Banca mondiale: 411 miliardi di dollari per la ricostruzione dell’Ucraina devastata dalla guerra | notizie di conflitto

Banca mondiale: 411 miliardi di dollari per la ricostruzione dell’Ucraina devastata dalla guerra |  notizie di conflitto

La Banca mondiale ha affermato che la cifra di 411 miliardi di dollari nei prossimi 10 anni dovrebbe essere considerata un minimo mentre la guerra si trascina.

Un rapporto della Banca mondiale ha stimato che nei prossimi dieci anni costerebbe all’Ucraina 411 miliardi di dollari per riprendersi e ricostruire dalla guerra russa contro il paese, poiché il conto per rimuovere le macerie dalle città distrutte è di soli 5 miliardi di dollari.

Il rapporto, pubblicato mercoledì, afferma che la stima “dovrebbe essere considerata un limite inferiore perché i bisogni continueranno ad aumentare finché la guerra continuerà”.

Rilasciata congiuntamente dal governo ucraino, dalla Banca mondiale, dalla Commissione europea e dalle Nazioni Unite, la valutazione di 411 miliardi di dollari è un aumento rispetto ai 349 miliardi di dollari stimati in un rapporto pubblicato dalla banca a settembre.

Il rapporto descrive in dettaglio alcune delle perdite economiche e umane nella guerra russa, tra cui quasi due milioni di case danneggiate, più di un istituto sanitario pubblico su cinque danneggiato, 650 ambulanze danneggiate o rubate e almeno 9.655 civili uccisi, tra cui 461 bambini. .

Il vicepresidente della Banca mondiale per l’Europa e l’Asia centrale, Anna Berdy, ha dichiarato mercoledì che la ricostruzione dell’Ucraina “richiederà diversi anni”.

Il rapporto calcola finora i danni diretti a edifici e infrastrutture a 135 miliardi di dollari, senza contare le più ampie ricadute economiche del conflitto che va avanti da più di un anno.

Contattato dai giornalisti, Berdy ha affermato che i danni avrebbero potuto essere peggiori se non fosse stato per la difesa montata dalle forze ucraine, che hanno mantenuto i danni peggiori confinati nelle aree di prima linea di Donetsk, Kharkiv, Luhansk e Kherson.

READ  Il giudice afferma che il processo etico dell'avvocato accusato di Trump, Eastman, continuerà per ora

La valutazione prevede che Kiev richieda 14 miliardi di dollari per la ricostruzione critica e prioritaria più investimenti per il recupero solo nel 2023. Martedì il Fondo monetario internazionale ha dichiarato di aver raggiunto un accordo a livello di personale con l’Ucraina per un pacchetto di finanziamento quadriennale del valore di circa 15,6 miliardi di dollari.

La Banca mondiale ha affermato a febbraio che, nonostante la pesante offensiva della Russia, l’Ucraina continua a mantenere i servizi pubblici di base, tra cui tenere aperte scuole e ospedali, pagare insegnanti e dipendenti pubblici, nonché pagare le pensioni.

“Il supporto di questi servizi vitali rimane una priorità e l’Ucraina ha bisogno di circa 3-4 miliardi di dollari al mese per mantenerli”, scrisse Berdy all’epoca della banca.

L’invasione russa ha causato lo sfollamento di milioni di ucraini. Anche i prezzi globali dei prodotti alimentari e dell’energia sono aumentati a causa della guerra.

Finora, l’invasione russa ha spazzato via 15 anni di progresso economico in Ucraina, tagliando il prodotto interno lordo del 29% e portando 1,7 milioni di ucraini nella povertà, ha affermato la Banca Mondiale.

Anche in mezzo agli attacchi e ai furiosi combattimenti nell’est del paese, afferma il rapporto, è fondamentale che gli sforzi del governo e del settore privato continuino e si riprendano in Ucraina. Il rinvio della ricostruzione in Ucraina, ha affermato la banca, ha rischiato che “il Paese si stabilizzi in uno stato di crescita bassa o nulla e affronti enormi sfide sociali una volta che la guerra sarà finita”.

READ  Putin sta valutando le opzioni se l'Occidente rifiuta le garanzie che la NATO non si espanderà in Ucraina

Il settore energetico ucraino ha registrato di recente il maggior aumento dei danni a causa degli attacchi russi mirati alla rete elettrica e ad altri centri energetici durante l’inverno, nel tentativo di congelare la popolazione e la leadership ucraina a Kiev.

La Banca mondiale ha affermato che il danno totale al settore energetico è ora cinque volte maggiore rispetto alla scorsa estate.

“Infrastrutture energetiche, alloggi, infrastrutture critiche, economia e sminamento umanitario sono le nostre cinque priorità per quest’anno”, ha dichiarato mercoledì il primo ministro ucraino Denys Shmyhal.

Shmihal ha anche avvertito che “l’entità dei danni e le esigenze di recupero al momento non includono i dati sulla perdita di infrastrutture, alloggi e attività commerciali nei territori occupati”.

Ha detto che le autorità ucraine inizieranno i lavori di restauro su queste terre quando saranno liberate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *