13 morti in un incidente in elicottero militare indiano, compreso il capo di stato maggiore della difesa

Il generale Bipin Rawat, capo di stato maggiore della difesa dell’esercito indiano, è stato ucciso insieme ad altre 12 persone mercoledì in un incidente in elicottero nello stato meridionale del Tamil Nadu.

L’aviazione del Paese ha dichiarato in un tweet su Twitter che l’elicottero “ha avuto un tragico incidente”.

Tra i morti c’era la moglie di Rawat. L’Air Force ha detto che un ufficiale chiamato capitano del gruppo Varun Singh è sopravvissuto ed è in cura in un ospedale militare.

L’emittente pubblica Prasar Bharati ha detto che l’elicottero Mi-17V5 era in viaggio da una base aerea all’Army Defense Services College quando si è schiantato vicino alla città di Coonoor, una stazione collinare nel Tamil Nadu. La causa dell’incidente non è stata immediatamente nota.

Le riprese televisive del luogo dell’incidente hanno mostrato pennacchi di fumo che si alzavano dal relitto mentre i residenti locali cercavano di spegnere le fiamme e rimuovere i corpi dal relitto.

Modi lo definisce un “vero patriota”.

L’Air Force ha detto che un’indagine era stata ordinata sull’incidente.

Rawat, 63 anni, è il primo capo di stato maggiore della difesa del Paese, una posizione stabilita dal governo nel 2019. È anche consigliere del ministero della Difesa e si occupa del coordinamento e dell’integrazione delle capacità di combattimento delle forze armate.

READ  Un boicottaggio olimpico canadese dei Giochi di Pechino appare improbabile nonostante le tensioni con la Cina

Rawat precedentemente servito come capo di stato maggiore dell’esercito.

Il ministro della Difesa Rajnath Singh ha affermato che Rawat ha “servito il Paese con eccezionale coraggio e diligenza”.

Il primo ministro Narendra Modi ha elogiato Lawat, definendolo un “vero patriota” che “ha contribuito notevolmente alla modernizzazione delle nostre forze armate e dei servizi di sicurezza”.

Nel 2015, Rawat ha supervisionato gli “attacchi chirurgici” dell’India sul vicino Myanmar, quando i commando sono entrati nel paese per attaccare i ribelli Naga che avevano teso un’imboscata e ucciso le truppe indiane.

Il corpo di una delle vittime è stato rimosso dal luogo dello schianto dell’elicottero a Coonoor. Rawat era sopravvissuto a un precedente incidente in elicottero (AFP/Getty Images)

Nel 2017, ha assegnato una medaglia al valore a un ufficiale dell’esercito che aveva incatenato un civile alla parte anteriore della sua jeep in Kashmir, dove i ribelli stanno combattendo il dominio indiano. L’incidente ha suscitato polemiche all’interno e all’esterno dell’India, con gruppi per i diritti umani che hanno affermato che l’ufficiale ha usato l’uomo come scudo umano contro i manifestanti che lanciavano pietre. Rawat ha affermato che le azioni dell’ufficiale erano conformi alle regole perché l’esercito stava affrontando una “guerra sporca” nell’area contesa e doveva combattere in modi “innovativi”.

In precedenza era sopravvissuto a un incidente in elicottero nel 2015 nello stato nord-orientale del Nagaland.

Il tipo di elicottero da trasporto militare che si è schiantato mercoledì, il Mi-17V5, è ampiamente utilizzato in India dall’esercito e dai ministri durante le visite ai siti della difesa.

Nel 2017, un elicottero Mi-17V5 si è schiantato nell’Arunachal Pradesh nord-orientale, uccidendo sette militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *