La NASA vuole mettere una serie di telecamere telescopiche ad alta risoluzione sulla Luna

La NASA vuole mettere una serie di telecamere telescopiche ad alta risoluzione sulla Luna

Una squadra del Goddard Space Flight Center della NASA Suggerisci un disegno Per un sistema di telescopi multi-camera sulla superficie lunare che può iniziare in piccolo, ma espandersi fino a diventare molto più grande nel tempo.

Nell’ambito della missione Artemis, la NASA spera di costruire le infrastrutture necessarie per consentire un “programma sostenibile di esplorazione e sviluppo lunare”, che include un gateway lunare che consentirebbe voli regolari da e verso la superficie. L'universo oggi Rapporti. In caso di successo, la costruzione sulla Luna potrebbe diventare possibile e gli astronauti potrebbero rimanere al campo base per un massimo di due mesi.

L’accesso regolare alla superficie lunare apre opportunità, come la costruzione di un sistema di telescopi ad alta risoluzione in grado di riprendere oggetti sia nello spettro visibile che infrarosso. Almeno questo è ciò che suggerisce un team della NASA.

“Il ritorno della NASA sulla Luna offre significative opportunità per compiere passi pratici verso capacità scientifiche ad alto impatto. Un candidato ovvio è l'imaging interferometrico ad alta risoluzione a lunghezze d'onda visibili e ultraviolette”, suggerisce Kenneth Carpenter, membro del team del Goddard Space Flight Center.

C'è stato uno studio del 1966 che ha valutato i pro e i contro di un telescopio lunare rispetto a un telescopio a volo libero come Hubble o il telescopio spaziale James Webb, concludendo che quest'ultimo era più praticabile perché il primo avrebbe richiesto la costruzione di infrastrutture. sulla Luna. Ovviamente, stabilire una base lunare era molto più costoso che inseguire singoli satelliti, e questo è ciò che ha fatto l'umanità.

Tuttavia, se la possibilità di raggiungere la Luna diventasse più facilmente disponibile, l’argomentazione a favore di riconsiderare il concetto di telescopio lunare diventerebbe più plausibile.

READ  Hubble vede una spirale incredibile nella costellazione del coma

“Ora che si prevede che l'infrastruttura lunare sarà costruita nell'ambito del programma Artemis, è opportuno e urgente indagare sulla costruzione di interferometri sulla superficie lunare. “Il nostro obiettivo è lo stesso livello di studio dettagliato che è stato fatto per grandi interferometri liberi. interferometri volanti durante gli studi delle missioni Vision della NASA nel 2003-2005, per prepararsi a sfruttare questa infrastruttura lunare,” scrive Carpenter.

Il piano proposto coprirebbe tutto, da come costruire la struttura, come mantenerla, quali metodi potrebbero essere utilizzati per espanderla e una serie di ragioni per sostenere la sua costruzione, a cominciare da quelli pratici (i benefici della luna). telescopio esistente) a beni immateriali (generando “enorme interesse pubblico e sociale”).

Il rendering di Carpenter della serie di telecamere del telescopio lunare lo è Solo uno dei tanti Che è considerato parte della missione Artemis della NASA.


Crediti immagine: Diagramma dell'interferometro per immagini ottiche lunari a base lunga: Artemis Stellar Imager (AeSI), Kenneth Carpenter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *