Il James Webb Telescope fa scoperte in grandi galassie

Il James Webb Telescope fa scoperte in grandi galassie

(immagine per gentile concessione della NASA)

È passato poco più di un anno da allora Telescopio spaziale James Webb È stato lanciato, ma le immagini che raccoglie ribaltano molte nozioni di universo di lunga data.

L’ultima grande scoperta include alcune delle più antiche galassie formatesi dopo il Big Bang che sono molto più grandi e più completamente formate di quanto la maggior parte degli scienziati si aspettasse per corpi celesti relativamente piccoli.

James Webb è in grado di vedere attraverso la polvere e i detriti spaziali utilizzando la luce infrarossa e rilevare sei punti rossi luminosi a circa 13 miliardi di anni di distanza, afferma il responsabile delle comunicazioni scientifiche per i telescopi spaziali Hubble e James Webb dell’Agenzia spaziale europea – e un Terranova.

Dice che gli scienziati si aspettavano di vedere i punti blu di galassie relativamente giovani, perché quando le stelle invecchiano, si raffreddano e assumono un bagliore rossastro, ma queste galassie erano rosse e molto più massicce del previsto.

Quanto sono grandi? Downer dice che sono piuttosto grandi.

Si aspettavano che le galassie fossero circa un miliardo di volte più massicce del nostro Sole, dice, ma sono 50 volte più massicce di così.

READ  Perseverance cattura un diavolo di polvere alto 1,2 miglia in orbita su Marte: ScienceAlert

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *