I paesi del G7 affermano che ridurranno la dipendenza dalla Cina, il patriota

I paesi del G7 hanno annunciato l’intenzione di ridurre la loro dipendenza dalla Cina, ma i loro leader affermano che non hanno intenzione di staccarsi dalla seconda economia mondiale.

I leader del Gruppo dei Sette, riuniti a Hiroshima per il vertice annuale, hanno rilasciato sabato la loro dichiarazione.

“I nostri approcci politici non sono progettati per danneggiare la Cina né cerchiamo di ostacolare il progresso e lo sviluppo economico della Cina. Una Cina in crescita che rispetti le regole internazionali sarà di importanza globale”, afferma il documento.

Allo stesso tempo, ci rendiamo conto che la resilienza economica richiede la riduzione del rischio e la diversificazione. Prenderemo provvedimenti, individualmente e collettivamente, per investire nella nostra vitalità economica. Lavoreremo per ridurre le dipendenze eccessive nelle nostre catene di approvvigionamento critiche”.


Clicca per riprodurre il video:

Il Canada e la Corea del Sud firmano un importante accordo sui minerali nel tentativo di ridurre la dipendenza dalla Cina


Il documento è stato rilasciato prima del previsto per accogliere l’apparizione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, arrivato a Hiroshima sabato pomeriggio.

La storia continua sotto l’annuncio

L’incontro dei leader del G7 arriva in un momento di incertezza globale, aggravato dalle tensioni geopolitiche con Cina e Russia.

Il documento pubblicato sabato include un paragrafo sulla posizione delle democrazie più potenti del mondo nei confronti della Cina e su come intende contrastare la sua crescente influenza.

I leader hanno affermato di essere disposti a costruire relazioni “costruttive” con la Cina, ma intendono anche proteggersi lavorando insieme per affrontare la coercizione economica e opporsi a pratiche sleali.

La scorsa settimana, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha affermato che la Cina stessa è vittima della coercizione economica.

READ  Il messicano López Obrador sostiene il piano di chiusura dell'Ufficio per la trasparenza | Notizie dal governo

Se un paese dovrebbe essere criticato per la coercizione economica, dovrebbero essere gli Stati Uniti. Wang ha affermato in una conferenza stampa di routine che gli Stati Uniti estendono eccessivamente il concetto di sicurezza nazionale, abusano dei controlli sulle esportazioni e adottano misure discriminatorie e ingiuste nei confronti delle società straniere.


Clicca per riprodurre il video:

Vertice G7: Ucraina, Key Focus Points per il disarmo nucleare


I leader del G7 si sono concentrati sulla costruzione dell’unità tra i membri su come affrontare le sfide globali, attirando altre nazioni nella loro tenda.

La storia continua sotto l’annuncio

Il Giappone ha invitato i paesi del Sud del mondo al vertice di quest’anno poiché i paesi del G7 mirano ad allontanare i paesi da e verso la Cina e la Russia.

La dichiarazione include anche un linguaggio sull’interferenza straniera, qualcosa per cui un funzionario del governo ha affermato che il Canada ha spinto.

Il funzionario, che ha fornito le informazioni durante una conferenza stampa prima di rilasciare la dichiarazione, ha affermato che il primo ministro Justin Trudeau ha sollevato la questione al vertice insieme ad altri leader.


Clicca per riprodurre il video:

Il Canada e la Corea del Sud concordano di rafforzare le relazioni sul commercio di minerali critici e sulla sicurezza


“Chiediamo alla Cina di agire in conformità con i suoi obblighi ai sensi della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche e della Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari, e di non intraprendere attività di interferenza volte a minare la sicurezza e l’integrità delle nostre società, l’integrità delle nostre istituzioni democratiche e la nostra prosperità economica”, afferma il documento.

READ  Donald Trump afferma di "favorire" i comunicati stampa che ha rilasciato dopo la Casa Bianca dopo il divieto di Twitter

La storia continua sotto l’annuncio

La sua apparizione arriva dopo che le nazioni del G7 hanno annunciato venerdì nuove sanzioni alla Russia.

La dichiarazione dei leader afferma che intendono sostenere l’Ucraina nell’affrontare la guerra della Russia “per tutto il tempo necessario”.

Oltre a rilasciare la dichiarazione, il Canada ha annunciato investimenti per sostenere le persone nelle economie emergenti e nei paesi in via di sviluppo.

Le centinaia di milioni di dollari annunciati saranno dedicati ad affrontare il cambiamento climatico, l’energia, la sicurezza alimentare e le questioni femminili.

E copia 2023 The Canadian Press

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *