Il murale di uno studente del Surrey su un container incoraggia l’inclusività

Il murale di uno studente del Surrey su un container incoraggia l’inclusività

Gli studenti del Surrey hanno dipinto un enorme murale su un container che promuove l’inclusività e riflette la diversità del Surrey.

Gli studenti fanno parte del programma completo del Surrey School District e il container è il secondo di due commissionati dalla City of Surrey Energy and Sustainability Services.

Il container di spedizione conterrà le apparecchiature della caldaia per riscaldare gli edifici residenziali vicini, secondo una dichiarazione del Surrey School District.

Il murale è in mostra vicino al Chuck Baily Recreation Center (13458 107a Ave) a Whalley.

L’artista locale Chris Perez ha guidato il design in collaborazione con l’alunna del Surrey Selina Oakley, Yasmin Najjar e Nathan Brechione. Oakley voleva che il design riflettesse il Surrey e la regione.

“Ecco perché abbiamo deciso di montare una ruota della medicina e una bandiera dell’orgoglio per mostrare unità e uguaglianza e mostrare il nostro apprezzamento e la nostra cura”, ha dichiarato Oakley.

Carpenter ha affermato che un certo numero di giovani gay ha contribuito a dipingere il murale.

“Molti dei murales simboleggiano quelle comunità e volevamo che fossero rappresentate e che avessero una piattaforma per esprimere la loro identità”.

Nel corso del progetto, gli alunni di Souri hanno fatto da mentore a 10 giovani. Anche l’assistente sociale di Safe Schools John Ross e l’operatrice Amelia Missak sono stati rappresentanti del progetto.

“Sapere com’era essere giovani e portare i giovani ora come artisti di spicco, è un’esperienza davvero unica”, ha detto Najjar. “Opportunità come questa per i giovani sono piuttosto rare, quindi vederli contenti di finire è la parte migliore.”

Il retro del contenitore ha una grafica Whalley su di esso.

READ  Nel primo ritorno della NASA sulla Luna dopo 50 anni, una donna di origine indiana per supervisionare una parte importante del lancio | Notizie dall'India

“L’idea di avere Whalley sulla parete di fondo era che si potesse vederlo dalla massima distanza”, ha detto, “e sembra proprio un’immagine che dice ‘Whalley’, con dei bei colori”. “Ma quando ti avvicini, vedi le sfumature della comunità, e questa è una specie di immagine che rappresenta la comunità nel suo insieme.

“Vogliamo che le persone diano un’occhiata più da vicino”.

Gli studenti posano per una foto davanti al murale. (foto: surreyschools.ca)


[email protected]
Come noi Facebook Come noi Instagram Anna continuò Cinguettio.

artsurrey

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *