Il rischio di “malattia del cervo zombi” è basso nella Columbia Britannica nord-orientale

Il rischio di “malattia del cervo zombi” è basso nella Columbia Britannica nord-orientale
Cervi di notte. (tela)

forte st. JOHN, Columbia Britannica – La malattia da deperimento cronico (CWD), a volte conosciuta come “malattia del cervo zombi”, è apparsa nei cervi nella regione di Kootenai della Columbia Britannica, ma il rischio nel nord-est è relativamente basso.

La CWD è una malattia contagiosa e mortale che colpisce gli animali della famiglia dei cervidi, come cervi, alci, alci e caribù.

Il termine “malattia del cervo zombi” deriva dai sintomi della CWD, che includono perdita di peso, sbavatura, scarsa coordinazione, inciampi o generalmente malessere senza una ragione apparente.

Secondo il Ministero dell’acqua, del territorio e della gestione delle risorse, i casi sia nella Columbia Britannica che nell’Alberta sono ragionevolmente lontani dal nord-est, ma se la malattia si diffonde in una delle due province, il rischio aumenterà.

Sono stati identificati casi nella Columbia Britannica a sud di Cranbrook: il primo riguardava un cervo mulo maschio e il secondo riguardava una femmina adulta di cervo mulo colpita sulla strada.

Il laboratorio di riferimento della Canadian Food Inspection Agency ha confermato la diagnosi il 31 gennaio.

Il ministero afferma che il confine tra la Columbia Britannica e l’Alberta è stato identificato come un’area ad alto rischio per la trasmissione della “malattia dei cervi zombi” nella Columbia Britannica, quindi la sorveglianza è vitale per garantire che venga rilevata precocemente e impedita la diffusione in nuove aree.

“Le attività di risposta ai recenti rilevamenti di CWD nella Columbia Britannica si concentrano nella regione di Kootenay, ma dobbiamo rimanere diligenti negli sforzi di CWD in tutta la provincia”, ha scritto il ministero.

La provincia ha implementato test CWD obbligatori, nonché restrizioni sul trasporto e sullo smaltimento di eventuali incidenti stradali nell’area in cui sono stati rilevati i primi casi della malattia.

READ  La scoperta dell'influenza aviaria mette in quarantena la galleria d'arte NL

Come indicato nella mappa sopra, si applicano restrizioni all'interno dell'area di risposta iniziale.

Il veterinario della contea sta guidando la risposta con il supporto del comitato consultivo CWD e dei gruppi di lavoro regionali. I gruppi di lavoro comprendono le Prime Nazioni, le parti interessate, esperti nel campo della CWD e altri partner.

Non esiste alcuna prova diretta che la malattia possa essere trasmessa all’uomo e non sono stati segnalati casi di infezione nell’uomo. Tuttavia, Health Canada e l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomandano alle persone di non mangiare carne o altre parti di animali infetti dalla malattia.

Il pubblico è incoraggiato a segnalare eventuali avvistamenti di cervi, alci, alci o caribù che mostrano sintomi di CWD chiamando la linea Report All Hunters and Polluters al numero 1-877-952-7277.

Per informazioni sul monitoraggio e sui test, visitare Sito web del Governatorato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *