Il principe William ha ricevuto “una somma di denaro molto elevata” in un accordo per hacking telefonico: documenti del tribunale

Il principe William ha ricevuto silenziosamente una “somma di denaro molto elevata” in un accordo del 2020 con il braccio del giornale britannico dell’impero mediatico di hacking telefonico di Rupert Murdoch, secondo i documenti del tribunale rilasciati martedì in una delle cause legali di suo fratello.

Il pagamento di danni non specificati è stato rivelato dall’avvocato del principe Harry in una sintesi delle argomentazioni sul motivo per cui la causa di Harry contro l’ormai defunto editore di The Sun e News of the World non è stata archiviata. La causa sostiene che i giornali abbiano raccolto illegalmente informazioni in uno scandalo che risale a due decenni fa.

News Group Newspapers (NGN), di proprietà di Murdoch, ha sostenuto che un giudice dell’Alta Corte dovrebbe respingere le accuse di hacking telefonico del principe Harry e dell’attore Hugh Grant perché le accuse sono state presentate troppo tardi.

Ma Harry, duca di Sussex, ha detto che gli è stato impedito di portare il suo caso a causa di un “accordo confidenziale” tra la famiglia reale e i giornali che chiedevano un accordo e delle scuse. L’accordo, che il principe ha affermato essere stato autorizzato dalla defunta regina Elisabetta, avrebbe impedito futuri contenziosi da parte dei membri della famiglia reale.

L’editore ha negato l’esistenza di qualsiasi accordo di riservatezza.

La convenzione riguardava il ‘tampongare’

Harry ha affermato che la logica dell’accordo di riservatezza raggiunto con gli alti dirigenti di News Group Newspapers era quella di evitare di mettere i membri della famiglia reale sul banco dei testimoni per raccontare messaggi audio imbarazzanti intercettati dai giornalisti.

READ  Martin Sheen ricorda Laurence Fishburne che salva la vita di Emilio Estevez

Harry alluse a un incidente che divenne noto come “il tamponamento”, in cui trapelavano registrazioni di conversazioni intime in cui suo padre, ora re Carlo, parlando con la sua amante, ora regina Camilla, si paragonava a un tampone.

Re Carlo e Camilla, la regina, arrivano a un ricevimento a Ballattier, in Scozia, l’11 ottobre 2022. (Andrew Milligan/Pool/AFP/Getty Images)

“La Corporation era molto nervosa per questo e voleva evitare a tutti i costi il ​​tipo di danno reputazionale che aveva subito nel 1993, quando The Sun e un altro giornale ottennero i dettagli di un’intima conversazione telefonica avvenuta tra mio padre e la matrigna nel 1989”, disse Harry nella sua testimonianza, mentre era ancora sposato con mia madre.

Harry ha detto che avrebbe intentato una causa prima se non fosse stato per l’accordo. Ha iniziato a spingere per una risoluzione nel 2017, ma ha detto di averne “abbastanza” dopo aver “perseguitato” l’editore. ha intentato una causa nel 2019.

Importo non divulgato

I documenti del tribunale affermano che William, principe di Galles ed erede al trono, in seguito si accontentò di una grossa somma non rivelata.

È importante tenere presente che quando si risponde a questo tentativo di NGN di impedire che le sue affermazioni vengano perseguite, [Harry] L’avvocato David Sherborne ha scritto che doveva rendere pubblici i dettagli di questo accordo confidenziale, così come il fatto che suo fratello, Sua Altezza Reale il Principe William, aveva recentemente risolto la sua causa contro NGN dietro le quinte. di [Harry] come uno “scudo piuttosto che una spada” contro l’attacco NGN.

Due uomini vestiti di blu stanno uscendo.
Il principe William, a sinistra, e il principe Harry arrivano per l’inaugurazione di una statua della loro madre, la principessa Diana, nel Sunken Garden a Kensington Palace, Londra, il 1° luglio 2021. (Dominique Lipinski/AFP/Getty Images)

La causa è una delle tante che Harry ha portato nella sua battaglia contro i tabloid britannici. Altri due casi riguardanti l’hacking telefonico, incluso uno contro l’editore di The Mirror, andranno in tribunale il mese prossimo, tre giorni dopo l’incoronazione di Charles. Harry dovrebbe testimoniare nel caso a giugno.

News Group Newspapers ha sostenuto che Harry non meritava un’eccezione alla scadenza di sei anni per intentare una causa legale perché era a conoscenza dell’hack telefonico da parte di News of the World.

In effetti, l’ex corrispondente di Royal Family News of the World Clive Goodman e l’investigatore privato da lui assunto, Glenn Mulcaire, sono stati entrambi citati in giudizio e incarcerati per il loro ruolo nell’intercettazione di messaggi vocali.

Goodman si è scusato in tribunale con Harry, William e il loro padre, l’allora principe Carlo, nel 2006. L’avvocato di NGN Anthony Hudson ha dichiarato nei documenti del tribunale che il giornale si è scusato con Harry e altri.

altri pagamenti economici

Il sito Web News of the World è stato chiuso nel 2011, dopo che è stato rivelato che lo scandalo dell’hacking telefonico aveva aggirato reali, politici e celebrità e aveva intercettato i messaggi di una ragazza assassinata, parenti di soldati britannici morti e vittime di bombardamenti.

Il crollo di News of the World e le relative cause legali sono costati alla casa editrice britannica di Murdoch più di 1 miliardo di sterline (1,6 miliardi di dollari), secondo una revisione dei documenti aziendali della Press Gazette, una pubblicazione mediatica britannica.

La Gazette ha notato in un articolo del 2021 che i problemi di hacking del telefono e le relative spese nel 2020, l’anno del presunto pagamento di William, sono costati a NGN 80 milioni di sterline (133 milioni di dollari).

La scorsa settimana, il canale Fox News di Murdoch ha accettato di pagare più di 787 milioni di dollari per risolvere una causa con Dominion Voting Systems per la trasmissione di false accuse dopo le elezioni presidenziali statunitensi del 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *