Trump fa causa al fumettista: “Dovrei perdere peso”

Trump fa causa al fumettista: “Dovrei perdere peso”

NEW YORK (Reuters) – Una foto scattata in un’aula di tribunale ha spinto Donald Trump a dare una franca valutazione di sé giovedì, dicendo: “Dovrei perdere un po’ di peso”.

La battuta dell’ex presidente con un intrattenitore del tribunale è avvenuta durante un’apparizione nel suo processo per frode civile in corso a New York.

Fuori dall’aula, l’ex presidente, 77 anni, ha detto ai giornalisti che il processo era una “frode” e una “caccia alle streghe”, ripetendo lamentele banali secondo cui era stato vittima di attacchi politici.

All’interno della stanza, sembrava essere di umore migliore mentre osservava il lavoro degli artisti grafici Gene Rosenberg e Isabel Brormann.

“Devo perdere peso”, ha detto Trump dopo aver visto la foto di Broerman, secondo l’artista.

Trump non è noto per condurre uno stile di vita particolarmente sano. Durante la sua presidenza 2017-2021, il suo medico lo ha incoraggiato a perdere fino a 15 chili mangiando meglio e facendo esercizio fisico.

È stato scoperto che pesava 243 libbre in una scansione del 2019, che lo collocava nella fascia obeso, sebbene il suo medico, Sean Conley, avesse affermato che nel complesso era in ottima salute.

Nel processo di New York gli avvocati di Trump cercano di dimostrare che la sua azienda non ha manipolato il valore delle sue proprietà per ottenere finanziamenti a suo favore.

Il processo, iniziato a ottobre, è una delle numerose sfide legali che l’ex presidente deve affrontare mentre cerca di tornare alla Casa Bianca.

READ  L'apertura ai visti potrebbe dare impulso alla ripresa economica per l'Africa - Rapporto -

Il giudice che ha supervisionato il processo, Arthur Engoron, ha già stabilito che Trump e i suoi figli adulti hanno manipolato i rendiconti finanziari per ingannare banche e compagnie di assicurazione inducendole a offrire condizioni migliori per prestiti e assicurazioni.

Lunedì Trump testimonierà per la seconda volta.

Anche suo figlio, Donald Trump Jr., ha mostrato interesse per le opere degli artisti del tribunale. “Mi fa sembrare sexy”, ha detto a Rosenberg il mese scorso.

Scrittura di Andy Sullivan e montaggio di Nick Zieminski

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Rapporti sui tribunali federali di New York. In precedenza ha lavorato come corrispondente in Venezuela e Argentina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *