Marte ha viscere liquide e strani interni, suggerisce InSight – Ars Technica

Marte ha viscere liquide e strani interni, suggerisce InSight – Ars Technica
Ingrandire / Visione artistica dell’aspetto di InSight dopo l’atterraggio.

Marte sembra essere una distesa ghiacciata di polvere rossa, crateri e terreno roccioso dall’esterno, ma cosa si nasconde sotto la sua superficie spazzata dal vento? La sonda InSight della NASA potrebbe averlo individuato prima di esalare l’ultimo respiro in una tempesta di sabbia.

Se il nucleo di Marte sia solido o liquido è stato oggetto di un lungo dibattito. Sebbene non sia possibile osservare direttamente il nucleo marziano, InSight ci ha provato. Il sismometro, SEIS, è stato il primo strumento per trovare possibili prove di un nucleo liquido. Nel frattempo, lo strumento RISE (Rotation and Internal Structure Experiment) ha misurato sottili cambiamenti nella rotazione del pianeta mentre ruota e “oscilla” nel suo asse a causa della spinta e della trazione della gravità del sole.

I ricercatori dietro lo strumento hanno scritto in Stabile Recentemente pubblicato sulla rivista Nature.

lento a salire

RISE funziona inviando segnali radio alla Terra. Tracciando i cambiamenti in questi segnali, i ricercatori possono rilevare cambiamenti molto piccoli nella loro posizione rispetto ai nostri ricevitori. Questi cambiamenti si verificano a causa delle cosiddette oscillazioni nella rotazione di Marte nutrizione. La distanza e la direzione in cui l’asse si è spostato a causa di queste associazioni può essere utilizzata per dedurre informazioni sulla composizione interna di Marte.

Era il pianeta rosso precedentemente sospettato Per un nucleo liquido basato su misure di onde sismiche. Ma rilevare questi cambiamenti sulla base dei segnali radio si è rivelato impegnativo. Ci è voluto un po’ perché i segnali emergessero dal rumore dei movimenti del pianeta. Marte è anche vorticato da tempeste di polvere e le tempeste che si sono verificate prima e dopo l’atterraggio di Insight hanno cambiato per un po’ la velocità di rotazione del pianeta. Anche il suo asse di rotazione subisce lievi variazioni a causa delle forze gravitazionali esercitate dalle sue lune Phobos e Deimos.

READ  Il nucleo interno della Terra è uno strano pasticcio di fluidi super-ionizzati

Affinché l’esperimento RISE avesse successo, i ricercatori dovevano sapere esattamente dove Insight sarebbe atterrato su Marte. I lander hanno mappato i siti di atterraggio, ma quelle posizioni non sono esatte e persino gli scienziati che li seguono non possono individuare esattamente dove si trovano fino a quando non tengono conto dei primi dati che la sonda invia sulla Terra.

I primi dati RISE sono stati elaborati dallo scienziato radiofonico Sebastien Le Maistre del Royal Belgian Observatory e una stima spot è stata caricata sul Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), che ha scattato una foto del sito. L’immagine mostrava che il sito di InSight era stato localizzato con incredibile precisione.

Hai avventure nella tua rotazione

Dopo che RISE ha saputo esattamente dove si trovava il lander su Marte, in che modo i dadi rilevati hanno indicato la presenza di un nucleo liquido? I bulloni possono essere progressivi (l’asse si muove in senso antiorario rispetto alla sua circonferenza) o all’indietro (l’opposto). Le Maistre e il suo team sapevano già che se Marte avesse davvero un nucleo liquido sotto un mantello solido, ciò significherebbe che l’asse oscilla all’indietro e si muove anche un po’ di più che se il nucleo fosse solido. Quando l’hanno confrontato con i dati di InSight, corrispondeva.

L’analisi dell’assuefazione basata su misurazioni radiometriche è l’unico metodo in grado di fornire stime dirette di [the] Caratteristiche del nucleo marziano”, hanno detto i ricercatori Stabile.

Ulteriori analisi hanno determinato che il nucleo marziano è probabilmente costituito da una lega di ferro liquido e zolfo, e che è costantemente sottoposto a convezione, con la temperatura del liquido in aumento e il liquido più freddo che affonda. A differenza del nucleo terrestre, si ritiene che sia anche completamente liquido. Il nucleo esterno della Terra è una lega di ferro liquido e nichel, mentre il nucleo interno è solido e principalmente fatto di ferro.

READ  Non ignorare questi primi segni di cancro ovarico

È possibile che anche il mantello inferiore di Marte sia fuso, affermano gli scienziati, influenzando le dimensioni e la forma del nucleo. Il mantello fuso può portare a deformazioni della massa sotterranea, che sono regioni in cui il materiale è più o meno denso della materia circostante. Si scopre che una di queste anomalie sembra essere molto più profonda dell’altra sotto la superficie. L’anomalia potrebbe in parte spiegare il leggero appiattimento sia della superficie che del nucleo di Marte mentre ruota sul proprio asse.

In futuro, Le Maistre spera di analizzare più dati RISE nello stesso set di dati che ha rivelato le anomalie e il nucleo liquido. Ci sono ancora enormi quantità di dati da InSight in attesa di dirci di più su Marte. Ha detto in a comunicato stampa. “[It can] Presentare un modello di orientamento e rotazione che possa servire da riferimento per la comunità scientifica”.

Natura, 2023. DOI: 10.1038/s41586-023-06150-0

Scrive la creatura di Elizabeth Raine. Il suo lavoro è apparso su SYFY WIRE, Space.com, Live Science, Grunge, Den of Geek e Forbidden Futures. Quando non scrive, cambia forma, disegna o si traveste da personaggio di cui nessuno ha mai sentito parlare. Seguila su Twitter: @hravenrayne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *