Campania, formazione a distanza fino al 7 dicembre per la seconda elementare. Ordine

Stampa

Le scuole in Campania non si aprono. Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca, ha firmato il Decreto n. 93 che contiene misure aggiuntive per prevenire e gestire l’emergenza pandemica di COVID-19

Punti principali del decreto:

1.1 Dal 30 novembre 2020 al 7 dicembre 2020, fermo restando quanto previsto al successivo punto 1.2, sono sospese le attività didattiche nella frequenza delle classi delle scuole elementari diverse dalla prima elementare, quelle della prima elementare della scuola media nonché quelle relative ai laboratori . L’autorizzazione è concessa ad AA.SS.LL. Idoneo a livello regionale – con il supporto dell’Istituto Sperimentale Zooprofilattico del Sud – a continuare lo screening, somministrando tamponi antigenici, su base volontaria, a docenti e non docenti, agli studenti interessati e ai loro familiari conviventi, alla luce della ripresa delle attività presenti a partire dal 9 dicembre 2020 ;

1.2 In ogni caso, e con effetto immediato, restano ammesse le attività destinate ad alunni con bisogni educativi speciali e / o con disabilità, previa valutazione da parte della scuola delle specifiche condizioni contestuali e, in ogni caso, è garantita la comunicazione online con gli alunni della classe che sono in formazione a distanza;

1.3 Con effetto immediato sono consentite anche le attività in presenza di servizi educativi, asili nido (sistema integrato di istruzione e istruzione 0-6 Consiglio regionale della Campania el Presidente) e il primo semestre di scuola elementare, oltre a più classi di scuola elementare compresa la prima. Il monitoraggio della progressione del contagio e la comunicazione dei dati di interesse ai sindaci è delegato all’ASSL competente a livello regionale. Sulla base delle situazioni di particolare criticità verificatesi in relazione alle giurisdizioni, ai sindaci è consentito adottare provvedimenti di sospensione delle attività in essere o ogni altro provvedimento necessario. Gli amministratori scolastici garantiscono che siano presenti le condizioni, anche relative al personale, per svolgere le attività in sicurezza.

READ  AlphaTauri rivela il nuovo programma di allenamento di F1 di Tsunoda dopo il trasferimento dell'Italia

Le attività di insegnamento faccia a faccia per gli studenti dalla seconda alla prima elementare devono essere riprese il 30 novembre. Per la seconda e la terza elementare il padre era già anticipato da Dpcm il 3 novembre, visto che la Campania è in rosso. Covid-19, cosa è cambiato dopo i decreti firmati dal ministro Speranza

Ordine

De Luca contro Conte e Azulina

Venerdì, durante il consueto punto stampa, il presidente della Regione Campania ha criticato Conte e Azulina: ”Voglio mantenere i brani, ma potete immaginare un giorno che le scuole aprano il 9 dicembre per poi chiudere nei giorni festivi e riaprire a gennaio? Non ci sono parole. Siamo in un paese in cui le cose più naturali sono una conquista “.

De Luca: “L’atteggiamento di Azulina e Conte verso la scuola è scioccante” [VIDEO]

Per avere un quadro completo delle regioni: Riapertura scolastica, aggiornamenti regionali e decreti. Tutte le informazioni utili

Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *