Juventus – Dinamo Kiev 3-0, Chiesa e Morata, Ronaldo segna 750 gol in carriera – Corriere.it

Non ci sono partite superflue in Europa per Ronaldo Football ClubD’accordo con l’allenatore, ha perso, per riposarsi per l’opportunità di segnare per lui Obiettivo numero 750 in un Sabato anonimo nel SannioChristian lo fa Una figura tonda nel suo giardino, la UEFA Champions LeagueLa contabilità sale a 132: 805 ha raggiunto gli obiettivi di Joseph Bican ed è diventato il capocannoniere di tutti i tempi in un anno solare Un vero traguardo per il portoghese che ha festeggiato Il dodicesimo compleanno del suo primo Pallone d’Oro. Una settimana dopo, nove anni dopo l’ultima volta in Europa, Ritorna il duello con Leo Messi Al Camp Nou: Ala La Juventus dopo il pesante 2-0 dell’andata Necessità di vincere segnando tre gol a Barcellona.

Ronaldo un gol Un semplice tocco sulla linea di porta 2-0 E una parentesi da ricordare tra La prima puntata di Kisa in bianconero e la sesta di Morata in Champions League (Miglior personaggio): Se questo non fosse un tridente convenzionale, gli somiglierebbe molto, anche in termini di pericolo.

Ma siamo ancora in corso Fase del taxi Dalla nuova Juventus, si è già qualificato al girone di ritorno dell’ultima partita (nel girone più semplice degli ultimi anni) ma cerca risposte tangibili dopo un pessimo pareggio a Benevento che li ha spinti a 6 punti dal Milan. Questa volta la squadra di Pirlo non è crollata Nella ripresa i turni come avrebbero dovuto essere un punteggio che avrebbe potuto essere chiarito in precedenza.

Nel primo gol di Chiesa che arriva 20 anni e 256 giorni dopo che suo padre Enrico ha segnato in Champions League, Aggiungi uno La traversa è stata tirata da Ronaldo E altre due possibilità secondarie: Bhushan salva McKinney, poi Murata. Il meritato vantaggio arriva con Morata, che scarica dalla sinistra il cross di Alex Sandro: il pallone esce dalla porta e Kiza deve saltare un giro notevole per trasformarlo in rete, con la complicità in questo caso di un portiere.

READ  Rinviata a lunedì la seconda Coppa del Mondo femminile a Courchevel

La Juventus rischia qualcosa ma Chesney guarda un buco da De Licht Poi un tiro dalla distanza di Tsygankov. Fuori porta, Chiesa si conferma efficace passando dalla destra, anche senza spingere Cuadrado. Con il colombiano a riposo, la propulsione è stata totalmente delegata dalle retrovie ad Alex Sandro, che, dopo essersi fermato per fare rifornimento, inizia. Ma sempre l’azzurro lascia il segno con un’altra accelerazione (cross, rimbalzo tra il portiere e Morata che appoggia la rete a Ronaldo) e poi con Morata che costruisce 3-0. Sotto la montagna degli obiettivi di Ronaldo, qualcosa di interessante si sta muovendo.

2 dicembre 2020 (modifica il 2 dicembre 2020 | 23:23)

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *