Guerra in Ucraina: città “distrutte” e civili senza elettricità a causa degli attacchi russi – My Homeland

Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che le forze russe hanno “distrutto” la città di Bakhmut nell’Ucraina orientale, mentre Ucraina Sabato i militari hanno riferito di attacchi missilistici, missilistici e aerei in più parti del Paese che Mosca sta cercando di conquistare dopo mesi di resistenza.

Ultimi combattimenti Russia La guerra, durata nove mesi e mezzo, si è concentrata su quattro province che il presidente russo Vladimir Putin ha affermato, trionfalmente e illegalmente, di aver annesso alla fine di settembre. I combattimenti si riferiscono alla lotta della Russia per imporre il proprio controllo su quelle aree e all’insistenza dell’Ucraina per riconquistarle.

Una veduta aerea di Bakhmut, il luogo dei più feroci combattimenti con le forze russe, nella regione di Donetsk, in Ucraina, venerdì 9 dicembre 2022.

(Foto AP/LIBKOS)

Zelensky ha affermato che la situazione è “ancora molto difficile” in diverse città in prima linea nelle regioni orientali di Donetsk e Luhansk in Ucraina. Insieme, le province costituiscono il Donbass, una vasta regione industriale al confine con la Russia che Putin ha individuato come hub dall’inizio della guerra e dove i separatisti sostenuti da Mosca combattono dal 2014.

La storia continua sotto l’annuncio

Leggi di più:

Le conquiste militari dell’Ucraina minacciano la presa della propaganda di Putin: “La bolla sta scoppiando”

“Bakhmut, Solidar, Marinka, Kremina. Non c’è più un posto dove vivere sulla terra di queste aree che non sono state danneggiate da proiettili e incendi”, ha detto Zelensky nel suo video discorso notturno, riferendosi alle città che si sono nuovamente ritrovate in “Gli occupanti sono stati devastati. In effetti, Bakhmut, un’altra città nel Donbass, è stata trasformata in rovine bruciate dall’esercito russo.

Zelenskyj non ha specificato cosa intendesse per “distrutto”: alcuni edifici sono ancora in piedi e i residenti vagano ancora per le strade della città.

Lo stato maggiore dell’esercito ucraino ha riferito che tra venerdì e sabato ci sono stati circa 20 attacchi aerei e più di 60 attacchi missilistici in tutta l’Ucraina. Il portavoce, Oleksandr Shtabun, ha affermato che i combattimenti più attivi si sono verificati nella regione di Bakhmut, dove più di 20 località popolate sono state sottoposte a fuoco. Ha detto che le forze ucraine hanno respinto gli attacchi russi a Donetsk e nella vicina Luhansk.


Clicca per riprodurre il video:

Il presidente ucraino Zelenskyj è stato nominato Persona dell’anno dalla rivista Time


La dura offensiva orientale della Russia è riuscita a catturare quasi tutta Luhansk durante l’estate. Analisti e funzionari ucraini hanno affermato che Donetsk è sfuggita allo stesso destino e che l’esercito russo nelle ultime settimane ha riversato forza lavoro e risorse intorno a Bakhmut nel tentativo di accerchiare la città.

La storia continua sotto l’annuncio

Dopo che le forze ucraine hanno riconquistato la città meridionale di Kherson quasi un mese fa, la battaglia intorno a Bakhmut ha infuriato, dimostrando il desiderio di Putin di chiari guadagni dopo settimane di apparenti battute d’arresto in Ucraina.

La cattura di Bakhmut spezzerebbe le linee di rifornimento ucraine e aprirebbe una strada per l’avanzata delle forze russe verso Kramatorsk e Sloviansk, le principali roccaforti dell’Ucraina a Donetsk. La Russia ha distrutto Bakhmut con missili per più della metà dell’anno. L’offensiva di terra si è accelerata dopo che le forze ucraine sono state costrette a ritirarsi da Luhansk a luglio.


Fai clic per riprodurre il video:

Mosca afferma che l’Occidente sta dichiarando guerra alla Russia “fino alla fine dell’Ucraina”


Ma alcuni analisti hanno messo in dubbio la logica strategica della Russia nel cercare incessantemente il controllo di Bakhmut e delle aree circostanti, anch’esse pesantemente bombardate nelle ultime settimane, con funzionari ucraini che hanno riferito che alcuni residenti vivevano in umide cantine.

“I costi associati a sei mesi di combattimenti brutali, estenuanti e basati sull’attrito intorno a Bakhmut superano di gran lunga qualsiasi vantaggio operativo che i russi potrebbero ottenere dalla cattura di Bakhmut”, ha twittato giovedì l’Institute for the Study of War, un think tank di Washington.

La storia continua sotto l’annuncio

Venerdì, Putin ha criticato i recenti commenti dell’ex cancelliere tedesco Angela Merkel, che ha affermato che l’accordo di pace del 2015 per l’Ucraina orientale negoziato da Francia e Germania ha dato all’Ucraina il tempo di prepararsi alla guerra con la Russia quest’anno.

Leggi di più: L’Ucraina continua a fare pressioni sulle forze russe in ritirata

L’accordo aveva lo scopo di calmare le tensioni dopo che i separatisti filo-russi hanno conquistato il territorio nel Donbass un anno fa, scatenando una guerra con le forze ucraine che si è trasformata in una guerra con la stessa Russia dopo l’invasione su vasta scala del 24 febbraio.

Sabato, l’esercito ucraino ha anche riferito di attacchi in altre province: Kharkiv e Sumy nel nord-est, Dnipropetrovsk nell’Ucraina centrale, Zaporizhia nel sud-est e Kherson nel sud. Le ultime due, insieme a Donetsk e Luhansk, sono le quattro regioni che secondo Putin ora sono territorio russo.

Tutte le infrastrutture non vitali nel porto dell’Ucraina Odessa Non c’era elettricità sabato dopo che la Russia ha usato droni di fabbricazione iraniana per colpire due centrali elettriche, hanno detto i funzionari, aggiungendo che potrebbero volerci mesi per riparare il danno.

Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che più di 1,5 milioni di persone nella città portuale meridionale e nell’area circostante non hanno elettricità, descrivendo la situazione come molto difficile.

Da ottobre, Mosca ha preso di mira le infrastrutture energetiche dell’Ucraina con ondate di missili e attacchi di droni.

La storia continua sotto l’annuncio

L’amministrazione regionale ha affermato che le persone che dipendono esclusivamente dall’elettricità per alimentare le proprie case dovrebbero prendere in considerazione l’idea di andarsene. I funzionari hanno detto che gli scioperi russi hanno colpito le principali linee di trasporto e attrezzature nelle prime ore di sabato.

“Secondo le previsioni preliminari, ci vorrà molto più tempo per riparare gli impianti energetici nella regione di Odessa rispetto ai precedenti attacchi”, ha affermato il dipartimento.

“Non stiamo parlando di giorni, ma anche di settimane e forse due o tre mesi”, ha detto in un post su Facebook.

Odessa, la più grande città portuale dell’Ucraina, aveva una popolazione di oltre un milione di abitanti prima dell’invasione russa del 24 febbraio.

Kiev afferma che la Russia ha lanciato centinaia di droni Shahed-136 di fabbricazione iraniana su obiettivi in ​​Ucraina e descrive gli attacchi come crimini di guerra a causa del loro impatto devastante sulla vita dei civili. Mosca afferma di essere militarmente legittima.

In un discorso video, Zelensky ha affermato che c’è un’enorme carenza nella quantità di energia generata.

L’ufficio del procuratore generale ucraino ha affermato che gli Shahed-136 hanno bombardato due impianti energetici nella regione di Odessa.

Le forze armate ucraine hanno dichiarato su Facebook che 15 droni erano stati sparati contro obiettivi nelle regioni meridionali di Odessa e Mykolaiv e che 10 droni erano stati abbattuti.

Teheran nega di aver fornito i droni a Mosca. Kiev ei suoi alleati occidentali dicono che questa è una bugia.

La storia continua sotto l’annuncio

Sabato il ministero della Difesa britannico ha dichiarato di ritenere che il sostegno militare iraniano alla Russia aumenterà probabilmente nei prossimi mesi, comprese le possibili consegne di missili balistici.

– con i file di Reuters

READ  Gli edifici furono rasi al suolo. Case subacquee. La spiaggia di Fort Myers è "andata" dopo i danni dell'uragano Ian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *