Donna che ha lanciato cibo al lavoratore di fast food di Chipotle condannata dal giudice – Nazionale

Donna che ha lanciato cibo al lavoratore di fast food di Chipotle condannata dal giudice – Nazionale

A volte la punizione si adatta davvero al crimine.

Una donna dell’Ohio condannata per aggressione dopo aver lanciato cibo a un dipendente di Chipotle è stata condannata a lavorare in un fast food per due mesi.

IL Frase non convenzionale Il giudice Timothy Gilligan ha offerto a Rosemary Hine, 39 anni, un modo per ridurre la sua pena detentiva.

Il 5 settembre, Hine è stata fotografata da un cliente all’interno di un ristorante Chipotle a Parma, Ohio, mentre discuteva con un giovane direttore del negozio durante la cena all’ora di punta al ristorante. IL videoChe da allora è diventato virale ed è stato caricato su Reddit con il tag “Public Freakout”.

L’allora direttrice del negozio di Chipotle, Emily Russell, 26 anni, ha detto al New York Times di aver riordinato il burrito di Hayne e poi di averlo rifatto, nonostante il ristorante fosse a corto di personale.

La storia continua sotto l’annuncio

Hine era ancora insoddisfatta del suo ordine e iniziò un’accesa discussione con Russell. Nel video, Russell sembra cercare di disinnescare la situazione, porgendo ad Hayne il biglietto da visita dell’establishment.

Di fronte a una fila di clienti, Hine continua a urlare contro Russell.

Ancora una volta, Russell cerca di porre fine al combattimento e dice a Hine di “passare una buona giornata”. In risposta, Hine ha lanciato la sua ciotola di burrito in faccia a Russell.

I clienti all’interno del ristorante Chipotle erano visibilmente scioccati. Una delle donne segue Hine fino alla porta e cerca di trattenerla, chiedendole: “Perché l’hai fatto?”

Alla fine, Hayne si libera dalla presa della donna ed esce da Chipotle. Poi un cliente all’interno del ristorante chiama la polizia.

READ  FortisBC raggiunge una nuova pietra miliare per i veicoli elettrici nell'entroterra meridionale - Notizie BC

Quando è apparsa in tribunale la scorsa settimana, Hayne avrebbe dovuto pagare una multa e servire 180 giorni di carcere, con una sospensione di 90 giorni. Invece, il giudice ha detto che Hine potrebbe ottenere una riduzione della sua pena detentiva di 60 giorni se servisse solo dolci in un lavoro temporaneo in un fast food.

Hine accettò di lavorare 20 ore settimanali in un fast food per 60 giorni. Deve completare il lavoro prima di andare in prigione a marzo.

L’avvocato di Hine ha detto al New York Times che la donna ha partecipato ai colloqui di lavoro, anche se non è chiaro se si sia già vestita da fast food.

La storia continua sotto l’annuncio

«Non hai ricevuto la ciotola del burrito come volevi, ovviamente Come rispondi?“Non è così”, ha detto il giudice Gilligan durante la sentenza, secondo Fox News 8 Le Vere Casalinghe di Parma. “Questo comportamento è inaccettabile.”

Il giudice Gilligan ha detto che Hine è andata a Chipotle in cerca di un combattimento, cosa che ha negato.

Durante il procedimento giudiziario, Russell ha detto che il suo viso era stato bruciato dalla ciotola calda del burrito.

Ha detto che l’incidente l’ha traumatizzata e l’ha costretta a lasciare il suo lavoro alla Chipotle, in parte perché in seguito si è sentita non supportata dall’azienda. Ora lavora per la catena americana di polli Raising Cane’s.

READ  Airbus non vede alcun segno di un ritiro della Germania dal progetto degli aerei da caccia

Russell ha detto che ritiene che la sentenza di Hayne sia giusta.

Ha detto un rappresentante di Chipotle Oggi Sono soddisfatti dell’esito del processo.

“IL Salute e sicurezza “I nostri dipendenti sono la nostra massima priorità e siamo felici di vedere giustizia per chiunque non tratti i membri del nostro team con il rispetto che meritano”, ha affermato il rappresentante.

In tribunale, Hine si è scusata, ma ha detto di essere diventata aggressiva perché il cibo che aveva ordinato sembrava “disgustoso”.

La risposta del giudice Gilligan è stata semplice: “Scommetto che non sarai soddisfatto del cibo che riceverai in prigione”.

La storia continua sotto l’annuncio

&Copy 2023 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *