Il ministro degli Esteri tedesco sta osservando “da vicino” l’accordo sui migranti dell’Italia con l’Albania

Il ministro degli Esteri tedesco sta osservando “da vicino” l’accordo sui migranti dell’Italia con l’Albania

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz si affianca al presidente del Partito socialista europeo Stefan Löfven durante un incontro del Partito socialista europeo a Malaga, in Spagna, l’11 novembre 2023. REUTERS/John Nazka Ottenere i diritti di licenza

FRANCOFORTE (Reuters) – Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha espresso sabato la sua disponibilità a studiare l’accordo dell’Italia sulla detenzione dei migranti in Albania mentre l’Unione europea cerca di fermare l’immigrazione clandestina.

“Tenete presente che l’Albania diventerà presto, dal nostro punto di vista, membro dell’Unione europea, il che significa che stiamo parlando della questione di come risolvere insieme le sfide e i problemi all’interno della famiglia europea”, ha affermato una conferenza stampa. Giornalisti a Malaga, Spagna.

“Gli accordi presi in considerazione sono possibili e li esamineremo tutti attentamente”, ha detto. Lunedì Roma ha concordato con l’Albania la costruzione di due campi per accogliere e trattenere i migranti via mare.

La conferenza di Schulz, di cui la Reuters ha ottenuto un file audio, si è tenuta a margine di una conferenza del Partito dei socialisti europei.

Martedì Schulz ha concordato con i presidenti dei 16 Länder tedeschi una politica di immigrazione più dura e nuovi finanziamenti per i rifugiati.

Schulz ha affermato che è necessario un chiaro percorso europeo nella politica migratoria per “correggere le cose che non andavano bene in passato e creare un meccanismo di solidarietà in modo che ogni singolo paese non debba cercare di superare le sfide da solo”.

Lui ha aggiunto che la riforma delle regole dell’Unione in materia di asilo e migrazione dovrebbe essere completata durante l’attuale sessione legislativa del Parlamento europeo.

Scholz ha anche affermato che i sei paesi dei Balcani occidentali a cui 20 anni fa era stata promessa l’adesione all’UE dovrebbero essere integrati “presto”.

READ  'I grandi club non guardano': l'ex nazionale dell'Italia ha chiamato il boss di Conte 'tier tre' - Tottenham Web

Inoltre, anche Moldavia, Ucraina e Georgia dovrebbero avere prospettive di adesione.

Ha anche chiesto un cessate il fuoco tra Israele e Hamas nella Striscia di Gaza per consentire l’arrivo degli aiuti umanitari, difendendo al contempo il diritto di Israele di agire contro Hamas.

(Segnalazione di Andreas Reinke e Vera Eckert) Montaggio di David Holmes

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *