“Il progetto scientifico definitivo”: gli studenti di Edmonton inviano un esperimento sui vermi nello spazio

“Il progetto scientifico definitivo”: gli studenti di Edmonton inviano un esperimento sui vermi nello spazio

Gli studenti della Michael Strembitsky School stanno lavorando a un progetto scientifico fuori dal mondo, e i risultati saranno testati sulla Stazione Spaziale Internazionale entro la fine dell'anno come parte di Programma di esperimenti di volo spaziale per studenti (SSEP).

Questo compito ha sfidato quattro studenti di terza media a testare come la microgravità influenza la riproduzione e la rigenerazione di una specie di verme piatto nello spazio.

“Sono loro che hanno inventato questa cosa”, ha detto Julie Arsenault, un'insegnante di scienze della scuola. “È il progetto scientifico definitivo. Ho semplicemente facilitato l'operazione, lo hanno inventato loro stessi.”

Arsenault ha affermato che l'idea del progetto si basa sull'uso dei vermi piatti nella piscicoltura.

“Se gli esseri umani lasciassero il pianeta, dovremmo fare affidamento principalmente sulle piante, ma questi giovani gentiluomini intelligenti hanno avuto l'idea che avremmo potuto portare in piccoli allevamenti di uova di pesce e forse vermi piatti e allevarli per il cibo”, ha detto Arsenault. con questo.” “Hanno trovato altri collegamenti sorprendenti con la rigenerazione delle cellule staminali.”

La storia continua sotto l'annuncio

“Abbiamo cercato di cercare qualcosa di speciale, e questi erano vermi, platelminti, che potevano rigenerarsi da soli”, ha detto lo studente Owen Banfield. “Abbiamo iniziato a fare ricerche per vedere se potevano sopravvivere nello spazio.

“È stato fantastico. Penso che probabilmente potrei inserirlo nel mio curriculum.”

Ricevi le ultime notizie nazionali. Inviato alla tua email, ogni giorno.

La Michael Strembitsky School ha presentato due progetti alla SSEP per conto delle Edmonton Public Schools.

“Quando hanno detto che avevamo vinto, mi è sembrato surreale”, ha detto Riley Eng. “I momenti migliori sono stati tentativi ed errori. Il corpo umano ha bisogno di molti nutrienti per sopravvivere. Se vogliamo continuare a mandare più persone nello spazio, avremo bisogno anche di cibo.”

READ  L'aurora boreale potrebbe essere visibile sul North Dakota stasera, la prossima settimana

Arsenault ha affermato che gli studenti hanno dedicato molte ricerche e scritti allo sviluppo della loro esperienza e che essere selezionati dalla SSEP è motivo di orgoglio. “Come insegnante, tutto ciò che puoi sperare è che i tuoi studenti trovino qualcosa in cui sono coinvolti ed entusiasti.”

Anche il progetto non è stato privo di sfide. Gli esperimenti dovettero essere ripetuti e alcuni vermi mangiavano troppo, quindi il cibo dovette essere ridotto.

SSEP è stato lanciato nel giugno 2010 da Centro Nazionale per l'Educazione alle Scienze della Terra e dello Spazio (NCESSE). Il programma è descritto come un’iniziativa STEM di “alta qualità” che sfida la capacità degli studenti di esplorare la scienza e l’amore per l’apprendimento.

La storia continua sotto l'annuncio

Gli studenti della Scuola Michael Strembitsky stanno lavorando a un progetto scientifico fuori dal mondo.

Notizie globali

Gli studenti dell'ottavo anno della scuola Michael Strembitsky posano con il loro insegnante.

Notizie globali

L'esperimento sulla microgravità vedrà uno degli esperimenti guidati dagli studenti trasferito sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) dove sarà gestito dagli astronauti. L'esperimento è progettato per funzionare in un piccolo laboratorio aeronautico certificato. Dopo essere rimasto in orbita per un periodo compreso tra le quattro e le sei settimane, l'esperimento verrà riportato sulla Terra per essere raccolto e analizzato dalla squadra di volo studentesca.

La storia continua sotto l'annuncio


Fare clic per riprodurre il video:

Gli studenti della Queen's University effettuano un esperimento scientifico nello spazio


&Copy 2024 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *