Apple ha ottenuto una vittoria nella causa antitrust su Apple Watch con AliveCor

Apple ha ottenuto una vittoria nella causa antitrust su Apple Watch con AliveCor

Apple ha ottenuto una vittoria nella sua battaglia legale in corso con AliveCor sulla tecnologia di monitoraggio cardiaco dell'Apple Watch.

AliveCor ha affermato che Apple ha limitato l'accesso di terze parti ad alcuni dati sulla frequenza cardiaca dell'Apple Watch, una mossa considerata anticoncorrenziale. Tuttavia, un giudice della Corte distrettuale degli Stati Uniti si è pronunciato interamente a favore di Apple e ha affermato che la società non avrebbe dovuto affrontare la causa durante il processo.

Aggiornato alle 15:54 PT: Dichiarazione di AliveCor aggiunta di seguito. AliveCor dice che farà appello.

In una dichiarazione a 9to5MacUn portavoce di Apple ha detto:

“In Apple, i nostri team innovano costantemente per creare prodotti e servizi che offrono agli utenti funzionalità salvavita per salute, benessere e salvavita. La causa di AliveCor mette alla prova la capacità di Apple di migliorare le capacità critiche dell'Apple Watch su cui fanno affidamento consumatori e sviluppatori , e la scoperta di oggi conferma che non è anticoncorrenziale. Ringraziamo la corte per l'attenta considerazione di questo caso e continueremo a proteggere le innovazioni che portiamo avanti per conto dei nostri clienti da pretese infondate.

Il caso era incentrato sugli aggiornamenti all'algoritmo della frequenza cardiaca dell'Apple Watch effettuati come parte di watchOS 5 nel 2018, con l'aggiornamento dell'azienda da un algoritmo Heart Rate Path Optimizer (HRPO) a un algoritmo Heart Rate Neural Network (HRNN). AliveCor ha affermato che questi cambiamenti danneggiano l'esperienza di utilizzo della funzione SmartRhythm, disponibile nella sua app watchOS.

AliveCor ha quindi intentato questa causa antitrust nel maggio 2021, affermando che Apple avrebbe dovuto continuare a rendere disponibili i dati sulla frequenza cardiaca di Apple Watch anche dai suoi algoritmi pre-watchOS 5. Ma Apple non lo ha fatto perché ha ritenuto che HRNN fosse più accurato.

READ  7 persone sull'isola di Vancouver hanno segnalato malattie associate alla salmonella del melone

Apple ha inoltre affermato di aver sempre reso disponibili agli sviluppatori i dati sulla frequenza cardiaca dell'Apple Watch, anche con… API di allenamento WatchOS 5. Inoltre, ha sostenuto che le modifiche all’algoritmo della frequenza cardiaca in watchOS 5 erano veri e propri miglioramenti al prodotto Apple Watch e che altre società non avevano il diritto di influenzare il design e le decisioni commerciali di Apple.

In un giudizio sommario, il giudice distrettuale americano Jeffrey White si è pronunciato a favore di Apple in questo caso. I dettagli della decisione non sono disponibili per motivi di riservatezza, ma Apple afferma che una versione pubblica sarà disponibile entro poche settimane.

Il giudice ha ritenuto che le modifiche apportate da Apple a watchOS non fossero anticoncorrenziali e che il caso non dovesse essere sottoposto a un processo con giuria.

Inoltre, continua una controversia separata tra Apple e AliveCor sui brevetti relativi alla funzione ECG dell'Apple Watch. La decisione odierna non ha alcun impatto sulla controversia sui brevetti.

Legge sulla concorrenza sleale della California

Apple sottolinea anche le somiglianze tra l’esito del caso antitrust AliveCor e la sua battaglia con Epic Games, ma c’è una differenza fondamentale.

Nel caso Epic Games, il giudice Yvonne Gonzalez Rogers ha stabilito che Apple ha violato la legge sulla concorrenza sleale della California, costringendola ad apportare modifiche alle linee guida anti-direttiva dell'App Store.

Ma questa volta, la corte ha respinto l'affermazione di AliveCor secondo cui Apple avrebbe violato la legge sulla concorrenza sleale della California. In caso contrario, ad Apple avrebbe potuto essere richiesto di continuare a offrire l’algoritmo di monitoraggio della frequenza cardiaca della generazione precedente sull’Apple Watch.

READ  Calzolaio Arrabbiato - Nuovo Quotidiano Alto Adige

La decisione della corte conferma che l'innovazione di Apple nell'Apple Watch – come il suo algoritmo HRNN più avanzato – incoraggia la concorrenza e favorisce il consumatore, nonostante ciò che AliveCor ha provato e non è riuscito a sostenere. Anche questo è simile alla sentenza di Epic Games, in cui il giudice Rogers ha citato il vantaggio competitivo dell'App Store e il processo di revisione delle app di Apple.

Prendi 9to5Mac

A detta di tutti, questa è una grande vittoria per Apple, sia per questo caso specifico che coinvolge AliveCor sia per il quadro più ampio.

Non esiste alcuna situazione in cui abbia senso per Apple mantenere il vecchio e meno affidabile algoritmo Heart Rate Tracking Optimizer dopo che ha già debuttato con il suo nuovo algoritmo Heart Rate Neural Network. Perché Apple dovrebbe continuare intenzionalmente a includere una funzionalità software precedente quando è disponibile una versione più recente e più affidabile? Questa è una china scivolosa e qualcosa che danneggerà i consumatori.

Anche l'argomentazione di Apple secondo cui i tribunali non sono nella posizione di intervenire in tali situazioni è giusta, un argomento con il quale il giudice White è d'accordo.

Dichiarazione di AliveCor:

AliveCor è estremamente delusa e in forte disaccordo con la decisione del tribunale di archiviare il nostro caso anticoncorrenziale e intendiamo presentare ricorso. Continueremo a proteggere vigorosamente la nostra proprietà intellettuale a vantaggio dei nostri clienti e incoraggiare l'innovazione. Il licenziamento non pregiudica la continuità delle attività di AliveCor; Continueremo a progettare e fornire ai nostri clienti i migliori prodotti e servizi ECG portatili.

Separatamente, le conclusioni della International Trade Commission secondo cui Apple ha violato i brevetti di AliveCor sono ancora valide. I ricorsi dell'ITC e del Patent Trial and Appeal Board (PTAB) saranno esaminati nel Circuito Federale per il Distretto settentrionale della California nei prossimi mesi. In altri recenti sviluppi, il PTAB si è recentemente pronunciato a favore di AliveCor istituendo l'Inter Partes Review (IPR) dei brevetti di Apple e bloccando la controquerela di Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *