“Asteroid City” vede Jason Schwartzman nei panni di un padre “sexy” e stimolante in un nuovo film

“Asteroid City” vede Jason Schwartzman nei panni di un padre “sexy” e stimolante in un nuovo film

(Da sinistra a destra) lo sceneggiatore/regista Wes Anderson, l’attore Jason Schwartzman e l’attore Tom Hanks sul set di ASTEROID CITY, FOCUS FEATURES RELEASE. (Per gentile concessione di Roger Do Minh / Pop. 87 Productions / Focus Features)

Quando pensi a un film di Wes Anderson, è probabile che l’attore che associ al creatore del film sia il suo collaboratore di lunga data Jason Schwartzman.

uscita del film Città degli asteroidi Non solo segna un altro progetto che riunisce Anderson e Schwartzman, ma una storia e un ruolo da protagonista che Anderson e il co-sceneggiatore Roman Coppola hanno realizzato appositamente per l’attore.

Avendo visto Schwartzman in numerosi film di Anderson, a cominciare dal film del 1998 Rushmoreinterpreta il padre Città degli asteroidi Qualcosa che è sembrato “impegnativo” ma “eccitante” per l’attore.

In Città degli asteroidi Schwartzman interpreta Auggie Stenbeck, padre di un figlio, Woodrow interpreta Jake Ryan e tre gemelle sono gemelle. Auggie è un fotografo di guerra ma ha anche a che fare con la morte di sua moglie, di cui non ha parlato ai suoi figli, fino a quando non si dirigono verso la città deserta di Asteroid City.

“Penso che con alcuni degli altri personaggi che ho interpretato, ci sia una sensazione … questo tipo energico di insoddisfazione o ansia”, ha detto Schwartzman. Yahoo Canada. “Questo personaggio sembra così interessante perché ha la stessa cosa, ma in una parte completamente diversa della sua vita.”

“Il modo in cui pensa alle cose è un nuovo modo di pensare per me, in termini di personaggi. Penso che l’età, il suo lavoro, essere un padre, il modo in cui Wes l’ha scritto, mi ha attratto provare a interpretare qualcuno con molta esperienza di vita”.

Per la maggior parte del film, Auggie dipende dal figlio maggiore. Fin dall’inizio del processo cinematografico, Wes voleva che Ryan e Schwartzman lavorassero insieme il più possibile per creare un legame padre-figlio.

READ  La ABC rivela l'evoluzione di The Bachelorette durante il finale di 'The Bachelor' - The Hollywood Reporter

“La cosa incredibile per me è che, quando ho avuto le mie figlie sul set, le terzine, ho capito quanto fosse importante Jake non solo come attore, come personaggio, ma quanto contavo su di lui per aiutarmi a essere come lui “, ha detto Schwartzman. “Perché penso che sia diverso per loro.” Avere qualcuno con cui parlare e questa è la mia età, contro 17. “

“Il modo in cui parlavo con loro o mi comportavo con loro, volevo che si sentissero come se fossi il loro padre. Penso che ci fosse solo qualcosa di interiore, quel Jake, … mi sono appoggiato così tanto a lui e sapevo fino a che punto il mio personaggio avrebbe appoggiarsi a lui. Come fotografo di guerra … con un diciassettenne e le sue figlie di sei anni, devo dire così tante volte: “Me ne vado e tu sei l’unico da incolpare per questo .”

Schwartzman ha continuato sottolineando il personaggio di Augie Città degli asteroidi L’attore ricorda ad Anderson i ruoli cinematografici del passato, quando interpretava i personaggi più giovani e la persona più anziana era “su un piano di parità”.

“Molte volte mi sento come se fossi giovane a parlare con questi adulti e mi godo la sensazione che normalmente non ho, che è solo parlare con loro come se non fossero adulti”, ha detto Schwartzman.

“Il modo in cui Jake mi parla e il modo in cui lo tratto è il modo in cui sono incoraggiato, felice di essere incoraggiato, e ho imparato a stare con gli adulti a Rushmore e altre cose. Ero dall’altra parte e l’ho adorato”.

READ  Kevin Kelly è stato rilasciato dalla AEW e ha emesso una sospensione
NEW YORK, NY - 13 GIUGNO: Jason Schwartzman e Wes Anderson partecipano alla prima del film a New York.

NEW YORK, NY – 13 GIUGNO: Jason Schwartzman e Wes Anderson partecipano alla prima di New York di “Asteroid City” all’Alice Tully Hall il 13 giugno 2023 a New York City. (Foto di Taylor Hill/FilmMagic)

Jason Schwartzman ringrazia la band canadese Sloane per il momento “straordinario”.

Dopo una conferenza stampa al Festival di Cannes, Schwartzman è stato ampiamente citato per aver affermato che Anderson è stato uno dei primi adulti della sua vita a preoccuparsi di ciò che aveva da dire.

“Avevo 17 anni quando ci siamo conosciuti, era il primo ragazzo che non faceva parte della mia famiglia, aveva più di 20 anni, e in realtà mi ha fatto una domanda e si è preoccupato di quello che ho detto, ed era interessato a ciò che ero interessato in”, ha detto Schwartzman a Cannes.

Ma Schwartzman sottolinea anche che la band canadese Sloane è un’eccezione a questa affermazione, una delle sue band preferite e un altro esempio di adulti che ascoltavano davvero Schwartzman da adolescente.

“Sono andato a vederli suonare quando ho compiuto 16 anni ed ero a uno spettacolo, e ho finito per parlare con loro”, ha ricordato Schwartzman. “Stavano aprendo per una band, conoscevo il batterista della band, … e attraverso di lui hanno detto: ‘Torneremo in questo hotel, se vuoi venire. ‘”

“Sono finito seduto intorno a una piscina con Sloan fino al sorgere del sole, parlando di musica. Ancora uno dei momenti più incredibili della mia vita. Sicuramente l’altro momento straordinario in cui mi hanno chiesto quale musica mi piace. Tipo wow,…” Perché dovrebbero essere gentili con me Perché a loro importa quello che dico?” E abbiamo mantenuto quell’amicizia.”

READ  Il film Il Signore degli Anelli torna nei cinema ad aprile con una durata impressionante
(da sinistra a destra) Jake Ryan a.k.a

(Da sinistra a destra) Jake Ryan nei panni di Woodrow, Jason Schwartzman nei panni di Augie Stenbeck, Tom Hanks nei panni di Stanley Zack nei panni dello sceneggiatore/regista Wes Anderson ASTEROID CITY, FOCUS FEATURES RELEASE (Per gentile concessione di Pop. 87 Productions / Focus Features )

“Quando ascolto qualcosa, sento che può commuovermi più velocemente di qualsiasi altra forma d’arte.”

Non solo Schwartzman è un attore straordinario, ma la star è anche un musicista straordinario. Precedentemente il batterista della band Phantom Planet, che ha attirato molta attenzione quando la loro canzone “California” è stata usata come colonna sonora per la serie di successo di Josh Schwartz O.C., Schwartzman è poi passato al suo progetto successivo, Coconut Records, con successi come “West Coast” e “Microphone”.

Mentre l’estetica visiva di Anderson è davvero unica e specifica, la musica usata nei suoi film è altrettanto importante per attirare davvero il pubblico in questi mondi che sta creando, qualcosa che è anche un punto culminante di Schwartzman.

“Cambia ma persiste RushmoreAd esempio, ricordo che mi diede una cassetta con sopra scritte le parole “Rushmore acoustic music”, ed era tutto scritto a mano, ha detto Schwartzman. “Per creare l’atmosfera e così via, e in modo simile con [Asteroid City]E la musica è uno degli strumenti.

“I film sono così fantastici perché impiegano così tante forme e sensi artistici diversi, quindi i suoni e le voci sono così utili per raccontare una storia e dipingere un quadro. … C’è qualcosa nella musica, più di ogni altra cosa per me, quando sentire qualcosa che sento può trasportarmi più velocemente.” rispetto a qualsiasi altra forma d’arte… Sento che Wes ha un grande senso della musica ed è molto musicale, e usa la musica, penso, anche per aiutare gli attori a capire contesto e il quadro più ampio.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *