L’attesa supercar elettrica Pininfarina Batista è selvaggia, silenziosa, pulita e bellissima

Nick Heidfeld è un ex pilota di Formula 1. Un uomo che da 20 anni ha stabilito il record per il miglior tempo alla cronoscalata del Goodwood Festival of Speed. È anche l’ultima persona a guidare una moderna macchina da F1 intorno al famigerato Nordschleife. Non molto, è lecito ritenerlo, lo infastidisce.

Ma mentre parcheggiamo in gran parte in silenzio nella corsia passeggeri del Circuito Tazio Nuvolari, nel cuore del nord Italia, dà il seguente consiglio: “Fai attenzione alle frenate. Nella maggior parte delle auto puoi decidere da solo, beh, forse io può frenare dopo 20 metri nella prossima volta. Ma questa cosa è così veloce che quando ci pensi, sarai già oltre quel punto. E potrebbe essere troppo tardi. “

sai cosa? Ha ragione. Tutto avviene più velocemente in Pininfarina Battista. Che i 20 metri parlino di lei… Se n’è andato in un batter d’occhio. evaporato. Questo è ciò che ottieni in un’auto con una potenza di – aspettalo – 1.876 CV, che può accelerare fino a 100 km/h in meno di due secondi e raggiungere i 200 km/h più velocemente di un’auto di Formula 1 contemporanea.

È davvero difficile trasmettere come appare questo tipo di movimento in avanti, anche se è più piacevole per la persona al volante che per la persona sul sedile del passeggero. Almeno hai qualcosa a cui aggrapparti mentre il tuo corpo viene schiacciato all’indietro e il tuo cervello sta correndo per tenere il passo. Astronauti, piloti di jet da combattimento e piloti di Formula 1 sono probabilmente le uniche persone attrezzate per ignorare questo tipo di delirante G-power. Sono le cose rumorose che ridono; Totalmente scandaloso.

READ  Sei giocatori del Blackburn Rovers hanno saltato l'allenamento precampionato

Quindi questo è l’inferno di un USP. Batista è qui per confermare, una volta per tutte, che le auto elettriche non sono solo emissioni zero e COP26 cool, ma possono anche essere molto divertenti. Tu, appassionato di auto milionario, puoi avere la tua torta e continuare a mangiarla. La Battista ha un motore elettrico su ciascuna ruota e un pacco batterie da 120 kWh al centro dell’auto, ma è per lo più disposta a forma di piramide rovesciata dietro l’abitacolo. Può percorrere circa 320 miglia completamente carica e può rinnovarsi in qualsiasi momento con un caricabatterie rapido da 180 KW. Il suo telaio e i pannelli della carrozzeria sono realizzati in fibra di carbonio, ad un livello di qualità assolutamente sorprendente. È anche sorprendente da guardare, la sua forma fluida scolpita di superfici e forme ad incastro.

Forse questo non era sorprendente, date le persone che ci stavano dietro. Se conosci un po’ le auto saprai che Pininfarina è la numero uno in Italia il corpo macchina, visual e illustratore di quasi tutte le grandi auto Ferrari (fino a quando il Cavallino Rampante ha preso il destino della sua casa di design nel 2011), per non parlare di innumerevoli altre auto sportive e dei monumenti automobilistici meno esotici ma non per questo meno importanti. Pensalo come Armani, Dolce & Gabbana e Gucci si uniscono e fanno le loro cose su quattro ruote.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *