Gazprom ha spiegato la sconfitta in tribunale dalla Polonia: State Economy: Economics: Lenta.ru

Secondo quanto riportato, Gazprom ha chiarito i dettagli della sconfitta nel contenzioso con la compagnia statale polacca di petrolio e gas PGNiG. RIA Novosti.

Secondo una dichiarazione di Gazprom Export, una controllata dell’azienda russa, la decisione della Corte d’appello svedese nella contea svedese di Sevia riguarda il reclamo di Gazprom contro la decisione provvisoria del collegio arbitrale di Stoccolma in merito a una controversia con PGNiG sul prezzo delle forniture di gas russo alla Polonia.

Allo stesso tempo, Gazprom si riserva l’opportunità di presentare ricorso contro la decisione finale del collegio arbitrale di Stoccolma sulla stessa questione. “In effetti, lo status quo delle parti in conflitto viene preservato”, afferma una dichiarazione di Gazpromexport.

La denuncia presentata da Gazprom alla Corte d’Appello riguarda la giurisdizione del caso e i poteri del tribunale ed è stata archiviata per motivi ufficiali. Pertanto, il tribunale ha confermato la validità della richiesta di PGNiG per una revisione dei prezzi.

La controversia tra le due società si riferisce a un “contratto Yamal” concluso nel 1996 ed è in vigore fino al 2022. Secondo i suoi termini, la Polonia si è impegnata ad acquistare 8,7 miliardi di metri cubi di gas all’anno su base di acquisto o di pagamento. Nel 2015 Varsavia ha presentato istanza di arbitrato chiedendo una revisione del prezzo del contratto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.