Lamine Conte è stato il “miglior giocatore” che ha visto il suo compagno di squadra in Sierra Leone, Mohamed Kallon

Lamine Junior Tombo Konte della Sierra Leone ha giocato a calcio in Africa, Europa, Medio Oriente e Asia

Mohamed Kallon afferma che il suo ex compagno di squadra della Sierra Leone Lamine Conteh è stato il miglior giocatore con cui ha giocato o contro, anche meglio del vincitore della Coppa del Mondo Ronaldo.

È una dichiarazione audace di Kallon, che ha sovrapposto il suo tempo all’Inter con il leggendario attaccante brasiliano, FIFA Player of the Year per tre volte.

Conte, ex capitano dei Lion Stars noto anche come Junior Tombo, è morto giovedì in un ospedale della Sierra Leone orientale dopo una breve e imprecisata malattia all’età di 45 anni.

La carriera internazionale dell’attaccante lo ha visto giocare nella Coppa d’Africa nel 1994 e nel 1996, giocando a livello di club in Africa, Europa, Medio Oriente e Asia.

“Junior è il miglior giocatore che abbia mai visto in termini di abilità; come gestire la palla, le sue capacità di dribbling, il suo tocco magico, la sua intelligenza e la sua comprensione del gioco. Metti tutto insieme è il migliore”, ha detto Kallon a BBC Sport Africa.

“Sì, ho giocato con molti grandi nomi e contro grandi nomi, ma Conteh è stato unico.

“Ho visto come rendeva le cose facili e semplici nei momenti difficili. Ha reso le cose difficili molto semplici, motivo per cui mi piaceva così tanto.

“Era un genio. Leone ha perso una gemma. Ci mancherà”.

Conteh “ha bisogno di essere onorato”

Lamina Conte
Lamine Conte ha giocato con il club tedesco SV Meppen

Conte era considerato uno dei migliori giocatori che la Sierra Leone avesse mai prodotto ed era considerato da molti il ​​migliore della sua generazione.

I suoi compagni di squadra e i fan della Sierra Leone sono rimasti colpiti dal suo tocco, dalle grandi capacità di dribbling e dalla capacità di affrontare i difensori.

READ  Aaron Ramsay: Wells ha in programma di tenere colloqui con la Juventus

Kallon afferma che Conteh merita il riconoscimento e l’onore della Sierra Leone.

“Onestamente, Conteh ha bisogno di essere onorato e merita un funerale di stato per quello che ha fatto per la Sierra Leone”, ha detto Kallon con emozione.

“Era un fratello, un caro amico e un collega meraviglioso. Questo è un momento molto triste per me.

“Quello è stato il momento peggiore della mia vita. Non stavo pensando di perdere Conté in questo momento, ma è stata l’opera di Dio e la sua anima ha riposato in completa pace”.

Gianni Infantino, presidente dell’International Football Association Board (FIFA), ha espresso le sue “sincere e sincere” condoglianze in una lettera inviata a Thomas Daddy Brenna, presidente della Federcalcio della Sierra Leone.

“Le parole sembrano insufficienti per esprimere la tristezza che proviamo per questa perdita”, ha scritto Infantino.

“Il suo carattere, la sua lealtà e le sue qualità umane non saranno dimenticate e ci mancherà davvero.”

Un leader dentro e fuori dal campo

Conte ha esordito in nazionale nella sconfitta per 1-0 contro il Senegal in un’amichevole internazionale a Dakar nel dicembre 1989 e ha collezionato 38 presenze e segnato quattro gol.

La sua carriera internazionale includeva una pausa di due anni dal 2000, a seguito di una disputa finanziaria con la federazione calcistica del paese, ma al suo ritorno in squadra, Kallon ha restituito la fascia di capitano per rispetto.

I successi di Contet sono arrivati ​​quando ha aiutato le stelle del Lione a qualificarsi per la loro prima Coppa delle Nazioni nel 1994 ea tornare in finale due anni dopo.

Ha anche aiutato i Lion Stars a vincere l’ormai scaduto Amilcar Cabral II West African Region Championship in casa nel 1993, i primi titoli in assoluto del suo paese.

READ  Victor Osimhen: "Tutti quelli legati al Napoli mi fanno volare"

Conte era rispettato anche fuori dal campo per la sua umiltà e gentilezza.

“Junior è la più bella che abbia mai visto, voleva che tutti intorno a lui fossero felici”, ha spiegato Kallon.

“Lo chiamavamo ‘le Nazioni Unite’ durante i suoi giorni d’oro perché trattava tutti allo stesso modo. Abbiamo imparato molte cose da lui. Era molto generoso, voleva aiutare tutti coloro che gli erano vicini, era molto gentile”.

Conteh era alla Coppa delle Nazioni all’inizio di quest’anno in Camerun come parte dello staff tecnico della Sierra Leone, e al momento della sua morte era allenatore di Freetown di secondo livello.

Lamina Conte
Lamine Conteh ha fatto parte dello staff tecnico della Sierra Leone alla Coppa d’Africa 2021 in Camerun

Anche l’ex attaccante dei Lion Stars Ki Camara ha elogiato Conteh, che ha definito una “leggenda”.

“Questa è una notizia scioccante, ma penso che abbia vissuto il suo sogno e dobbiamo festeggiarlo”, ha detto Camara, 37 anni, a BBC Sport Africa.

“Sono molto felice di essere al suo fianco all’Afcon [this year] E abbiamo condiviso alcune parole su questo bellissimo gioco. Le mie preghiere sono alla sua famiglia e sono sicuro che capiranno che il resto della Sierra Leone è in lacrime, ma lo celebreranno per la leggenda che era”.

Sebbene Kallon abbia giocato per il club francese del Monaco e per i tre volte campioni d’Europa dell’Inter, Conte non ha raggiunto tali vette.

La sua carriera nel club è iniziata in casa con i vecchi edoardiani, con i quali ha vinto il titolo della Sierra Leonean League nel 1990.

L’attaccante si è poi trasferito al club guineano Horoya prima di trasferirsi nel 1992 al club belga Berchot dove ha segnato 13 gol in 48 partite in tre stagioni.

READ  Gianluigi Buffon insiste che la Juventus ha perso il suo "DNA" dopo l'arrivo di Cristiano Ronaldo

Conte ha poi giocato per l’SV Meppen in Germania, Boavista e Varzim in Portogallo, Al Wahda negli Emirati Arabi Uniti e club in Malesia, Indonesia e Thailandia prima di concludere la sua carriera nel suo paese d’origine agli East End Lions.

Beerschot ha elogiato il giocatore, descrivendolo come un “attaccante di frecce tecnicamente forte e veloce”.

Una dichiarazione del club diceva: “Junior si è fatto strada nei cuori dei nostri tifosi quando è sfuggito a tutti e li ha lasciati a terra in una partita casalinga contro l’Anderlecht”.

“Birchot esprime le sue più sentite condoglianze alla sua famiglia e a molti amici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.