La sessione del 6 gennaio si concentra sui gruppi estremisti. Ecco alcuni dei nomi che potresti sentire.

In vista dell’audizione, i membri del comitato hanno affermato che la presentazione si concentrerà sulle relazioni tra l’amministrazione dell’allora presidente Donald Trump e gruppi come gli Oath Keepers e i Proud Boys.

Joe Big, Secondo il Dipartimento di Giustizia, il leader dei Proud Boys con sede in Florida ed ex giornalista di InfoWars ha assunto un ruolo di leadership senior presso i Proud Boys dopo l’arresto del 4 gennaio del presidente dei Proud Boys Enrique Tarrio. Presumibilmente Biggs guidava i Proud Boyz Marciando verso e intorno al Campidoglio, era presente all’infrazione iniziale dei terreni del Campidoglio.

Bigs deve affrontare nove accuse federali, inclusa la cospirazione per sedizione, e si è dichiarato non colpevole.

Michael Flynn

Michael Flynn È un ufficiale dell’esercito americano in pensione e ha servito come consigliere per la sicurezza nazionale nei primi 23 giorni dell’amministrazione Trump. Dopo aver riferito di aver fuorviato l’amministrazione sui suoi contatti con la Russia prima che Trump entrasse in carica, Flynn è stato costretto a dimettersi. incriminato, Ammissione di colpa a – e poi ha tentato di ritirare questa petizione – mentendo all’FBI sui suoi contatti russi. Flynn finalmente ha ricevuto Perdono presidenziale di Trump La fine di una saga legale durata tre anni.

Dopo le elezioni del 2020, Flynn è stato fortemente coinvolto nel movimento Stop Theft. Le sue stravaganti teorie sul ribaltamento delle elezioni alla fine sono arrivate alla Casa Bianca, in particolare durante la riunione dello Studio Ovale del dicembre 2020 in cui Flynn e l’avvocato Sydney Powell hanno suggerito che l’allora presidente dovrebbe attuare la legge marziale o confiscare le macchine per il voto.

Kelly Meggs

Kelly Meggs È il capitano della filiale della Florida del Dipartimento delle guardie ed è uno dei numerosi membri accusati di cospirazione sediziosa. Si è dichiarato non colpevole. I messaggi di testo del 6 gennaio circa mostrano che Meggs ha discusso la possibilità di utilizzare l’orgoglioso Boyce come “moltiplicatore di forza” il 6 gennaio con altre guardie del dipartimento e che era stato in contatto con l’ex consigliere di Trump Roger Stone per fornire sicurezza durante una rapina fermati al raduno.
Mig presumibilmente Ha guidato il primo famigerato “gruppo” di Oath Keepers Ha salito le scale per il Campidoglio il 6 gennaio, secondo il Dipartimento di Giustizia. Una volta dentro, Meggs sarebbe andata a cercare la presidente della Camera Nancy Pelosi.

Ethan Nordan

Ethan Nordan, un orgoglioso leader dello stato Boise di Washington, ha anche assunto un ruolo di leadership senior in assenza di Tario. Nordian, con Biggs, ha guidato un folto gruppo di ragazzi orgogliosi in una marcia dal Monumento a Washington al Campidoglio.

Nordian deve affrontare nove accuse federali, inclusa la cospirazione per incitare alla sedizione, e si dichiara non colpevole.

READ  Mentre l'invasione dell'Ucraina continua, gli Stati Uniti mettono in guardia la Cina dall'aiutare la Russia a eludere le sanzioni

Domenico Pezola

Orgoglioso membro dei Rochester Boys Domenico Pezola Accusato di aver rotto una finestra con lo scudo antisommossa di un agente di polizia rubato, accelerando la prima breccia del Campidoglio.
Presumibilmente è stato uno dei primi teppisti all’interno ed era in prima linea nel gruppo che ha inseguito l’ufficiale di polizia del Campidoglio Eugenio Goodman La cima delle scale.

Pezula deve affrontare 10 accuse federali, inclusa la cospirazione alla sedizione, e si dichiara non colpevole.

L'avvocato Sidney Powell parla alla stampa all'interno della sede del Comitato nazionale repubblicano il 19 novembre 2020 a Washington, DC.

