Biden rende Juneteenth una festa federale negli Stati Uniti, per commemorare la fine della schiavitù

I neri americani si sono rallegrati giovedì dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha reso il 19 giugno una festa federale, ma alcuni hanno affermato che mentre apprezzavano il riconoscimento in un momento di resa dei conti razziale nel paese, è necessario di più per cambiare le politiche che stanno danneggiando così tante persone. loro fratelli.

“È fantastico, ma non è abbastanza”, ha affermato Gwen Grant, presidente e CEO della Kansas City Urban League. Grant ha detto di essere soddisfatta del rapido voto di questa settimana da entrambe le camere del Congresso per rendere Juneteenth una festa federale perché “è passato così tanto tempo”.

Ma ha aggiunto: “Abbiamo bisogno che il Congresso protegga i diritti di voto, e questo deve accadere ora in modo da non tirarci indietro ulteriormente. Questa è la cosa più importante di cui il Congresso può parlare in questo momento”.

Alla cerimonia per la firma della legge alla Casa Bianca, Biden ha convenuto che era necessario più che commemorare gli eventi del 19 giugno 1865. Fu allora che i soldati dell’Unione portarono la notizia della libertà agli schiavi neri a Galveston, in Texas, due anni e mezzo dopo che il presidente Abraham Lincoln ha annunciato l’emancipazione degli schiavi negli stati del sud.

“Questo giorno non celebra solo il passato. Richiede azione oggi”, ha detto Biden prima di istituire il 19° National Independence Day. Tra il suo pubblico c’erano dozzine di membri del Congresso e Opal Lee, una donna texana di 94 anni che ha fatto una campagna per celebrare la festa.

READ  La cenere vulcanica potrebbe essere la causa degli ultimi giorni di nebbia nella metropolitana: meteorologo
Biden parla con Opal Lee dopo la firma. (Evan Fauci/The Associated Press)

Sforzi per ridurre l’istruzione

Biden ha individuato i diritti di voto come area di azione.

Gli stati a guida repubblicana hanno emanato o stanno considerando una legislazione che secondo gli attivisti limiterebbe il diritto di voto, specialmente per le persone di colore. La legislazione per affrontare le questioni relative ai diritti di voto e per introdurre le necessarie riforme della polizia dopo gli omicidi di George Floyd e di altri uomini di colore disarmati, rimane bloccata in un Congresso che ha agito rapidamente sul disegno di legge di Juneteenth.

Altri vogliono che il governo federale effettui riparazioni o pagamenti ai discendenti degli schiavi nel tentativo di rimediare a questi torti.

Nel frattempo, sono in corso sforzi in tutto il paese per limitare ciò che i distretti scolastici stanno studiando sulla storia della schiavitù negli Stati Uniti

L’organizzatrice della comunità Kimberly Holmes Ross, che ha contribuito a rendere la sua città natale di Evanston, nell’Illinois, la prima città americana a pagare le riparazioni, si è detta entusiasta della nuova festa federale perché porterà più persone a conoscere Gwenth.

Ma avrebbe voluto che il Congresso prendesse provvedimenti sulla legislazione sul linciaggio o proteggesse prima gli elettori.

“Non sono troppo eccitato solo perché tutte le altre cose sono ancora in corso”, ha detto Holmes-Ross, 57 anni. “Non hai affrontato ciò di cui abbiamo davvero bisogno di parlare”.

La gente festeggia allo storico cartello Juneteenth a Galveston, in Texas. (Jennifer Reynolds/The Galveston County Daily News via Associated Press)

Molti paesi stanno già guardando Juneteenth

Gli Stati Uniti non hanno mai avuto una festa o una celebrazione nazionale della fine della schiavitù, ha affermato Benel Joseph, esperto di razza presso l’Università del Texas ad Austin. Ma molti neri americani hanno festeggiato il dodicesimo greco.

“Giugno è simbolicamente importante”, ha detto Joseph, “e abbiamo bisogno della sostanza da seguire, ma storicamente i neri hanno sempre cercato di fare più cose contemporaneamente”.

La maggior parte dei lavoratori federali celebrerà la festa venerdì, poiché il 19 cade nel fine settimana. Il sindaco di Washington Muriel Bowser e il governatore del Maryland Larry Hogan hanno annunciato che gli uffici del governo statale e cittadino saranno chiusi venerdì in onore di Leontith. Anche le scuole pubbliche del Distretto di Columbia saranno chiuse venerdì.

Juneteenth è la dodicesima festa federale, incluso il giorno dell’inaugurazione una volta ogni quattro anni. È anche la prima festa federale da quando la festa di Martin Luther King Jr. è stata istituita nel 1983.

Prima che il 19 giugno diventasse una festa federale, veniva osservata nella stragrande maggioranza degli stati e nel Distretto di Columbia. Il Texas è stato il primo a rendere Juneteenth una vacanza nel 1980.

Il Senato ha approvato il disegno di legge all’inizio di questa settimana all’unanimità. Ma alla Camera dei Rappresentanti, 14 repubblicani hanno votato contro, incluso il rappresentante Chip Roy del Texas. Roy ha detto che Juneteenth meritava di essere celebrato, ma si è opposto all’uso della parola “indipendenza” nel nome della festa.

Maggioranza nella Camera dei rappresentanti, la frusta James Clyburn, al centro sinistra, raggiunge il rappresentante Maxine Waters, mentre i membri del Black Caucus of Congress celebrano l’undicesimo National Independence Day Act. (J Scott Applewhite/The Associated Press)

“Questo nome divide inutilmente la nostra nazione su una questione che dovrebbe invece unirci creando un Giorno dell’Indipendenza separato basato sul colore della nostra pelle”, ha affermato in una nota.

“Abbiamo un giorno dell’indipendenza e si applica ugualmente a tutte le persone di tutte le razze”, ha affermato il rappresentante dell’Arizona Paul Gosar, che ha anche votato contro il disegno di legge.

La sensazione era diversa in Texas, che è stato il primo stato a rendere Juneteenth un giorno festivo.

“Sono felice in rosa”, ha detto Doug Matthew, 70 anni, l’ex manager della città di Galveston che ha aiutato a coordinare le celebrazioni della comunità per Junitanth da quando il Texas ne ha fatto una vacanza.

Ha elogiato il lavoro dei leader statali e locali nel preparare la strada alla mossa di questa settimana da parte del Congresso.

“Sono anche orgoglioso che tutto sia iniziato a Galveston”, ha detto Matthew.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *