ti rimangono le immagini inerenti a tutti quei fotogrammi. È un trucco che gli astronomi usano, poiché catturano molte, molte immagini di un’area del cielo notturno. E lo cancellano. “Rumore impilando le immagini allo stesso modo”.

L’equipaggio dell’Apollo 14 ha scattato una serie di immagini dalla finestra del modulo lunare per catturare la scena per i posteri, che Saunders ha raggruppato in un unico panorama. Secondo Saunders, a causa della posizione nota della telecamera, le impronte digitali delle scarpe di Shepherd avrebbero potuto essere identificate, indicando la sua posizione al suo primo tentativo (fallito). Utilizzando una scala nota dalle immagini catturate da Veicolo da ricognizione lunareQuindi è stato in grado di misurare il punto tra il polsino e la seconda pallina da golf per uscire alla sua stima di 40 yard.

Saunders, il suo prossimo libro è intitolato Apollo Remastered, Si stima che un giocatore di golf professionista US Open come Bryson Deschamps potrebbe, in teoria, colpire una palla fino a 3,41 miglia sulla superficie della luna, con un tempo di sospensione di 1 minuto e 22 secondi – molto più lontano (e più lungo) di quello di Shepherd realizzazione. Come è Ha detto alla BBC:

Sfortunatamente, anche l’impressionante secondo scatto difficilmente può essere descritto come “miglia, miglia e miglia”, ma ovviamente questo è stato visto solo come una leggera esagerazione. La luna è in realtà un gigantesco rifugio non ricoperto di rocce. Le tute a compressione limitano i movimenti e, a causa delle visiere del casco, faticavano a vedere i loro piedi. Sfiderei qualsiasi giocatore di golf del club ad andare nel suo campo di casa e provare a colpire un ferro da sei, con una mano, con un quarto che oscilla da un riparo scoperto. Quindi immagina di essere in piena forma fisica, con il casco e indossando guanti spessi. Inoltre, ricorda che c’era un po ‘di gravità per tirare la testa del bastone verso la palla. Il fatto che Shepherd abbia chiamato e abbia alzato la palla in aria è piuttosto impressionante.

Ovviamente, l’eredità dell’astronauta come primo essere umano a giocare a golf sulla luna rimane sicura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *