In vista del vertice del G7, Italia e Giappone confermano la cooperazione

In vista del vertice del G7, Italia e Giappone confermano la cooperazione

Il 5 febbraio, il Primo Ministro Fumio Kishida ha incontrato il Primo Ministro italiano Giorgia Meloni nella sua residenza ufficiale a Tokyo. Durante il loro incontro, i due leader hanno concordato di collaborare per affrontare varie questioni nel prossimo vertice del G7. Il vertice è previsto per giugno nella provincia meridionale italiana della Puglia.

Kishida e Meloni hanno inoltre sottolineato che lavoreranno per promuovere lo sviluppo trilaterale giapponese, italiano e britannico Aerei da combattimento di nuova generazione. Inoltre, i due leader intendono accelerare la cooperazione in materia di sicurezza nei colloqui programmati tra funzionari degli affari esteri e della difesa a marzo.

Il piccolo partito di coalizione Komeito è rimasto cauto nell’allentare le restrizioni sulle esportazioni di attrezzature militari verso paesi terzi. Tuttavia, durante una riunione della commissione Bilancio della Camera il 5 febbraio, Kishida ha indicato la sua intenzione di accelerare il raggiungimento del consenso. “I partiti al governo vogliono prendere una decisione entro la fine di febbraio”, ha detto alla commissione.

Il 5 febbraio il primo ministro Kishida accoglie il primo ministro Meloni. (© Ufficio del Primo Ministro)

Consegna della presidenza del G7

L'incontro ha visto anche il passaggio della presidenza del G7 da parte di Kishida alla Meloni. In un comunicato stampa congiunto successivo all'incontro, Kishida ha confermato che sosterrà pienamente l'Italia al vertice. Ha affermato che “il Giappone non risparmierà alcuno sforzo nel cooperare con l'Italia per il successo del Summit pugliese di quest'anno”.

Durante la cena seguita all'incontro, le due parti si sono scambiate opinioni sulle azioni sempre più dominanti della Cina. Hanno anche discusso dei ripetuti lanci di missili balistici della Corea del Nord e dell'aggressione russa in Ucraina.

READ  Il pluripremiato pittore taiwanese debutta in Italia | Notizie di Taiwan

Sul fronte umanitario, Kishida e Meloni hanno deciso di lavorare insieme per migliorare la situazione nella Striscia di Gaza.

Al vertice di Hiroshima del maggio 2023, i leader del G7 hanno lanciato l’Hiroshima AI Process, un quadro per l’IA generativa. Basandosi su questa politica comportamentale, i due leader hanno riaffermato l’impegno del G7 ad assumere un ruolo guida nella realizzazione di un’intelligenza artificiale sicura e affidabile.

annuncio


Sicurezza di Fukushima e scarico dell'acqua trattata alpina
Cerimonia del saluto e della guardia d'onore il 5 febbraio. (© Ufficio del Primo Ministro)

Comprensioni condivise

Tra i leader del G7 molti ritengono che Kishida e Meloni siano per certi aspetti sulla stessa lunghezza d’onda. Attraverso questo incontro e la successiva cena, i due leader hanno approfondito il loro rapporto di fiducia.

Kishida ha spesso elogiato la Meloni, 47 anni, e le sue capacità di politica. Secondo quanto riferito, ha descritto la sua controparte italiana come “straordinaria” “per essere diventata primo ministro a 40 anni”.

La giovane figlia di Melonie la accompagna nelle gite ogni volta che è possibile. Durante il vertice di Hiroshima del maggio 2023, Kishida ha regalato alla ragazza un peluche del famoso personaggio di Hello Kitty. La Meloni ha espresso la sua gratitudine e ha ringraziato il Presidente del Consiglio per la sua gentilezza. Questo episodio indica lo stretto rapporto personale tra Kishida e Meloni.

I primi ministri giapponese e italiano arriveranno per rilasciare un comunicato stampa congiunto il 5 febbraio. (© Ufficio del Primo Ministro)

Prospettive pratiche sulla Cina

Meloni è il presidente di Fratelli d'Italia, un partito populista di destra soprannominato “l'estrema destra”. Pertanto, c’era una diffusa preoccupazione nel governo giapponese dopo il suo insediamento nel 2022.

READ  Svezia e Italia si aggiudicano la quinta vittoria

Tuttavia, da quando è diventato Primo Ministro, Meloni ha sviluppato una diplomazia cooperativa. I leader del G7 sono stati rassicurati dalla posizione dell'Italia al fianco degli Stati Uniti e dell'Europa contro l'aggressione russa in Ucraina.

È anche importante che Kishida e Meloni siano partner che condividono una visione coerente e pragmatica della Cina. La realtà è che alcuni leader del G7, come il presidente francese Emmanuel Macron, stanno dando priorità alle relazioni con la Cina. “È dovere del G7 confrontarsi con la Cina”, ha detto una volta Meloni a Macron.

L’Italia è stato l’unico Paese del G7 a partecipare all’iniziativa cinese Belt and Road. Ma la Meloni si ritirò dall’iniziativa nel dicembre 2023, allontanando nettamente l’Italia dalla Cina.

(I Primi Ministri di Italia e Giappone al vertice del 5 febbraio 2024. © Ufficio del Primo Ministro)

Valorizzare i rapporti con Taiwan

La Cina sta intensificando la pressione militare su Taiwan con l’obiettivo della “riunificazione”. Ancor prima di assumere la carica di primo ministro, la Meloni ha dichiarato il suo sostegno a Taiwan.

Ha inoltre chiesto una maggiore pressione sulla Cina da parte dell’Unione Europea. Il rafforzamento delle relazioni tra Italia e Giappone sarà un fattore importante nel plasmare l’opinione pubblica internazionale su Taiwan. Ciò sarà fondamentale per prevenire un’emergenza a Taiwan che potrebbe portare direttamente a una crisi in Giappone.

Imparentato:

(sta leggendo due Articoli Correlati in giapponese.)

Autore: Shingo Nagahara

annuncio


Sicurezza di Fukushima e scarico dell'acqua trattata alpina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *