Il bilancio delle vittime aumenta dopo che i resti dell’isola di Ida hanno colpito il nord-est degli Stati Uniti

I resti dell’uragano Ida hanno scaricato la pioggia storica negli Stati Uniti nordorientali alla fine di mercoledì, con almeno 14 morti legate alle inondazioni a New York, New Jersey e Pennsylvania.

La polizia di New York ha riportato otto morti, mentre gli appartamenti nel seminterrato si sono improvvisamente riempiti d’acqua e le autostrade e le strade si sono trasformate in fiumi. I media locali hanno riportato almeno sei morti nel New Jersey e “decessi multipli” sono stati segnalati in una contea fuori Filadelfia.

Grandi inondazioni lungo il fiume Schuylkill hanno inondato le autostrade, le auto sommerse e il servizio ferroviario per pendolari interrotto nell’area di Filadelfia. In un tweet, i funzionari della città hanno previsto “alluvioni storiche” giovedì mentre i fiumi hanno continuato a salire.

“Se vivi in ​​una zona soggetta a inondazioni, ti preghiamo di fornire protezione sul posto fino a quando le acque alluvionali non si ritirano ed è sicuro lasciare la tua casa”, Tweet da Filadelfia Lei disse.

La pioggia è terminata all’alba di giovedì mentre i soccorritori hanno cercato altre persone bloccate e si sono preparati alla possibilità di trovare altri corpi.

“Stiamo sopportando un evento meteorologico storico stasera con piogge record in tutta la città, inondazioni torrenziali e condizioni pericolose sulle nostre strade”, ha detto il sindaco di New York Bill de Blasio mentre ha dichiarato lo stato di emergenza a New York alla fine di mercoledì.

Stazioni e binari della metropolitana sono stati così inondati che la Metropolitan Transportation Authority ha sospeso tutti i servizi. I video pubblicati online hanno mostrato i passeggeri della metropolitana in piedi sui sedili delle auto piene d’acqua.

Guarda come appare a terra dopo una forte pioggia:

READ  Gli alberi abbattuti all'Eau Claire Plaza possono tornare come mobili
Un’autostrada è stata chiusa dopo una notte di forti venti e pioggia dai resti dell’uragano Ida giovedì a New York City. Diverse persone sono state uccise a New York e gli uragani hanno devastato parti del New Jersey mentre la tempesta serale ha sorpreso molti con pioggia intensa, vento e inondazioni. (Spencer Platt/Getty Images)

Deborah Torres, a destra, parla con gli agenti di polizia in piedi fuori dalla sua casa nel quartiere newyorkese del Queens, dove tre persone sono morte quando il loro appartamento nel seminterrato è stato allagato. (Mary Altaver/The Associated Press)

Le acque alluvionali hanno circondato le auto dopo una pioggia torrenziale su un’autostrada a Brooklyn, New York, giovedì all’inizio di quando i resti del fiume Ida, che ha colpito la Louisiana all’inizio di questa settimana sotto forma di uragano, ha causato inondazioni improvvise e precipitazioni record. (Ed Jones/AFP/Getty Images)

Un lavoratore apre banche in una strada danneggiata dall’alluvione a Brooklyn, New York, giovedì presto. (Ed Jones/AFP/Getty Images)

Mercoledì la pioggia ha inondato il seminterrato del ristorante fast-food Kennedy Fried Chicken nel quartiere del Bronx di New York City. (David de Delgado/Getty Images)

Una stazione della metropolitana allagata giovedì scorso è rimasta chiusa dopo che è stato dichiarato lo stato di emergenza. (Craig Rattle/The Associated Press).

Il bilancio di Ida negli Stati Uniti includeva almeno due uragani nel medio Atlantico, con case ora in rovina a Molica Hill, nel New Jersey, fuori Filadelfia. La polizia del Connecticut sta indagando sulla denuncia di una persona scomparsa a causa di un’inondazione a Woodbury.

Almeno un decesso è stato segnalato nel New Jersey, dove il sindaco di Passaic Hector Laura ha detto che un uomo di 70 anni è stato travolto e le autorità stanno cercando di confermare almeno un altro decesso in città.

“La sua famiglia è stata salvata, erano tutti nella stessa macchina”, ha detto Laura a WCBS-TV “Sfortunatamente, l’auto è stata spazzata via dall’acqua e i vigili del fuoco che sono stati trascinati sotto l’auto non sono stati in grado di tirarla fuori”.

I forti venti e le piogge torrenziali hanno fatto crollare il tetto di un edificio del servizio postale degli Stati Uniti nel New Jersey e minacciano di travolgere un argine in Pennsylvania.

Trasporti pubblici chiusi

A New York, la pioggia ha bloccato i trasporti in gran parte della vivace città. I funzionari hanno vietato viaggiare su tutti i veicoli tranne quelli di emergenza fino all’inizio di giovedì. FDR Drive era a Manhattan e la Bronx River Parkway era sott’acqua. Rifiuti disseminati l’acqua che scorre nelle strade. Alcuni servizi della metropolitana sono ripresi giovedì mattina.

Tra gli altri decessi segnalati a New York City, una donna di 48 anni e un uomo di 66 anni sono morti dopo essere stati trovati in residenze separate, una donna di 43 anni e un uomo di 22 anni. Morì dopo essere stato trovato all’interno di una casa. Si attendono le cause della morte e l’identificazione.

Il National Weather Service di New York ha emesso il suo primo lotto di emergenze di inondazioni improvvise nell’area mercoledì notte e gli avvisi sono stati inviati solo nelle condizioni più gravi.

Le operazioni di salvataggio si sono svolte in tutta New York, dove i suoi 8,8 milioni di residenti hanno subito inondazioni molto peggiori di quelle di Henry.

“Un sacco di guai” nel New Jersey

Il National Weather Service ha registrato più di 8,9 cm di pioggia a Central Park a New York in un’ora mercoledì notte, superando di gran lunga gli oltre 4,9 cm caduti in un’ora durante la notte di Henry il 21 agosto, che all’epoca si credeva. Per essere il più registrato nel parco.

Nel vicino New Jersey, il governatore Phil Murphy ha dichiarato lo stato di emergenza in tutte le 21 contee, esortando le persone a stare lontane dalle strade allagate. I meteorologi hanno avvertito che i fiumi probabilmente non raggiungeranno le loro vette per qualche altro giorno, aumentando la possibilità di inondazioni diffuse.

“C’è un sacco di malizia nel New Jersey”, ha detto Murphy alla ABC. buon giorno America Giovedì ha discusso dei danni causati dalle inondazioni nella parte settentrionale dello stato e dagli uragani nella parte meridionale.

L’aeroporto internazionale di Newark è stato chiuso mercoledì sera a causa del maltempo, ma giovedì mattina sono stati consentiti voli limitati.

Almeno 220.000 clienti erano senza elettricità nell’area, con la maggior parte delle interruzioni nel New Jersey e in Pennsylvania. Più di 35.000 clienti erano senza elettricità giovedì mattina a New York City, Long Island e nei loro sobborghi settentrionali.

Le auto sono sommerse sulla Interstate 440 dopo un’alluvione improvvisa a Bayonne City, nel New Jersey, mercoledì. (Tyfun Coskun/Agenzia Anadolu/Getty Images)

Parti di Johnstown, in Pennsylvania, dove sono morte 2.200 persone dopo il cedimento di una diga del 1889, sono state evacuate per un po’ mercoledì dopo che l’acqua ha raggiunto livelli pericolosi in una diga vicino alla città. Un funzionario ha detto più tardi mercoledì che il livello dell’acqua vicino alla diga si stava abbassando.

A Rockville, nel Maryland, l’acqua ha quasi raggiunto i soffitti delle unità interrate mercoledì quando le squadre sono arrivate in un complesso di appartamenti. Un 19enne è stato trovato morto, un’altra persona scomparsa e circa 200 persone sfollate da 60 appartamenti vicino a Rock Creek, ha detto mercoledì il capo dei vigili del fuoco della contea di Montgomery, Scott Goldstein.

Si ritiene che un uragano abbia colpito la baia di Chesapeake nel Maryland.

“In molti anni non ho visto tali condizioni”, ha detto Goldstein.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.