Il salvataggio degli ostaggi complica gli sforzi americani per raggiungere un accordo di cessate il fuoco

Il salvataggio degli ostaggi complica gli sforzi americani per raggiungere un accordo di cessate il fuoco

nei giorni scorsi Salva quattro ostaggi Ciò probabilmente complicherà la posizione del Segretario di Stato Antony Blinken Sforzi per mediare un nuovo accordo di cessate il fuoco fra Israele E Hamas lo farebbe – Liberare il resto dei prigionieri a GazaUn alto funzionario dell’amministrazione ha detto a NBC News.

Il rilascio degli ostaggi ha rafforzato il primo ministro israeliano Benjamin NetanyahuIl funzionario ha detto a NBC News che gli Stati Uniti sono determinati a continuare le operazioni militari, piuttosto che accettare un cessate il fuoco. Il leader militare di Hamas, Yahya Sinwar, che ha resistito nonostante le forti pressioni del Qatar e dell'Egitto per raggiungere un accordo, potrebbe adottare una linea più dura a causa del gran numero di vittime civili palestinesi causate dall'operazione di salvataggio israeliana.

L'alto funzionario ha affermato che alcune vittime civili sono morte nello scontro a fuoco dei combattenti di Hamas che hanno risposto all'operazione israeliana. Secondo ufficiale Ha detto che Hamas è il responsabile ultimo dell'uccisione dei palestinesi nascondendo ostaggi in aree densamente popolate.

Ha aggiunto che, sebbene il rilascio dei quattro ostaggi israeliani sia una buona notizia, non cambierà lo status quo perché rimangono ancora un gran numero di ostaggi, tra cui cinque americani ritenuti vivi.

Ci sono anche tre ostaggi americani uccisi e le cui famiglie chiedono la restituzione dei loro resti.

L'esercito ha dichiarato di aver salvato Noi Argamani (25 anni), Almog Meir Gan (21 anni), Andrei Kozlov (27 anni) e Shlomi Ziv (40 anni), in una complessa operazione speciale diurna a Nuseirat.  (Tomer Appelbaum/AFP)

L'esercito ha dichiarato di aver salvato Noi Argamani (25 anni), Almog Meir Gan (21 anni), Andrei Kozlov (27 anni) e Shlomi Ziv (40 anni), in una complessa operazione speciale diurna a Nuseirat. (Tomer Appelbaum/AFP)

Foto: (Tomer Appelbaum/AP)Foto: (Tomer Appelbaum/AP)

Foto: (Tomer Appelbaum/AP)

Un’altra complicazione che devono affrontare gli sforzi diplomatici è ciò che è accaduto domenica Dimissioni del membro centrista del governo di guerra israelianogenerale in pensione Benny Gantz.

READ  Un incendio in una discoteca di Istanbul, in Turchia, uccide almeno 29 persone Notizia

Nelle sue dimissioni, Gantz ha accusato Netanyahu di aver gestito male la guerra e di essersi rifiutato di concordare cosa sarebbe accaduto a Gaza dopo la fine delle ostilità. L'amministrazione Biden ha cercato di persuadere Gantz a non dimettersi perché la sua assenza non avrebbe fatto altro che rafforzare i rapporti di Netanyahu con i membri di estrema destra della sua coalizione.

Un alto funzionario dell'amministrazione ha detto che Blinken dovrebbe incontrare domani Gantz nella sua qualità di membro del parlamento israeliano (Knesset) e leader di un piccolo partito di opposizione.

Quando tornerà nella regione lunedì – il suo ottavo dall’attacco di Hamas contro Israele del 7 ottobre – gli assistenti dicono che Blinken si concentrerà anche sulla situazione disperata. bisogno di Ottenere più aiuti per Gaza. Israele ha chiuso l’accesso al valico di Rafah il 6 maggio prima di iniziare un nuovo ciclo di operazioni militari lì, rendendo estremamente pericolose le consegne di aiuti.

Anche l'Egitto, il più antico alleato arabo di Israele, ha protestato contro le operazioni militari israeliane nella zona di confine tra i due paesi conosciuta come Corridoio di Filadelfia. Faceva tutto parte dell'agenda di Blinken quando ha incontrato in Egitto il presidente Abdel Fattah al-Sisi lunedì prima di partire per Israele più tardi nella giornata.

Negli ultimi sei mesi, il Segretario di Stato ha lavorato intensamente al cosiddetto piano Day After affinché Israele si ritirasse da Gaza e affidasse la sicurezza ad un’Autorità Palestinese riformata, con i leader arabi che promettevano di contribuire a finanziare il dopo-guerra. Fase di Gaza. Ricostruzione della guerra.

Ma con entrambe le parti che insistono sul fatto che un accordo di cessate il fuoco non verrà raggiunto, e con le proteste per l’orribile bilancio delle vittime derivante dai combattimenti tra Israele e Hamas lo scorso fine settimana, le possibilità di raggiungere un accordo in tempi brevi potrebbero svanire.

READ  La scrittrice Sally Rooney rimanda la traduzione in ebraico di un nuovo romanzo

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su NBCNews.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *