15 edifici mancanti, appesi sul bordo di un cratere dopo una frana in Norvegia

La polizia ha detto che 10 persone sono rimaste ferite, una delle quali in gravi condizioni, e 15 persone sono rimaste disperse dopo che una frana nel sud della Norvegia ha distrutto più di una dozzina di edifici nelle prime ore di mercoledì mattina.

La frana ha colpito una zona residenziale nel comune di Gerdrum, a circa 30 km a nord della capitale Oslo. La polizia ha detto che circa 700 persone sono state evacuate dalla zona.

La frana ha tagliato un sentiero attraverso il villaggio di Ask, lasciando una profonda valle che le auto non potevano oltrepassare. Le riprese video hanno mostrato scene drammatiche, inclusa la caduta di una casa nella stretta valle.

Le foto del sito hanno mostrato un grande cratere, in fondo al quale sono stati distrutti edifici. Le riprese televisive hanno mostrato altri edifici sospesi sul bordo del cratere. NRK ha riferito che altre due case sono crollate nella fossa mercoledì pomeriggio.

Oeystein Gjerdrum, 68 anni, ha detto a NRK: “Ci sono stati due tremendi sussulti che sono durati a lungo, e ho pensato che la neve fosse stata rimossa o qualcosa del genere”.

“Poi improvvisamente si è interrotta l’elettricità e un vicino è venuto alla porta e ha detto che dovevamo evacuare, così ho svegliato i miei tre nipoti e ho chiesto loro di vestirsi in fretta”.

‘Disastro’

Gli elicotteri hanno continuato a sorvolare l’area al calare della notte, a volte facendo cadere i soccorritori verso i rottami delle case crollate. La polizia ha detto che le operazioni di soccorso continueranno fino a mercoledì sera fino a giovedì.

“È un disastro”, ha detto ai giornalisti il ​​primo ministro Erna Solberg dopo aver visitato il sito.

READ  Il regolatore russo blocca il sito web del critico del Cremlino Alexei Navalny prima delle elezioni

“Potrebbero esserci persone intrappolate … Ma allo stesso tempo non possiamo essere sicuri che siano le vacanze di Capodanno, il che significa che le persone possono essere altrove”, ha detto, avvertendo che le operazioni di soccorso potrebbero richiedere molto tempo.

“Questo potrebbe richiedere giorni.”

I rapporti iniziali stimavano il numero di persone sconosciute a 21. Questo numero successivamente è sceso a 15.

Solberg ha detto che la situazione era ancora “molto instabile” e che era impossibile effettuare operazioni di salvataggio diverse dagli elicotteri.

Torelld Hofschagen, capo regionale della direzione norvegese delle risorse idriche e dell’energia, ha dichiarato in una conferenza stampa che le masse di terra continuano a muoversi in una delle più grandi colate di fango nella storia moderna della Norvegia.

NRK ha detto che la Norvegia meridionale ha visto grandi quantità di pioggia negli ultimi giorni, il che potrebbe causare lo spostamento dei terreni fangosi prevalenti nell’area.

Una frana ha attraversato Ask, una piccola comunità nel sud-est della Norvegia. (Norwegian Rescue Service / NTB / Reuters)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.