Il proprietario di uno studio di vetro caldo in Alberta è furioso dopo che il suo account Facebook è stato violato

Il proprietario di uno studio di vetro caldo in Alberta è furioso dopo che il suo account Facebook è stato violato

Un imprenditore dell'Alberta è furioso dopo che gli hacker hanno preso il controllo della sua pagina di successo sui social media, portando con sé la maggior parte della sua attività e 20.000 follower.

David Blankenstein, proprietario okotoks bicchiere caldo, Ha detto a Global News che gli hacker hanno preso il controllo del suo account Facebook l’8 settembre 2023 e Meta deve ancora aiutarlo a recuperarlo.

“Sono tutti affari miei”, disse piangendo. “Vorrei non aver investito tutto questo in Facebook perché, così, ora non c'è più.”

Blankenstein, che crea oggetti commemorativi in ​​vetro soffiato utilizzando le ceneri di persone e animali domestici deceduti, ha creato il suo account Facebook otto anni fa e da allora è cresciuto lentamente.

“Sono stato uno dei primi a creare una pagina aziendale su Facebook e l'ho fatta crescere una persona alla volta.”

La storia continua sotto l'annuncio


Fare clic per riprodurre il video:

Le infrastrutture critiche del Canada vulnerabili agli attacchi informatici: rapporto


Blankenstein è cresciuto fino a raggiungere più di 20.000 follower in tutta la contea e oltre, molti dei quali hanno condiviso con lui il viaggio della perdita.

“Onestamente, si piange molto con gli sconosciuti”, ha detto. “lei è bella.”

“A volte, quando le persone sono in una casa di cura e sono letteralmente sul letto di morte, utilizziamo FaceTime con la loro famiglia presente. Sceglieranno i colori e io mi consulterò con loro. Mi fa piangere ogni volta.”

David Blankenstein crea un pezzo commemorativo in vetro soffiato il 3 gennaio 2024.

Tomásia Da Silva

Ora ho perso quei contatti, insieme a migliaia di dollari.

La storia continua sotto l'annuncio

“Ho investito 30.000 dollari del mio denaro in pubblicità per aumentare le azioni, perché è quello che devi fare per avere successo su Facebook”, ha osservato. “(Gli hacker) hanno addebitato una tariffa pubblicitaria di 7.000 dollari. Hanno cambiato tutte le impostazioni in modo che nessun canadese potesse più vedere la mia pagina. Hanno disabilitato il mio account pubblicitario a cui ero connesso da otto anni.


Fare clic per riprodurre il video:

L'uomo di Edmonton perde $ 500.000 in una truffa di criptovaluta


Blankenstein ha detto di aver ricevuto una notifica sul suo telefono che qualcuno aveva avuto accesso al suo account, ma poiché aveva tutte le misure di sicurezza necessarie in atto, non ci ha pensato molto finché non è stato troppo tardi.

Ricevi le ultime notizie su Money 123 inviate alla tua casella di posta ogni settimana.

Anche le sue numerose e-mail a Facebook non hanno prodotto risultati.

“Non puoi chiamare Facebook e dire: 'Ehi, ho bisogno di aiuto'. Mark Zuckerberg non verrà qui a salvarmi”, ha detto.

La storia continua sotto l'annuncio

“Non sono una grande multinazionale. Sono un padre single che ha lavorato 20 anni per arrivare qui e ora è come se tutto fosse scomparso. È dura.”

Gli hacker colpiscono le aziende

Notizie globali Le aziende e le organizzazioni sono da anni gli obiettivi principali degli hacker e la situazione peggiorerà con lo sviluppo della tecnologia e la diffusione dell’intelligenza artificiale, hanno affermato gli esperti di sicurezza informatica.

“Con le aziende, diventa sicuramente un grande obiettivo”, ha detto Tola Jimoh.

Jimoh è il fondatore e responsabile del rischio informativo di Società di consulenza cyber strategica. L'uomo di Calgary ha notato che spesso non ha senso che gli hacker vadano dove c'è più denaro.

“Se sono un aggressore, perché perseguire una persona quando posso colpire un'azienda e far arrestare, diciamo, 10.000 persone. E questo significa più soldi per me quando scambio quei dati sul dark web.

Gli account aziendali sui social media sono tutt’altro che sicuri, ha affermato Jimoh, aggiungendo che contengono molte informazioni e contatti che potrebbero alla fine portare a un pagamento.

“Come aggressore, devo trovare un modo per raggiungerti. Se non riesco a raggiungerti sulla rete aziendale, ti contatterò attraverso i tuoi social media”, ha detto.

La storia continua sotto l'annuncio

“Penso che si dia per scontato che i social media non siano vulnerabili quanto la rete aziendale, e questo non è vero. I social media sono il canale più facile. È il luogo a cui prestiamo meno attenzione. Il luogo in cui non necessariamente ne distribuiamo così tante misure di sicurezza o quanto necessario.” .


Fare clic per riprodurre il video:

Le minacce informatiche, AI e deepfake contro le elezioni sono in aumento: CSE


Enorme perdita di affari

Blankenstein ha dichiarato a Global News di aver adottato tutte le misure di sicurezza necessarie per mantenere il suo account al sicuro e di non sapere ancora cosa stessero cercando gli hacker prendendo il controllo del suo account.

Quello che sa è che la sua attività ha sofferto molto. Riceveva circa 30 ordini di prodotti ogni due giorni, mentre ora ne riceve circa cinque a settimana.

Non basta per pagare le spese generali del suo studio, che costa circa 5.000 dollari al mese. Ha detto che non stava chiedendo pietà, solo un po' di giustizia e, soprattutto, misericordia.

La storia continua sotto l'annuncio

“Se qualcuno mi sta facendo questo, per favore, per favore, smettila.”

Global News ha contattato Meta, la società madre di Facebook, per un commento ma non ha ricevuto risposta.

&Copy 2024 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.

READ  Il settore dell'ospitalità è in grande difficoltà - Südtirol News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *