I dati di smartphone e smartwatch hanno portato a una confessione di omicidio

I dati di smartphone e smartwatch hanno fornito prove cruciali che hanno portato ieri alla confessione di un uomo di aver ucciso sua moglie. I dati hanno mostrato che la sua storia su quello che è successo non poteva essere vera …

Il pilota di elicotteri greco Papis Anagostopoulos ha originariamente affermato che sua moglie è stata uccisa dai ladri durante un’irruzione in casa. Tuttavia, i dati del suo telefono, lo smartwatch di sua moglie e il sistema di monitoraggio della casa contraddicono la sua versione dei fatti.

notizie della BBC Rapporti:

Un pilota di 33 anni ha confessato di aver ucciso la sua giovane moglie britannica, Caroline Crouch, in un crimine che ha scioccato la Grecia, ha detto la polizia. Anagnostopoulos ha originariamente affermato che tre ladri hanno fatto irruzione nella casa della coppia ad Atene e l’hanno legata. Ma dopo una lunga indagine, la polizia ha detto che la sua storia non è stata presa in considerazione.

Quindi hanno controllato una serie di dispositivi tecnici per confermare il suo account. L’orologio biometrico di Caroline Crouch ha rivelato le sue letture del polso il giorno della sua morte. Anche i movimenti di Babys Anagnostopoulos sono stati tracciati tramite il suo cellulare e anche il sistema di monitoraggio della coppia ha evidenziato le discrepanze. […]

Lo smartwatch di Caroline Crouch ha mostrato che il suo cuore batteva ancora quando suo marito ha affermato che era stata uccisa. Il tracker di attività sul suo telefono lo ha mostrato mentre si muoveva per casa mentre diceva di essere legato; E il tempo registrato in cui le schede dati sono state rimosse dalla telecamera di sicurezza domestica racconta anche una storia diversa dalla sua versione dei fatti […]

Gli investigatori lo hanno avvicinato giovedì dopo il servizio funebre ad Alonissos, chiedendogli di andare con loro ad Atene, dicendo che c’era una svolta nelle indagini e che volevano identificare il sospettato. Solo quando è arrivato nella capitale gli è stato detto che era il sospettato.

Hanno detto che ha confessato dopo otto ore di interrogatorio.

Non è la prima volta che i dati di uno smartphone aiutano a risolvere un crimine. Anche i dati dell’iPhone si sono rivelati importanti in Una situazione molto simile nel 2018, quando un uomo ha affermato di nuovo che sua moglie è stata uccisa da intrusi.

Un farmacista del Regno Unito ha ucciso sua moglie, poi ha cercato di far sembrare che degli intrusi fossero entrati in casa e abbiano compiuto l’omicidio. […] Ma i dati sull’attività degli iPhone sia dell’assassino che della vittima hanno mostrato cosa è successo veramente.

L’inganno di Patel è stato svelato dopo che la polizia ha controllato l’app per la salute dell’iPhone, che tiene traccia dei passi di un utente durante il giorno, sul telefono suo e di sua moglie.

Nei minuti dopo la morte di Jessica, il telefono di Patel ha guardato freneticamente, correndo per la casa facendo il furto e correndo su e giù per le scale. L’app per la salute di Jessica è rimasta costante anche dopo la sua morte, quando ha registrato il movimento di 14 passi mentre suo marito le toglieva l’iPhone dal corpo e lo metteva fuori per far sembrare che il “ladro” l’avesse lasciato cadere mentre se ne andava.

Ci sono stati numerosi altri casi in cui i dati di smartphone e smartwatch hanno svolto un ruolo importante, identificando attività o luoghi in conflitto con una storia raccontata da un sospetto.

FTC: Usiamo i link di affiliazione per guadagnare. Di Più.


Dai un’occhiata a 9to5Mac su YouTube per ulteriori notizie su Apple:

READ  Inondazioni e piogge torrenziali rallentano i soccorsi mentre un ciclone mortale colpisce il sud-est asiatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *