Gli ucraini “appartengono alla famiglia europea”

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il presidente rumeno Klaus Iohannis si sono incontrati al Palazzo Cotrosini, a Bucarest, in Romania, il 3 marzo. (George Callen/Reuters)

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha ribadito il sostegno dell’UE all’adesione dell’Ucraina, affermando che “non c’è dubbio che queste persone coraggiose che difendono i nostri valori con la loro vita appartengono alla famiglia europea”.

Il blocco potrebbe fornire ai rifugiati ucraini protezione, alloggio, accesso al lavoro e all’alloggio, ha affermato von der Leyen, aggiungendo che “non solo è un atto di empatia in tempo di guerra, questo è anche il nostro dovere di europei”.

Ha detto che almeno un milione di rifugiati sono fuggiti dall’Ucraina nella settimana dall’inizio dell’invasione e hanno “attraversato i nostri confini”.

In una conferenza stampa congiunta con il presidente rumeno Klaus Iohannis, von der Leyen ha annunciato la creazione di un “Centro di protezione civile per l’Ucraina” con sede in Romania per aiutare a soddisfare i bisogni umanitari.

Ha anche affrontato le lunghe code di persone al confine polacco affermando che “hanno emanato linee guida per la gestione delle frontiere. Questo per semplificare le procedure al confine e quindi consentire alle persone di trovare riparo più rapidamente”.

“Stiamo fornendo supporto umanitario per far fronte alle conseguenze di questa guerra” e “dispiegheremo almeno 500 milioni di euro dal bilancio dell’UE sotto forma di aiuti umanitari, e ovviamente altri a venire. Perché dobbiamo prepararci per il conseguenze devastanti di questa atroce guerra”, ha detto Von der Leyen.

Per quanto riguarda le sanzioni: Ha affermato che l’obiettivo dell’UE “è quello di interrompere la capacità del Cremlino di dichiarare guerra ai suoi vicini” e ha avvertito di “passi aggiuntivi se la situazione sul terreno dovesse deteriorarsi”.

Ha affermato che l’UE si sta preparando in caso di “ritorsione” da parte della Russia, lavorando per diversificare la sua fornitura di energia. Von der Leyen ha anche annunciato l’intenzione di collegare l’Ucraina alla rete elettrica europea. “Siamo coinvolti in questo insieme e accompagneremo l’Ucraina in questo processo con determinazione, unità e solidarietà”.

READ  L'ex dittatore militare sudcoreano Chun Doo-hwan è morto a 90

Ricorderemo sempre la determinazione e il coraggio del popolo ucraino. “Il nostro obiettivo è porre fine a questa guerra”, ha detto prima di aggiungere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.