Il pianeta che potrebbe porre fine alla vita sulla Terra

Il pianeta che potrebbe porre fine alla vita sulla Terra

Secondo l’esperimento UC Riverside, un pianeta terrestre sospeso tra Marte e Giove sarebbe in grado di spingere la Terra fuori dal sistema solare e spazzare via la vita sul pianeta.

Confronto delle dimensioni planetarie. (@alexaldo/iStock/Getty)

L’astrofisico dell’UCLA Stephen Kane ha spiegato che il suo esperimento aveva lo scopo di affrontare due notevoli lacune nella scienza planetaria.

Il primo è il divario nel nostro sistema solare tra le dimensioni dei pianeti giganti terrestri e gassosi. Il più grande pianeta terrestre è la Terra, e il più piccolo gigante gassoso è Nettuno, che è quattro volte più grande della Terra e 17 volte la massa della Terra. Non c’è niente in mezzo.

“In altri sistemi stellari, ci sono molti pianeti con masse in quel divario. Li chiamiamo super-Terre”, ha detto Kane.

L’altro divario è nella posizione, rispetto al Sole, tra Marte e Giove. Gli scienziati planetari spesso desiderano che ci sia qualcosa tra questi due pianeti. “Sembra un immobile sprecato”, ha detto.

Queste lacune possono fornire importanti informazioni sulla struttura del nostro sistema solare e sull’evoluzione della Terra. Per riempirli, Kane ha eseguito simulazioni dinamiche al computer di un pianeta tra Marte e Giove con una gamma di masse diverse, e poi ha osservato gli effetti sulle orbite di tutti gli altri pianeti.

Risultati, pubblicato Per Planetary Science Journal, è stato per lo più catastrofico per il sistema solare. “Questo pianeta immaginario dà a Giove una spinta sufficiente per destabilizzare tutto il resto”, ha detto Kane. “Sebbene molti astronomi vorrebbero questo pianeta in più, è un bene che non lo abbiamo.”

Super Terra
Concetto artistico di Kepler-62f, un pianeta delle dimensioni di una super-Terra in orbita attorno a una stella più piccola e più fredda del Sole, a circa 1.200 anni luce dalla Terra. (NASA Ames/JPL-Caltech/Tim Pyle)

Giove è molto più grande di tutti gli altri pianeti messi insieme; La sua massa è 318 volte quella della Terra, quindi la sua influenza gravitazionale è profonda. Se una Terra gigante nel nostro sistema solare, una stella di passaggio o qualsiasi altro corpo celeste disturbasse anche leggermente Giove, tutti gli altri pianeti ne sarebbero gravemente colpiti.

READ  Notizie dal sistema sanitario “Ansia, depressione e disturbo ossessivo compulsivo non mi definiscono”

A seconda della massa e dell’esatta posizione della super-Terra, la sua presenza potrebbe alla fine espellere Mercurio, Venere e la Terra dal sistema solare. Potrebbe anche destabilizzare le orbite di Urano e Nettuno, proiettandole nello spazio.

Una super-Terra cambierebbe la forma dell’orbita terrestre, rendendola meno abitabile di quanto non sia oggi, se non ponendo fine del tutto alla vita.

Se Kane riduceva la massa del pianeta e lo posizionava direttamente tra Marte e Giove, vedeva che il pianeta poteva rimanere stabile per un lungo periodo di tempo. Ma piccoli movimenti in qualsiasi direzione, ha detto, “andrà bene”.

Lo studio ha implicazioni per la capacità dei pianeti in altri sistemi solari di ospitare la vita. Sebbene i pianeti simili a Giove, giganti gassosi lontani dalle loro stelle, si trovino solo circa il 10% delle volte, la loro presenza può decidere se i pianeti vicini della Terra o le super-Terre hanno orbite stabili.

Queste scoperte hanno dato a Kane un rinnovato rispetto per la delicata disposizione che lega insieme i pianeti attorno al sole. “Il nostro sistema solare è sintonizzato più finemente di quanto io abbia mai apprezzato. Tutto funziona come ingranaggi complicati in un orologio. Metti più ingranaggi nel mix e tutto si romperà”, ha detto Kane.

(Foto di copertina: NASA/JPL/ASU)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *