Migliaia di persone evacuate nel micidiale incendio di un deposito petrolifero indonesiano

Migliaia di persone evacuate nel micidiale incendio di un deposito petrolifero indonesiano

Migliaia di falò sono stati evacuati

Stampa canadese – | Storia: 414.250

Un grave incendio è scoppiato venerdì in un deposito di carburante nella capitale indonesiana, uccidendo almeno 14 persone, ferendone dozzine ed evacuando migliaia di residenti nelle vicinanze dopo che si è diffuso nel loro quartiere, hanno detto i funzionari.

Il terminal di stoccaggio del carburante, gestito dalla società statale di petrolio e gas Pertamina, si trova vicino a un’area densamente popolata nel distretto di 0Tanah Merah a nord di Jakarta. Fornisce il 25% del fabbisogno di carburante dell’Indonesia.

I vigili del fuoco hanno detto che almeno 180 vigili del fuoco e 37 camion dei pompieri stavano lottando per contenere le fiamme nel vicino quartiere.

Il video dell’incendio trasmesso in televisione ha mostrato centinaia di persone che correvano in preda al panico mentre spesse colonne di fumo nero e fiamme arancioni riempivano il cielo e i vigili del fuoco combattevano contro le fiamme.

Il direttore del distretto di Pertamina, Eko Kristiawan, ha affermato che un’indagine preliminare ha mostrato che l’incendio è scoppiato quando un oleodotto si è rotto durante una forte pioggia, probabilmente a causa di un fulmine.

Ha detto che l’incendio non interromperà l’approvvigionamento di carburante del paese.

Satriadi Gunawan, che dirige il dipartimento dei vigili del fuoco e dei soccorsi di Jakarta, ha detto che le persone che vivono nella zona residenziale sono ancora in fase di evacuazione e che saranno portate in un vicino municipio e in una moschea.

“L’incendio ha causato diverse esplosioni e si è diffuso rapidamente alle case residenziali”, ha detto Gunawan.

READ  La poesia inaugurale di Amanda Gorman è stata trasferita a scuola dopo che i genitori si sono lamentati

Almeno 14 persone sono state uccise e 42 sono state portate in ospedale, alcune con gravi ustioni, ha detto il capo di stato maggiore dell’esercito, il generale Dudong Abdul Rahman, che ha visitato il sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *