Daniel Radcliffe sentiva di “aver bisogno di qualcosa da dire” ai giovani gay

Ormai da diversi anni, Harry Potter si è seduto nel mezzo di un vortice arrabbiato alimentato dai commenti di J.K. Rowling sulle persone transgender, che hanno visto lo scrittore degradare il gruppo come un predatore e altro ancora.

All’altro capo dello spettro c’è l’ex star di Harry Potter Daniel Radcliffe, che è stato determinato a sostenere le persone transgender e la comunità LGBT in generale attraverso il suo lavoro su iniziative come il Trevor Project, un ente di beneficenza LGBT.

Radcliffe ha ribadito la sua posizione in una nuova intervista a Indiewireche ha visto ripensando alla lettera aperta del 2020 in cui scriveva “dobbiamo fare di più per supportare le persone transgender e non binarie”.

“Il motivo per cui mi sono sentito così tanto, in gran parte, come se dovessi dire qualcosa quando l’ho fatto, è perché, soprattutto da quando ho finito Potter, ho incontrato molti bambini e giovani adulti gay e transgender che hanno un grande accordo di identificazione con Potter in E così, quando li ho visti farsi male quel giorno, volevo che sapessero che non tutti nel franchise si sentono in questo modo. E questo è stato davvero importante “, ha spiegato Radcliffe nella nuova intervista.

La Rowling è stata una figura controversa da una serie di tweet nel 2020 che ha suscitato intense reazioni da parte della comunità transgender. Emma Watson, che interpretava Hermione Granger, è stata tra i personaggi dell’universo di Harry Potter che si sono espressi per supportare le persone transgender in risposta. Da allora, la Rowling ha costantemente ribadito la sua posizione contro le persone transgender, in particolare le donne transgender.

READ  Le prime reazioni a The Grey Man elogiano il lavoro di livello successivo

Da allora, la posizione della Rowling nei confronti delle persone transgender si è soffermata su vari aspetti della serie di Harry Potter, dall’imminente gioco di Hogwarts Legacy a The Last Encounter a cui la Rowling non ha partecipato. La Rowling è sempre stata il volto della serie che ha creato, ma Radcliffe è rimasto anche una parte importante dell’eredità del franchise, anche se ha cercato di stabilire la propria identità nel mondo dello spettacolo.

In un modo o nell’altro, Harry Potter è più popolare e controverso che mai.

In definitiva, ha detto Radcliffe, il suo mondo filantropico con la comunità LGBT significava che doveva parlare.

“È stato davvero importante perché ho lavorato con Project Trevor per oltre 10 anni, quindi non credo che sarei stato in grado di guardarmi allo specchio se non avessi detto qualcosa”, ha detto Radicliffe. “Ma non spetta a me indovinare cosa sta succedendo nella testa di qualcun altro.”

Il ruolo più recente di Radcliffe è quello di Stranger Al Yankovic in Stranger: The Yankovic Story. L’uscita è prevista su Roku Channel il 4 novembre.

Kat Bailey è Senior News Editor di IGN e co-conduttrice di Nintendo Voice Chat. Hai un consiglio? Mandale un messaggio diretto a the_katbot.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.