Israele potrebbe violare la legge globale ordinando il trasferimento di Gaza: ONU | Notizie sul conflitto israelo-palestinese

Israele potrebbe violare la legge globale ordinando il trasferimento di Gaza: ONU |  Notizie sul conflitto israelo-palestinese

Le Nazioni Unite affermano che l’ordine dato da Israele a circa 1,1 milioni di persone nel nord di Gaza di spostarsi a sud potrebbe equivalere a un trasferimento forzato di civili.

L’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani ha affermato che il blocco totale di Gaza da parte di Israele, combinato con l’ordine di evacuazione, potrebbe equivalere al trasferimento forzato di civili, in violazione del diritto internazionale.

La sua portavoce, Ravina Shamdasani, ha detto martedì a Ginevra che Israele non ha ancora fatto alcuno sforzo per garantire alloggi adeguati e condizioni soddisfacenti alle persone evacuate.

“Siamo preoccupati che questo ordine, insieme all’imposizione di un blocco completo su Gaza, possa non costituire un’evacuazione temporanea legittima e quindi possa equivalere al trasferimento forzato di civili in violazione del diritto internazionale”, ha affermato.

Il trasferimento forzato di civili è classificato come un crimine contro l’umanità ed è punibile dalla Corte penale internazionale.

“Coloro che sono riusciti a rispettare l’ordine di evacuazione delle autorità israeliane sono ora intrappolati nel sud della Striscia di Gaza, con pochi ripari, scorte di cibo in rapido esaurimento e poco o nessun accesso ad acqua pulita, servizi igienico-sanitari, medicinali e altri beni di prima necessità. ” Ha detto Shamdasani.

Il 12 ottobre Israele ha ordinato a 1,1 milioni di persone nel nord di Gaza di evacuare e spostarsi a sud della Striscia.

Le dichiarazioni di Shamdasani arrivano mentre Israele si prepara a lanciare un attacco di terra su Gaza in risposta all’attacco lanciato da Hamas, il gruppo armato che governa la Striscia di Gaza, nel sud di Israele il 7 ottobre.

Ad oggi, dall’inizio degli attacchi aerei israeliani, almeno 2.800 palestinesi sono stati uccisi e circa 11.000 feriti. L’esercito israeliano ha affermato che dal 7 ottobre in Israele sono state uccise circa 1.400 persone.

READ  La Cina dice alla Corte internazionale di giustizia che ai palestinesi “non dovrebbe essere negata” la giustizia Notizie della guerra israeliana a Gaza

Il Programma Alimentare Mondiale ha affermato in commenti separati che le sue scorte di cibo nell’enclave assediata stanno finendo, ma sta accumulando scorte nella città egiziana di Al-Arish.

Abeera Atifa, responsabile delle comunicazioni regionali del Programma alimentare mondiale per il Medio Oriente e il Nord Africa, ha affermato che l’agenzia delle Nazioni Unite spera che “i camion degli aiuti attraverseranno non appena sarà consentito loro di raggiungere il confine”.

“Chiediamo un accesso senza ostacoli e un passaggio sicuro a Gaza per le forniture umanitarie tanto necessarie”, ha affermato.

Palestinesi cercano persone sotto le macerie di una casa distrutta dai raid israeliani a Khan Yunis, a sud della Striscia di Gaza [Mohammed Salem/Reuters]

Camion di cibo e aiuti essenziali si stanno dirigendo al valico di Rafah, al confine con l’Egitto, ma non è ancora sicuro se queste forniture possano attraversare il sud di Gaza.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato martedì che è necessario un accesso urgente a Gaza per fornire aiuti e forniture mediche e ha messo in guardia da una crisi umanitaria a lungo termine.

Secondo l’Autorità Palestinese delle Nazioni Unite, UNRWA, si prevede che le riserve di carburante in tutti gli ospedali di Gaza dureranno solo 24 ore.

Ha aggiunto: “La chiusura dei generatori di riserva metterà a serio rischio la vita di migliaia di pazienti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *