Tesla consente la guida a mani libere utilizzando il pilota automatico per periodi più lunghi. Le autorità di regolamentazione statunitensi hanno domande – Notizie economiche

Tesla consente la guida a mani libere utilizzando il pilota automatico per periodi più lunghi.  Le autorità di regolamentazione statunitensi hanno domande – Notizie economiche

Tesla consente ad alcuni guidatori di utilizzare il suo sistema di assistenza con pilota automatico per lunghi periodi di tempo senza forzare le mani sul volante, uno sviluppo che ha allarmato le autorità di regolamentazione della sicurezza statunitensi.

La National Highway Traffic Safety Administration ha ordinato a Tesla di comunicare all’agenzia quanti veicoli hanno ricevuto un aggiornamento software che lo rende possibile, e sta cercando maggiori informazioni sui piani del produttore di auto elettriche per una più ampia distribuzione.

“NHTSA è preoccupata che questa funzionalità sia stata introdotta nei veicoli di consumo, e ora che l’esistenza di questa funzionalità è nota al pubblico, più conducenti potrebbero provare ad abilitarla”, ha affermato John Donaldson, consigliere capo ad interim dell’agenzia. scrisse in una lettera del 26 luglio a Tesla che è stato pubblicato sul sito web dell’agenzia. “Il conseguente allentamento dei controlli progettati per garantire che il conducente rimanga impegnato nel compito di guida dinamica può comportare una maggiore disattenzione del conducente e l’incapacità del conducente di supervisionare adeguatamente l’autopilota”.

Mercoledì mattina è stato lasciato un messaggio in cerca di commenti da parte di Tesla. “Se non hai provato Tesla Autopilot, non sai quanto sia fantastico”, ha scritto mercoledì il CEO di Tesla Elon Musk su X, ex Twitter.

READ  Northwest Charcuterie offre un tocco di tradizione italiana

Era il governo Le indagini vanno con il pilota automatico In caso di collisione con veicoli di emergenza parcheggiati sulle autostrade, nonché di collisione con motociclette e attraversamento di rimorchi. Lui lei Un’indagine ufficiale è stata aperta nel 2021 Dal 2016, ha inviato investigatori su 35 incidenti di Tesla che potrebbero coinvolgere sistemi di guida parzialmente automatizzati. Sono morte almeno 17 persone.

Tesla afferma che il pilota automatico e il suo sistema più avanzato di “guida completamente autonoma” non possono guidare da soli e che i guidatori devono essere pronti a intervenire in ogni momento. Il pilota automatico generalmente può mantenere il veicolo nella sua corsia e ad una certa distanza dagli oggetti che lo precedono.

L’ordinanza speciale chiede a Tesla di descrivere le differenze in un aggiornamento software che riduce o elimina i casi in cui il pilota automatico richiede ai conducenti di premere il volante, “incluso il periodo di tempo consentito al pilota automatico per funzionare senza richiesta di coppia e eventuali avvisi o campanelli”. fornito al conducente.

La lettera al responsabile legale di Tesla, Dina Eskin, della società di Austin, Texas, chiede perché l’aggiornamento software è installato e come giustifica i consumatori che lo ottengono.

Cerca inoltre segnalazioni di incidenti e quasi incidenti relativi a veicoli per i quali il software è stato aggiornato. “La vostra risposta dovrebbe includere eventuali piani per abilitare il software rilevante nei veicoli di consumo entro il prossimo anno solare”, ha scritto Donaldson nella lettera.

L’ufficiale della Tesla dovrà rispondere alla lettera sotto giuramento entro il 25 agosto, altrimenti l’agenzia deferirà la questione al Dipartimento di Giustizia, che potrà richiedere una sanzione massima di oltre 131 milioni di dollari.

READ  Volvo collabora con l'obiettivo di migliorare il B2B

Il sistema di monitoraggio dei conducenti di Tesla è stato criticato dai sostenitori della sicurezza e dal National Transportation Safety Board perché consente ai conducenti di verificare quando il pilota automatico è attivo.

Dopo aver indagato su tre incidenti legati al pilota automatico, nel 2017 l’NTSB ha raccomandato a Tesla e ad altre cinque case automobilistiche di identificare dove i sistemi parzialmente automatizzati possono essere utilizzati su autostrade ad accesso limitato e di rafforzare i loro sistemi di monitoraggio dei conducenti.

Tutte le case automobilistiche tranne Tesla hanno risposto. Nel 2021, Jennifer Homendy, presidente del National Transportation Safety Board, ha scritto a Musk una lettera esortandolo ad agire secondo le raccomandazioni. L’NTSB ha detto che Musk non ha mai risposto.

L’NTSB sta indagando sugli incidenti ma non ha alcuna autorità di regolamentazione. Può solo fornire raccomandazioni alle case automobilistiche o ad altre agenzie federali come NHTSA.

La maggior parte delle altre case automobilistiche utilizza una telecamera a infrarossi per assicurarsi che il conducente presti attenzione. Alcune auto Tesla sono state recentemente dotate di telecamere che monitorano i conducenti.

Jake Fisher, che dirige i test sui veicoli presso Consumer Reports, ha affermato che Tesla potrebbe aver attivato telecamere per monitorare i conducenti e questo potrebbe essere il motivo per attenuare le notifiche al volante.

Ma durante l’ultimo test del pilota automatico nel 2022, le telecamere non hanno fatto nulla e le auto Tesla più vecchie non sono dotate di telecamere, ha detto Fisher. Tuttavia, Fisher ha affermato che le telecamere monitorano i conducenti durante l’utilizzo della “guida completamente autonoma”.

Ha affermato che le telecamere sono migliori nel garantire l’attenzione dei conducenti rispetto agli schermi del volante.

READ  Trasformare gli spazi con intonaci veneziani e altro - Comox Valley Record

I proprietari di Tesla definiscono “fastidiosi” gli avvisi relativi al posizionamento delle mani sul volante.

Fischer ha affermato che quando il sistema Autopilot è stato introdotto per la prima volta nel 2015, avvisava i conducenti di prestare attenzione se non sentivano la coppia sul volante per circa tre minuti. Ha detto che in seguito è stato ridotto a 30 secondi, ma cambia tra gli aggiornamenti del software. “Sembra sempre che salti”, ha detto.

Consumer Reports ha inoltre riscontrato che è facile bypassare il sistema di monitoraggio del volante di Tesla.

All’inizio di questo mese NHTSA Gli investigatori inviati a un incidente aereo in Virginia Una Tesla apparentemente con il pilota automatico ha investito un rimorchio del trattore, uccidendo il conducente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *