Il flusso di lava sta rallentando sull’isola spagnola, facendo temere che possa distruggere più case

La progressione della lava da un’eruzione vulcanica nelle Isole Canarie spagnole è rallentata drasticamente, suscitando il timore che possa diffondersi ulteriormente attraverso la terra e distruggere più case piuttosto che fluire in mare.

La velocità di un gigantesco fiume di lava largo 600 metri è rallentata a quattro metri all’ora dopo aver raggiunto una pianura mercoledì. Lunedì, il giorno dopo l’eruzione del vulcano dell’isola di La Palma, si muoveva a una velocità di 700 metri all’ora.

La dinamica di qualsiasi eruzione è in continua evoluzione, ha affermato Stavros Mililides, vulcanologo presso l’Istituto geografico nazionale spagnolo.

“La lava avanza molto lentamente perché si raffredda quando entra in contatto con l’atmosfera, per attrito con il terreno e i materiali da costruzione e, soprattutto, per l’allargamento del suo bordo d’attacco”, ha detto a Radio Canaria TV.

Mentre rallentava, cresceva anche la lava. In alcuni punti, hanno detto le autorità, era fino a 15 metri. La lava copre ora 166 ettari e ha inghiottito circa 350 case.

Le persone fuggono mentre il flusso rallenta

Il rallentamento della lava ha permesso a più cittadini di prendere i loro effetti personali, mentre la polizia della Guardia Civil li ha scortati alle loro case a Todoc, vicino alla costa, giovedì mattina.

La Guardia Civil ha affermato che l’attività sismica nell’area, che era aumentata prima dell’esplosione ed è rimasta forte, si è stabilizzata.

Questa foto scattata mercoledì da un drone mostra il fumo che sale dal vulcano in eruzione nel Parco Nazionale Cumbre Vieja a Los Llanos de Aridan, sull’isola delle Canarie di La Palma. (Nacho Dossey/Reuters)

Gli agenti di polizia bloccano una strada mentre la lava sale dopo l’eruzione di un vulcano a La Palma mercoledì. (Borja Suarez/Reuters)

Gli agenti rurali aiutano i residenti a ritirare i loro averi dalle loro case mercoledì a Los Llanos de Arridán a causa dell’eruzione del vulcano. (Desiderio Martin/AFP/Getty Images)

I residenti guidano un’auto con i loro effetti personali durante l’evacuazione di mercoledì. (Borja Suarez/Reuters)

Ma l’Istituto di vulcanologia delle Isole Canarie ha affermato che lava, cenere e fumo fuso hanno continuato a fluire dalla bocca del vulcano, fino a un’altitudine di 4.200 metri. Ciò ha sollevato dubbi sul fatto che lo spazio aereo sopra l’isola potesse rimanere aperto.

ENAIRE, che gestisce lo spazio aereo spagnolo, ha affermato che due aree al di sopra dell’area interessata sono state dichiarate no-fly zone per consentire ai servizi di emergenza di operare liberamente. Diversi voli da e per La Palma sono stati rinviati all’inizio di giovedì.

La cenere vulcanica può essere pericolosa per gli aerei. Può anche causare problemi respiratori, nonché potenzialmente irritante per gli occhi e la pelle.

L’unità di emergenza militare schierata sull’isola ha affermato che le letture prese dall’aria non hanno riscontrato alcun pericolo per la salute.

Guarda | Il filmato del drone catturato all’inizio di questa settimana mostra una piscina che ingoia lava:

Il filmato del drone di un vulcano spagnolo mostra una piscina che ingoia lava

Un vulcano attivo nelle Isole Canarie spagnole sta creando fiumi di lava che stanno inghiottendo case e persino piscine mentre si dirigono verso il mare. 0:50

Le autorità non hanno riportato vittime dell’eruzione, anche se si prevede che i danni a proprietà, infrastrutture e terreni agricoli saranno significativi.

Gli scienziati stavano monitorando l’attività del vulcano e hanno avvertito di una possibile eruzione. Ciò ha consentito l’evacuazione in tempo di quasi 7.000 persone.

Il re di Spagna Felipe VI, la regina Letizia e il primo ministro Pedro Sanchez hanno visitato la Palma giovedì e hanno incontrato alcuni senzatetto.

Preoccupati per la lava che scorre nell’oceano

I funzionari inizialmente hanno espresso preoccupazioni su cosa sarebbe successo quando la lava avesse raggiunto l’Oceano Atlantico. Gli esperti dicono che la lava, la cui temperatura supera i 1.000 gradi Celsius, può causare esplosioni, causare frane e produrre nuvole di gas tossici quando colpisce l’oceano.

Un’eruzione e le sue conseguenze possono durare fino a circa tre mesi, secondo l’Istituto di vulcanologia.

La vita nel resto della Palma, che è lunga circa 35 chilometri e larga 20 chilometri nel suo punto più largo, è in gran parte inalterata, con i turisti che continuano ad arrivare per le vacanze programmate.

Le Isole Canarie sono una destinazione popolare per i turisti europei grazie al clima mite tutto l’anno.

Gli isolani vivono principalmente di agricoltura e turismo.

READ  Kinzinger afferma che "molti" repubblicani hanno espresso in privato sostegno alla sua posizione il 6 gennaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *