Non è l’aurora boreale, è… Steve

Non è l’aurora boreale, è… Steve

Qui a Top Comments, ci impegniamo a nutrire la community raccogliendo alcuni dei commenti migliori, più divertenti e più utili sul sito e contiamo sul tuo aiuto!! Se vedi un commento di un altro Kossack che merita un riconoscimento più ampio, invialo a topcomments su Gmail o a Casella di posta del gruppo dei commenti principali Entro le 21:30 ET. Per favore, per favore, includi qualche parola sul motivo per cui lo stai inviando e il tuo nome utente (anche se pensi che lo sappiamo già :-)), così possiamo prenderci il merito di averti scoperto!

Coloro che vivono al nord hanno l’opportunità di vedere occasionalmente l’aurora boreale, o l’aurora boreale, che è uno spettacolo bellissimo. Li ho visti per la prima volta un giorno d’estate più di 30 anni fa quando vivevo a Hamilton, New York. Le aurore sono causate dall’attività solare, che a sua volta provoca cambiamenti nel flusso di particelle cariche (principalmente protoni ed elettroni) che chiamiamo vento solare. La variazione del vento solare disturba la magnetosfera terrestre, che solitamente devia queste particelle lontano dalla Terra. Se il disturbo è abbastanza forte, le particelle cariche raggiungono l’atmosfera superiore dove ionizzano le molecole di gas che poi brillano producendo bellissimi colori nel cielo notturno. Le aurore sono generalmente associate a periodi di attività solare più intensa.

Tuttavia, questo processo non è l’unico che provoca bellissime luci nel cielo. Là Un altro fenomeno del genere È più rara dell’aurora boreale ed è spesso più vicina all’equatore. È caratterizzato da un fiocco rosa-viola e strisce verticali di colore verde. Questo fenomeno viene spesso osservato insieme all’aurora boreale, ma si verifica più in basso nell’atmosfera e, sebbene l’aurora possa essere di colori diversi, quest’altro fenomeno ha una portata più limitata (anche se comunque drammatica). Fino a poco tempo fa nessuno sapeva cosa lo causasse e non aveva nome. Poiché non sapevano cosa causasse ciò, gli scienziati esitarono a dare un nome alla malattia. Tuttavia, ci sono molti scienziati cittadini il cui hobby è cacciare e fotografare questi fenomeni meteorologici colorati, e uno di loro ha suggerito che fino a quando gli scienziati non capiranno questo fenomeno, dovrebbero chiamarlo semplicemente Steve. Così hanno fatto. (Questo è un riferimento al film d’animazione “Over the Hedge”).

READ  La NASA ha realizzato un poster per il prossimo equipaggio della stazione spaziale con gravità antica

Si scopre che il fenomeno che causa Steve è chiamato deriva ionica subaurorale, che gli scienziati hanno scoperto qualche tempo fa; Ciò che non sapevano era che una tale deriva poteva emettere luce. STEVE inizia come un’aurora, in particolare un arco rosso, ma poi migra verso sud e discende nell’atmosfera, dove può trasformarsi in STEVE. Poiché gli scienziati tendono a fare questo genere di cose, hanno trasformato Steve in un acronimo per giustificare il continuo uso del termine: Strong Thermal Emission Velocity Enhancement. Quindi ora è ufficiale.

I commenti sono in fondo e non sono visibili.

Commenti principali (7 dicembre 2023):

Nessuna nomination o highlight stasera.

Top Mojo (6 dicembre 2023):

Top Mojo per gentile concessione di Mick! Clicca qui per saperne di più su come funziona Top Mojo.

Le foto più importanti (6 dicembre 2023):

grazie per taccuino (RIP) per crearlo nano Per riaverlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *