L’apertura ai visti potrebbe dare impulso alla ripresa economica per l’Africa – Rapporto –

L’Africa Visa Openness Index 2020 ha mostrato che la liberalizzazione dei regimi dei visti nei paesi africani stimolerebbe la ripresa economica del continente.

L’indice è stato pubblicato giovedì dalla Commissione dell’Unione Africana (AUC) e dalla Banca Africana di Sviluppo (AfDB).

L’indice misura l’apertura dei paesi africani quando si tratta di visti esaminando ciò che richiedono ai cittadini di altri paesi in Africa quando viaggiano.

Mira a dare una rapida occhiata a quali paesi facilitano i viaggi per i cittadini di altri paesi e come.

Stabilisce inoltre se consentono alle persone di viaggiare nei loro paesi senza visto, se i viaggiatori possono ottenere i visti all’arrivo nel paese o se i visitatori devono ottenerli prima di viaggiare.

L’indice ha mostrato una continua tendenza al rialzo nei paesi africani per liberalizzare i regimi dei visti e accogliere i viaggiatori africani.

Il dottor Khaled Sharif, vicepresidente della Banca africana di sviluppo, Sviluppo regionale, integrazione e consegna aziendale, ha affermato che l’indice 2020 ha mostrato che il 54% del continente è ora disponibile per i visitatori africani.

Si trattava di visitatori che non avevano più bisogno o potevano ottenere visti per viaggiare all’arrivo.

Questo è stato un aumento significativo del 9%, ha detto Sharif, rispetto a cinque anni fa.

Ha aggiunto che il Gambia si è unito alle Seychelles e al Benin nel consentire l’ingresso senza visto a tutti i viaggiatori africani.

Ha anche affermato che 20 paesi sono avanzati nella classifica, mentre il 93% dei paesi ha migliorato o mantenuto i propri punteggi.

“Il quadro generale sull’apertura dei visti è positivo e si riflette nell’ultimo Indice di integrazione regionale per l’Africa, che vede la libertà di movimento come la dimensione più forte dell’integrazione nel continente.

READ  Inondazioni e piogge torrenziali rallentano i soccorsi mentre un ciclone mortale colpisce il sud-est asiatico

L’evoluzione delle ricadute della pandemia COVID-19 ha dimostrato che i paesi hanno sempre più bisogno di guardare oltre i confini locali per rafforzare le loro prospettive economiche.

“L’apertura ai visti sosterrà l’Africa a riposizionare la sua crescita futura, rafforzando allo stesso tempo la partecipazione alle catene di valore regionali e globali”.

Tuttavia, Sharif ha espresso ottimismo nel vedere più paesi africani allentare le restrizioni di viaggio per studenti, investitori, turisti o uomini d’affari.

“Questo, in modo importante, può aiutare a ridurre la gravità della crisi COVID-19 e renderci più connessi di prima”, ha detto.

Inoltre, AMP. Kwesi Quartey, vicepresidente della Commissione dell’Unione africana, ha osservato che è fondamentale rafforzare le misure che hanno spinto il continente in avanti mentre i paesi riaprono e rinnovano in modo sicuro le opportunità economiche.

Quartey ha affermato che la liberalizzazione dei regimi dei visti dei paesi sono strumenti politici che possono essere adottati per realizzare tali opportunità.

Il vicepresidente della Commissione ha elogiato in Gambia, Nigeria e Sierra Leone “per aver ampliato gli orizzonti di viaggio per i cittadini di altri paesi africani”.

“È un chiaro promemoria dei vantaggi di dare la priorità alle soluzioni di apertura dei visti nelle economie grandi e piccole, con vantaggi significativi per affari, investimenti, innovazione e turismo”.

Tuttavia, ha affermato che, nonostante i progressi registrati, si potrebbe fare di più poiché i risultati dell’indice hanno mostrato che i cittadini africani hanno bisogno di visti per viaggiare nel 46% degli altri paesi africani.

Ha sottolineato la necessità di facilitare la libera circolazione di persone, beni e servizi, con l’inizio degli scambi nell’ambito dell’Africa continentale di libero scambio (AfCFTA) il 1 ° gennaio 2021.

READ  L'uragano Larry ha previsto di portare "onde pericolose per la vita che interrompono le condizioni attuali" sulla costa orientale

I vantaggi di un’Africa unita e integrata sono indiscutibili. Affinché i paesi e le regioni possano trarre il massimo vantaggio dall’integrazione regionale, devono compiere passi coraggiosi “.

I dati sull’apertura dei visti sono stati raccolti in luglio e agosto.

La principale fonte di informazioni proveniva dai siti web ufficiali dello stato e dall’International Air Transport Association (IATA).

L’indice tiene traccia delle variazioni dei punteggi dei paesi nel tempo per mostrare quali paesi stanno apportando miglioramenti a sostegno della libera circolazione delle persone in Africa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *