Biden chiama “genocidio” l’invasione russa dell’Ucraina

Martedì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha definito l’invasione russa dell’Ucraina un “genocidio”, la prima volta che lo ha fatto pubblicamente dall’inizio della guerra.

Ha detto in Iowa, dove ha annunciato una mossa modesta volta ad abbassare i prezzi della benzina.

Successivamente, Biden si è attenuto alla sua caratterizzazione delle azioni della Russia in Ucraina.

L’ho chiamato genocidio perché è diventato sempre più chiaro [Russian President Vladimir] “Putin sta solo cercando di cancellare l’idea di essere ucraino e le prove stanno aumentando”, ha detto ai giornalisti mentre si preparava a salire a bordo dell’Air Force One per tornare a Washington.

“Lasceremo che gli avvocati decidano a livello internazionale se si qualificherà o meno, ma a me sicuramente sembra così”.

I commenti di Biden sono stati accolti con elogi dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che ha incoraggiato i leader occidentali a usare il termine per descrivere l’invasione russa del suo paese.

Secondo il diritto internazionale, il genocidio è l’intento di distruggere – in tutto o in parte – un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso. Secondo le Nazioni Unite, ciò include omicidio, gravi danni fisici o mentali, imposizione di circostanze letali e misure per prevenire le nascite, tra gli altri mezzi.

Una donna trascina i suoi bagagli vicino alle case danneggiate durante i combattimenti a Mariupol, in Ucraina, l’8 aprile. Putin ha dimostrato di sfidare le sanzioni occidentali imposte in risposta all’invasione russa dell’Ucraina. (Alexei Alexandrov/Associated Press).

Il genocidio, considerato il crimine internazionale più grave, è stato usato per la prima volta per descrivere l’Olocausto. È stato istituito nel 1948 come reato ai sensi del diritto internazionale nella Convenzione delle Nazioni Unite.

Dalla fine della Guerra Fredda, il Dipartimento di Stato americano ha usato ufficialmente il termine sette volte. Questi massacri sono stati in Bosnia, Ruanda, Iraq e Darfur. Gli attacchi dello Stato Islamico agli yazidi e ad altre minoranze. Il trattamento riservato dalla Cina agli uiguri e agli altri musulmani quest’anno a causa della persecuzione militare dei Rohingya da parte del Myanmar. La Cina nega le accuse di genocidio.

Al Dipartimento di Stato, una tale decisione di solito segue un rigoroso processo interno. Tuttavia, la decisione finale spetta al Segretario di Stato, che valuta se la mossa farà avanzare gli interessi degli Stati Uniti, hanno affermato i funzionari.

Biden ha rilasciato così poche dichiarazioni sulla guerra che i funzionari americani sono stati successivamente costretti a fare marcia indietro. Il presidente ha suscitato polemiche per il suo recente viaggio in Polonia quando ha pubblicato una riga alla fine del suo discorso dicendo che Putin non dovrebbe essere autorizzato a rimanere al potere. La Casa Bianca ha chiarito che la politica degli Stati Uniti non era quella di cercare un cambio di regime.

Putin difende l’invasione

Putin, che è in gran parte scomparso dalla vista da quando le sue forze sono state cacciate dall’avvicinarsi alla capitale ucraina, Kiev, questo mese, è riapparso martedì per difendere la sua “nobile” invasione dell’Ucraina, dicendo che i colloqui di pace avevano raggiunto un punto morto.

In un evento stampa all’interno della base spaziale di Vostochny nell’Estremo Oriente russo, a sei fusi orari da Mosca, Putin ha sollevato punti di discussione: che Mosca “non ha altra scelta” che intervenire per proteggere i separatisti, sconfiggere i neonazisti e “aiutare il popolo .”

Il presidente russo Vladimir Putin parla mentre il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, a sinistra, e il presidente del Roscosmos Dmitry Rogozin ascoltano durante la visita di Putin al cosmodromo di Vostochny, nella regione russa dell’Amur, nell’estremo oriente. (Evgeny Pyatov/Sputnik/AFP/Getty Images)

Ha aggiunto che l’economia russa è in piedi da sola nonostante le sanzioni occidentali e ha affermato che i segni dei crimini di guerra presumibilmente commessi dalle forze russe sono falsi dall’Occidente. Per quanto riguarda le conversazioni: “Siamo ancora una volta in stallo”.

Putin ha accompagnato il suo alleato, il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, per celebrare l’anniversario del successo sovietico nel lancio del primo volo spaziale con equipaggio.

Alla domanda dei lavoratori della RSA se l’operazione in Ucraina avrebbe raggiunto i suoi obiettivi, Putin ha detto: “Certo. Non ho assolutamente dubbi.

“I suoi obiettivi sono abbastanza chiari e nobili”, ha detto. “Non avevamo scelta. È stata la decisione giusta”.

Ha detto che la Russia continuerà le sue operazioni “con ritmo e calma”.

Discorsi di pace

Putin, che era onnipresente alla televisione russa nei primi giorni della guerra, si è in gran parte ritirato dagli occhi dell’opinione pubblica da quando Mosca ha ritirato le sue forze dall’Ucraina settentrionale questo mese.

La sua unica apparizione pubblica la scorsa settimana è stata al funerale di un nazionalista, dove ha rilasciato brevi dichiarazioni e non ha affrontato direttamente la guerra. Lunedì ha incontrato il cancelliere austriaco in visita in una casa di campagna fuori Mosca, ma non sono state rilasciate foto di quell’incontro.

Nel segno più forte che la guerra durerà più a lungo, Putin ha affermato martedì che Kiev ha fatto deragliare i colloqui di pace lanciando false accuse di crimini di guerra russi e chiedendo garanzie di sicurezza per coprire tutta l’Ucraina.

“Siamo ancora una volta bloccati per noi”, ha detto.

Alla domanda sui commenti di Putin, il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak ha affermato che i negoziati sono stati molto difficili ma sono proseguiti.

Podolyak ha anche detto a Reuters che la Russia sta cercando di fare pressione sui colloqui con le sue dichiarazioni generali e che i negoziati stanno proseguendo a livello di sottogruppi di lavoro.

READ  George Floyd: Il capo della polizia di Minneapolis dovrebbe testimoniare all'inizio della seconda settimana del processo di Derek Chauvin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.