I soccorritori giapponesi corrono per trovare i sopravvissuti mentre il bilancio delle vittime del terremoto sale a 78 | Notizie sul terremoto

I soccorritori giapponesi corrono per trovare i sopravvissuti mentre il bilancio delle vittime del terremoto sale a 78 |  Notizie sul terremoto

L'entità dei danni stradali e il maltempo stanno ostacolando gli interventi di soccorso, tre giorni dopo il terremoto al largo della penisola di Noto.

Più di 50 persone risultano disperse, mentre i soccorritori giapponesi combattono il freddo per raggiungere le comunità che rimangono isolate tre giorni dopo che un devastante terremoto ha colpito la costa occidentale del paese.

Secondo le autorità locali, almeno 78 persone sono state confermate morte e altre 330 ferite dal terremoto di magnitudo 7,6 che ha colpito la penisola di Noto il 1° gennaio.

Giovedì i funzionari hanno pubblicato un elenco di 51 persone provenienti da tre città di cui non è stato possibile confermare la sorte.

Più di una dozzina di comunità sono state isolate.

Soldati, vigili del fuoco e agenti di polizia provenienti da tutto il Giappone cercano segni di vita tra le case di legno crollate e gli edifici commerciali crollati. Gli esperti affermano che i primi tre giorni sono particolarmente cruciali perché poi le probabilità di sopravvivenza diminuiscono drasticamente.

“Questa è una situazione molto difficile. Ma dal punto di vista della protezione delle vite umane, vi chiedo di fare ogni sforzo per salvare quante più vite possibile entro stasera, dopo che sono trascorse 72 ore critiche dal disastro”, Lo ha detto giovedì il primo ministro Fumio Kishida in una riunione del governo.

Ha annunciato che il numero delle forze inviate nella regione per le operazioni di salvataggio è aumentato da circa 1.000 a 4.600.

La ristrettezza della penisola di Noto, duramente colpita, ha aumentato le difficoltà di accesso per alcune comunità. In alcune zone i servizi di acqua, elettricità e telefonia mobile sono ancora interrotti.

READ  Un micidiale tornado colpisce Berryton, in Texas, nel bel mezzo di una tempesta americana
Gli sfollati a Wajima si mettono in fila per l'acqua [Kim Kyung-Hoon/Reuters]

Ci sono state quasi 600 scosse di assestamento dal terremoto principale, facendo temere l'esistenza di frane, con la pioggia che dovrebbe aumentare il rischio.

Naomi Juneau ha detto che lei e i suoi figli sono scappati di casa subito dopo la caduta.

I suoi figli gridavano chiamando la nonna e Giunone vide sua madre intrappolata sotto la casa distrutta, con solo la mano visibile. È riuscita a uscire attraverso un piccolo spazio, ha detto Juneau.

“Non posso credere che siamo ancora vivi”, ha detto. “Viviamo nella paura.”

Niente acqua né elettricità

A Wajima, dove un enorme incendio ha devastato parti del porto e l’area circostante, le persone si sono messe in fila per procurarsi acqua e cibo.

Il terremoto ha reso le strade tortuose e lacerate, rendendo più difficile raggiungere le zone più colpite.

“Rispetto ad altri disastri, le condizioni della strada che porta a Wajima sono pessime. Ho la sensazione che ci voglia più tempo del solito perché i soccorsi arrivino”, ha detto all'agenzia di stampa Reuters l'operatore sanitario Shunsaku Kuhriki.

Penso che, realisticamente, gli sfollati dovranno vivere in condizioni davvero difficili per un po’.

L’entità complessiva dei danni e delle perdite rimane poco chiara, a quattro giorni dal terremoto più mortale che ha colpito il Giappone almeno dal 2016.

Le perquisizioni della polizia hanno fatto crollare le case a Wajima
Il governo ha detto che aumenterà il numero di soldati che aiuteranno nelle operazioni di salvataggio [Jiji Press via EPA]

Tutti i decessi sono stati segnalati vicino all'epicentro nella prefettura di Ishikawa. Secondo i funzionari della regione, più di 33.000 persone sono state evacuate dalle loro case e le forniture idriche sono state interrotte a circa 100.000 case.

Quattro delle placche tettoniche del mondo si incontrano in Giappone, rendendo il paese particolarmente vulnerabile ai terremoti.

La regione sperimenta centinaia di scosse ogni anno, ma la maggior parte causa danni minimi o nulli.

READ  Veterano condannato al carcere per aver frodato il muro di confine degli Stati Uniti | Notizie sul confine tra Stati Uniti e Messico

I terremoti hanno colpito il territorio di Noto con crescente forza e frequenza negli ultimi cinque anni.

Nel 2011 il Giappone nord-orientale è stato colpito da uno dei terremoti più forti mai registrati.

Il terremoto sottomarino di magnitudo 9.0 ha innescato un enorme tsunami che ha spazzato via intere comunità e ha portato alla fusione della centrale nucleare di Fukushima. Almeno 18.500 persone furono uccise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *