Cinque lavoratori sono stati uccisi dopo aver inalato gas tossico in una fogna

Cinque lavoratori sono stati uccisi dopo aver inalato gas tossico in una fogna
Italia: cinque lavoratori uccisi dopo aver inalato gas tossico nelle fogne

Cinque addetti alla manutenzione sono morti lunedì in Sicilia, ha detto un sindaco locale all'AFP, dopo aver inalato gas tossico in una fogna.

Le vittime stavano eseguendo lavori di manutenzione al sistema fognario quando alcuni di loro hanno iniziato a sentirsi male, secondo quanto riportato dai media locali.

“Cinque lavoratori sono morti e il sesto è stato intubato e portato in ospedale”, ha detto Giovanni Di Giacinto, sindaco di Castelldaccia, vicino Palermo, capitale culturale ed economica della Sicilia.

I rapporti dicono che i soccorritori dei vigili del fuoco hanno tirato fuori i sei dal sistema fognario ma sono riusciti a rianimare solo uno di loro.

Si ritiene che i lavoratori abbiano inalato acido solfidrico, un gas naturale spesso associato al business dei rifiuti, che è tossico in alte concentrazioni, ha detto Di Giacinto.

Livelli elevati possono causare problemi respiratori, convulsioni, coma e morte.

Gli incidenti mortali sul lavoro fanno regolarmente notizia sulla stampa italiana, innescando ogni volta una discussione sulla prevenzione dei rischi.

Più di recente, a febbraio, una struttura di cemento è crollata nel cantiere di un grande magazzino a Firenze, uccidendo cinque lavoratori, mentre ad aprile sette lavoratori sono rimasti uccisi in un'esplosione in una centrale idroelettrica vicino a Bologna.

READ  "Sono nato e cresciuto nel nord della Moldova, dove si cucina bene e molto".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *