Due uccelli selvatici risultano positivi per la prima volta all’influenza aviaria nello Yukon

Lo Yukon è l’ultimo posto in cui si verificano casi di influenza aviaria mentre l’epidemia continua in tutto il paese.

Funzionari del ministero dell’Ambiente hanno dichiarato venerdì in un comunicato stampa che due carcasse di uccelli acquatici nel sud dello Yukon sono risultate positive al virus H5N1.

L’influenza aviaria è una malattia altamente contagiosa, diffusa dagli uccelli migratori selvatici, che causa gravi malattie e morte negli uccelli. In rari casi, il virus può diffondersi all’uomo e ad altri mammiferi come maiali, gatti e cani.

La malattia si è già fatta strada tra gli greggi delle province, uccidendo centinaia di persone sulla sua scia.

“Gli allevatori di bestiame e gli abitanti dello Yukon che possiedono uccelli domestici devono proteggere i loro uccelli da questo virus”, ha affermato il ministero nel comunicato stampa, aggiungendo che ciò include polli da cortile e pollame domestico, nonché allevamenti di pollame commerciali.

Questa è la prima volta che l’influenza aviaria si fa strada nel territorio, ha affermato Kristen Magnuson, veterinaria ad interim con il programma Yukon.

“Voglio dire, è qualcosa di cui siamo sempre consapevoli”, ha detto Magnuson. “È qualcosa che circola sempre, proprio come circola sempre l’influenza umana”.

Magnuson ha detto che gli Yukoner possono cercare alcuni segni e sintomi nei loro uccelli per vedere se sono infetti, come la ridotta produzione di uova dei polli, la mancanza di energia e il gonfiore intorno al collo o agli occhi.

Una volta rilevata, ha detto Magnuson, l’influenza ha un tasso di mortalità vicino al 100 percento per un intero gruppo di uccelli.

Ha aggiunto che ci sono alcuni vantaggi per quanto riguarda gli allevamenti di pollame nella regione.

READ  Caratteristica rover cinese a forma di cubo sul lato opposto della luna

“Siamo una vasta area, quindi non abbiamo una produzione ad alta intensità come quella che sta accadendo in alcuni dei principali centri”, ha detto Magnuson.

Galline ovaiole nella fattoria di Mandalay nello Yukon. (Cheryl Quaga/CBC)

Cathy Stannard, co-proprietaria di Mandalay Farms fuori Whitehorse, ha detto di non essere sorpresa di vedere i casi arrivare nella zona.

Ha detto che se un uccello nel suo gregge avesse contratto il virus, sarebbe stato difficile sostituirlo.

“Non è che possiamo alzare il telefono e dire: ‘Hai degli uccelli per noi?”, ha detto. “Non funziona così.”

Stannard ha detto che ha tenuto i suoi polli dentro, piuttosto che lasciarli vagare liberi, da quando ha sentito la notizia. Finora, il suo gregge è sano, quindi ciò non dovrebbe influire sulle vendite di uova locali.

Il governo dello Yukon chiede ai residenti di riferire di aver visto uccelli malati o morti sulla linea TIPP al numero 1-800-661-0525.

In un comunicato stampa, il governo ha affermato che in caso di focolaio di influenza, verrà fornito un risarcimento agli uccelli morti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.