Sydney Powell

Sidney Powell è un ex procuratore e procuratore generale che è diventato un eroe legale nel mondo di Trump per aver difeso Flynn quando ha affrontato accuse nell’indagine su Robert Mueller e in seguito per i suoi tentativi falliti di sfidare i risultati delle elezioni del 2020. Dopo le elezioni del 2020, ha ha unito le forze con Rudy Giuliani e altri avvocati di Trump per prendere in giro alcuni di loro Le più strane accuse di brogli elettoraliÈ noto che le ha promesso che avrebbe “rilasciato il Kraken” nelle sue manovre legali.
lei è adesso Di fronte a reclami di etica legale su come ha gestito il contenzioso alleato di Trump dopo le elezioni. Prima delle elezioni del 2020, ha rappresentato Flynn, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale di Trump, quando ha cercato di ritrattare un patteggiamento che aveva stretto con Mueller per false dichiarazioni rese all’FBI.
Foto di Stuart Rhodes, fondatore di Oath Keepers, nel febbraio 2021.

Stuart Rodi

Stuart Rhodes, veterano dell’esercito e laureato alla Yale Law School, Ha fondato i Guardiani del Giuramento nel 2009 e da allora guida l’organizzazione di estrema destra. Rhodes era al Campidoglio il 6 gennaio ma presumibilmente non è entrato nell’edificio, anche se i tabulati telefonici mostrano che ha comunicato con i membri che sono entrati in Campidoglio e con i membri organizzati in una “forza di reazione rapida” armata fuori Washington, DC .
Rodi era anche un Segnala un membro della chat “VIP”. Insieme a Roger Stone, Ali Alexander, Alex Jones e altri alleati chiave di Trump, secondo persone che hanno familiarità con i messaggi di Signal ottenuti dai pubblici ministeri.
Rodi, Con altri nove guardiani del giuramento, che dovrebbe essere processato a settembre con l’accusa di cospirazione sediziosa. Attualmente è detenuto in una struttura di detenzione federale vicino a Washington, DC. Rhodes si è dichiarato non colpevole di tutte le accuse penali emesse il 6 gennaio.

Kelly Sorrell

nel 2020, Kellye SoRelle si offre volontaria per lavorare con gli avvocati di Trump Ha assistito in alcuni degli sforzi della campagna di Trump per contestare i risultati delle elezioni presidenziali. Stretta alleata di Rodi, è stata fotografata con lui fuori dal Campidoglio il 6 gennaio. Ha fornito informazioni sia alla House Select Committee che all’FBI ma non è stata accusata di un crimine.
Roger Stone, ex consigliere dell'allora presidente Donald Trump, lascia la Corte degli Stati Uniti di E. Barrett Prettyman nel novembre 2019 a Washington, DC.

Ruggero Pietra

Attivista politico di lunga data e alleato di Trump, Roger Stone ha avuto un’enorme presenza in testa fino al 6 gennaio, Legato sia a Trump che agli estremisti di destra Coinvolto nei disordini del Campidoglio.
Stone, che è stato graziato da Trump nel luglio 2020 dopo essere stato condannato per crimini che includevano mentire al Congresso, ha partecipato alla manifestazione Stop Theft il 6 gennaio e aveva dettagli protettivi costituiti da membri delle guardie del giuramento, alcuni dei quali sono penalmente accusati di crimini . trama infiammatoria. come Alla testimonianza dell’ex aiutante della Casa Bianca Cassidy Hutchinson Prima del comitato il mese scorso, Trump, la notte prima delle rivolte del Campidoglio, ha detto al capo di stato maggiore Mark Meadows di chiedere a Stone e Flynn cosa sarebbe successo il 6 gennaio.
Stone ha testimoniato davanti alla commissione, Confermando il suo quinto emendamento diritto ad ogni domanda.
Enrique Tarrio, leader dei Proud Boys, si trova fuori dall'Hyatt Regency, dove la Conservative Political Action Conference si svolge nel febbraio 2021 a Orlando, in Florida.

Enrico Tario

Il capo dei Proud Boys Enrique Tarrio è stato arrestato per crimini non correlati due giorni prima del 6 gennaio e non si trovava a Washington il giorno dell’attacco, ma sarebbe rimasto in contatto con un gruppo di pianificazione di massa all’interno dei Proud Boys chiamato Dipartimento dell’autodifesa, o Dipartimento per lo sviluppo sociale.

READ  È in corso un'operazione di salvataggio per la Tasmania dopo che 230 balene sono state bloccate negli ultimi due giorni

Il primo evento del Dipartimento per lo sviluppo sociale, secondo i pubblici ministeri, è stato il raduno di Trump il 6 gennaio a Washington, e Tario ha inviato un messaggio audio al gruppo il 4 gennaio ammettendo che volevano “irrompere in Campidoglio”. Mentre l’attacco ha avuto luogo, Tario avrebbe scritto in un messaggio crittografato: “Non commettere errori… ce l’abbiamo fatta”.

Tarrio, Biggs, Pezzola e Nordean sono tra i leader dei Proud Boys accusato di associazione sediziosa. Come gli altri tre, Tario si è dichiarato non colpevole.

Tierney Snead della CNN e Holmes Lybrand della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.