Dragoș Săvulescu, fuggito in Italia dopo essere stato finalmente condannato a cinque anni e mezzo di carcere, ha inviato un messaggio a Pridoy: “Come si può contestare apertamente l’applicazione della giustizia in Italia?” – Di base

L’uomo d’affari Dragoy Sophulescu, condannato a cinque anni e mezzo di carcere ed è fuggito in Italia per evadere dal carcere, risponde in una lettera aperta al ministro della Giustizia Caitlin Pridoyo, che si è detto deluso dal fatto che un tribunale italiano abbia deciso di sospendere l’esecuzione della punizione di Săvulescu.

Nella lettera aperta indirizzata al ministro della Giustizia e Pubblicare su FacebookL’ex azionista della Dinamo si dichiara “stupito” dalle dichiarazioni di Predoyo in merito al suo status giuridico.
  • Lei, come ministro della Giustizia, ha espresso il suo “disappunto” per la decisione del tribunale italiano nel mio caso, poi ha lasciato cadere “il piccione” dicendo “… forse il ministro della giustizia italiano può sentire”, ha scritto Săvulescu.

L’uomo d’affari sostiene di essere stato condannato “in modo assolutamente abusivo”, e in Italia “la vera giustizia è applicata in un paese democratico con diritto reale e rispetto dei principi generali del diritto e dei diritti umani fondamentali”.

Inoltre, Săvulescu ha una serie di domande per Cătălin Predoiu.

  • “Come si permette, Ministro, di mettere apertamente in discussione l’applicazione della giustizia in Italia? Pensa che possa esserci un minimo di confronto sulla correttezza delle forze dell’ordine tra l’Italia – un paese veramente democratico con democrazia e giustizia reali – e la Romania – un ex stato comunista con Giustizia debole, piena di violazioni e violazioni dei diritti umani e ingerenze dell’intelligence e della politica nella magistratura ??? Come si può permettere al ministro di accennare a una cosa del genere ???
  • (…) Cosa intende dire, signor Ministro, con la frase “Può sentire il ministro della Giustizia italiano ???” Sta in qualche modo suggerendo che il ministro della Giustizia intervenga nella legge italiana di giustizia sul modello praticato in Romania ??? Se è così, a quanto pare, purtroppo, il tuo fraseggio non è altro che la prova del modo imperfetto in cui intendi personalmente l’atto di giustizia e lo applichi in Romania !!! È il tuo modo di intendere e applicare la legge di giustizia in Romania !! È una prova del concetto comunista di partecipazione politica all’opera di giustizia !!! Questo è il motivo principale per cui la giustizia in Romania non funziona correttamente, lasciando spazio alle violazioni e alla partecipazione politica alla giustizia !!! “, Scrive.
READ  Purcari Winery vende la sua partecipazione nella Glass Container Company, ...

“In un certo senso, le sono grato, Eccellenza, per la sua capacità di mostrare al pubblico come comprende l’attuazione di un atto di giustizia!” Conclude Svulescu.

Il 9 febbraio 2019, l’uomo d’affari Drauguí Svulescu, ex azionista del Dynamo Club, è stato posto sotto inchiesta internazionale, dopo che non era stato trovato dalla polizia in modo che potesse eseguire una pena detentiva di cinque anni e sei mesi in caso di restituzione illegale di spiagge a Constanta Radu Mazier è stato dichiarato colpevole. Il 19 gennaio, rappresentanti della polizia rumena hanno riferito a HotNews.ro che l’uomo d’affari Dragus Civulescu si è arreso alle autorità di Napoli mentre era sotto la custodia della polizia italiana. È stato rilasciato più tardi.

A nome di Dragoș Săvulescu esiste un mandato d’arresto europeo emesso dalla Corte d’appello di Bucarest. Le autorità italiane (la Corte d’appello di Napoli) hanno rifiutato di attuare il mandato d’arresto europeo, hanno riconosciuto la sentenza del tribunale rumeno e hanno ordinato l’esecuzione della sentenza in Italia. Allo stesso tempo, il tribunale italiano ha ordinato la sospensione dell’esecuzione.

Kotlin Pridoyo ha presentato, in una conferenza stampa, martedì, il caso di alcune celebrità condannate al carcere fuggite dalla Romania per evadere dal carcere. Tre di loro – Dragoy Civulescu, Mario Eorgulescu e Alina Pica – si trovano in Italia, dove stanno cercando di bloccare i procedimenti di estradizione in tribunale.

Nel caso di Drago Svulescu, in nome del quale è stato emesso un mandato d’arresto dalla Corte d’appello di Bucarest, la Corte d’appello di Napoli ha rifiutato l’esecuzione dell’ordinanza, ha riconosciuto la sentenza del tribunale romano, ha ordinato l’esecuzione della sentenza in Italia e ha sospeso l’esecuzione della sentenza. , Ha detto Cătălin Predoiu.

READ  Programma di banca commerciale per compleanni e primi giorni del 2021

“Non nascondo la mia delusione per un simile approccio, dalla decisione del tribunale. Il ministro della giustizia italiano può sentire”, ha detto Kotlin Pridoyo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *