Home / Politica / Comunali, nel centrodestra un Comitato di difesa per Campobasso?

Comunali, nel centrodestra un Comitato di difesa per Campobasso?

Quanto sta accadendo nel centrodestra a Campobasso, dopo il diktat romano e a seguito della nota dei coordinatori di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia di supporto alla decisione romana, riporta, un po’, alla mente un tempo quando la politica era politica. Una scelta, quella indicante il candidato Lega a Campobasso, nella figura di Alberto Tramontano, che è apparsa un’imposizione lontana dal territorio. Avallata, ancora, dai coordinatori dei tre partiti tutti isernini e lontani dalla realtà comunale. In termini di scelte e di idee. Ora si apre la vera partita politica. Quella nella quale i Popolari, l’Udc e i movimenti civici, tutti, dovranno dimostrare che c’è ancora una voglia di lavorare per il bene di Campobasso. Ecco, allora, un giornale tirato fuori nel lontano 1957, dall’allora consigliere comunale, Adolfo Colagiovanni, con un salutare Comitato per la difesa di Campobasso. Non per chiudersi dentro quattro mura ma, proprio, per ribadire il ruolo della città capoluogo di regione e nella difesa delle sue prerogative. Riuscirà quanto resta della politica campobassana a riprendere fiato, riconquistare sopite passioni e lanciare una sfida in termini di idee e proposte programmatiche? Sul tavolo, due nomi ci sono: Francesco Pilone, consigliere di centrodestra di lungo corso e Corrado Di Niro, imprenditore e rappresentante dei costruttori edili. Le liste ci sono e potrebbero gonfiarsi ancora di più per l’abbandono dei partiti che hanno volontariamente subito il diktat. Potrebbe aprirsi, finalmente, una nuova pagina politica in città. Come quella lanciata nel lontano 1957 dall’allora consigliere comunale, professor Adolfo Colagiovanni. Grande tempra e spessore di uomo politico.

Potrebbe Interessarti

Lavoratori ex Ittierre, Toma: Siamo in grado di assicurare cinque mesi di mobilità

«Abbiamo una buona notizia per i lavoratori dell’Area di crisi complessa, quelli della ex Ittierre, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *