L’astronauta Chris Hadfield lavora con King Charles su Astra Carta – Canada News

L’astronauta Chris Hadfield lavora con King Charles su Astra Carta – Canada News

Chris Hadfield afferma di aver lavorato con King Charles su un piano di sostenibilità spaziale che chiama Astra Carta.

L’astronauta canadese ha detto martedì che Astra Carta esplorerà come gli umani possono usare lo spazio e sistemare la luna in un modo diverso da come si sono stabiliti sulla Terra.

“Abbiamo un record pulito con la Luna”, ha detto alla Canadian Press a margine della Super Session, una conferenza a Toronto convocata dal Creative Destruction Lab, un’organizzazione no profit che aiuta le aziende scientifiche e tecnologiche.

“Non c’è vita sulla luna, quindi non stiamo sconvolgendo l’ambiente”.

Hadfield lavora a questa iniziativa dalla scorsa estate, quando il monarca britannico, da tempo schietto sulle questioni ambientali, gli ha chiesto aiuto. Stanno progettando di rilasciare una versione di Astra Carta il 28 giugno a Londra.

Hadfield spera che Astra Carta si trasformi in un documento che coinvolgerà molti decisori in tutto il mondo e guiderà alcuni modelli di base sul comportamento umano e legale in nuove aree come lo spazio.

Ha detto che i canadesi dovrebbero pensare ad alcune delle questioni che solleverai come se avessimo appena scoperto un continente non sfruttato.

“Cosa ne faremo? Chi lo possederà? Di chi sono le leggi? Chi può scavare e chi può beneficiare delle risorse a breve e lungo termine che sono là fuori”, ha chiesto.

“E come faremo a governarci? Se uccidi qualcuno sulla luna, alla corte di chi apparirai?”

READ  Frode: le 10 truffe più gravi in ​​Canada

Tutte queste domande, ha detto, fanno dello spazio una “nuova opportunità”.

“Il modo in cui sistemiamo la luna è il modo in cui sistemiamo ovunque andiamo.”

Il nome Astra Carta è un riferimento alla Magna Carta, un documento risalente al 1215, che garantiva le libertà politiche inglesi e gettava le basi per la democrazia e le libertà moderne.

Quando è stato redatto per la prima volta, Hadfield ha detto che è stato rifiutato dal pubblico e alla fine riscritto. Si prevede che anche Astra Carta svilupperà e attirerà l’interesse dei responsabili politici.

Ha detto che la scorsa notte ne aveva curato la bozza finale e che stava aiutando il re e il suo staff a scriverla.

Non è il primo incontro di Hadfield con i Kings.

Disse: “Vivo una vita strana”. “Molti anni fa, quando la regina Elisabetta e il principe Filippo erano vivi, ci invitò a dormire al Castello di Windsor, e all’inizio ci chiedemmo, chi ci ha inviato quell’e-mail? Andiamo. Non può essere reale.”

Hadfield e sua moglie si sono diretti al castello inglese, dove dice di aver conosciuto “un po’” il defunto re e principe.

“Era quasi ora di cena e i cani andavano in giro perché dicevano, ‘Ehi, mamma, è già ora di cena?'” «E la regina non è ancora partita» disse Hadfield.

“Il principe Filippo mette del cibo sotto la tavola.”

Da allora, ha incontrato la famiglia reale diverse volte e ha detto che è sempre “bello” passare del tempo con loro e vedere come cercano di avere una buona influenza.

“Ma non sto scherzando. È un enorme privilegio, una rara opportunità e una gioia.”

READ  La squadra di rugby delle Sei Nazioni nomina l'ex capo della O2 Dunne presidente | Notizie di affari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *